Lezione 7 - Lo Scalping, quando e perché

Corso cfd
10 luglio 2015
|
0 Comments
|

Questo corso utilizza la piattaforma gratuita Markets Il modo migliore per imparare il trading è fare pratica, ti consigliamo di cliccare qui per iscriverti in modalità demo gratuita (tempo richiesto 1 minuto)

Il trading sul Forex consente di fare profitti anche in tempi molto rapidi e c’è chi la rapidità la intende proprio nel senso più profondo. Parliamo di chi pratica lo scalping, ovvero al procedimento di chiusura di una posizione in tempi molto brevi, anche in pochi secondi. Si tratta di una pratica di cui occorre discutere con il proprio broker in modo tale che non si incorra in “ammonizioni” nel caso in cui questa pratica non sia vista di buon occhio. Infatti, sebbene sia usualmente consentita, potrebbe non essere vista di buon occhio da alcuni broker.

Scalping utile

Lo scalping nel Forex è quindi l’ingresso in un trading al fine di approfittare di un trend con la conseguente uscita al fine di “catturare” i profitti fatti in questa sorta di “blitz”. Proprio in virtù di questa caratteristica, lo scalping risulta utile solo quando questo è fatto con capitali piuttosto elevati, poiché bisogna tener presente che per ogni posizione aperta vi è da calcolare lo spread che il broker trattiene.

Affinché il gioco valga la candela, il profitto dovrebbe coprire facilmente il valore dello spread, perciò lo scalping si dimostra più efficace quando si è disposti a rischiare somme più elevate.

Consiglio per lo Scalping

Gli scalper professionisti , oltre ad impiegare somme abbastanza elevate per queste operazioni, sanno bene che per farlo devono investire in pazienza e tempo, più che in soldi. Infatti, dietro ad ogni “blitz” vi è uno studio approfondito, dietro ogni operazione di scalping vi è l’attesa di un momento propizio.

Questo momento propizio può essere dato da una situazione di tipo tecnico, come l’arrivo di una inversione attesa e calcolata tramite i grafici (analisi tecnica), oppure può derivare dall’attesa di una notizia, di una dichiarazione o dalla pubblicazione di un dato macroeconomico.

Volatilità o no?

Lo scalping è una specie di giro di surf. Si cattura l’onda e la si cavalca fino a quando non si decide di tuffarsi o si cade in acqua. Ebbene, più forte è l’onda, più lo scalping può essere profittevole e i profitti possono essere veloci e consistenti. Nel caso del trading, l’onda è definita dalla volatilità, ovvero dalla forza della variazione dei prezzi e dalla loro velocità.
A seconda del tipo di scalping che vorrete fare, deciderete se approfittare della volatilità oppure di fare scalping in situazioni più tranquille. In quest’ultimo caso, avranno maggiore effetto i capitali più alti.

Quindi, per sintetizzare:

  • In caso di condizioni di mercato normale: lo scalping ha effetto soprattutto per chi investe capitali abbastanza consistenti, poiché considerando la chiusura veloce, deve esserci uno bel profitto anche considerato il costo dello spread
  • In caso di condizioni di alta volatilità: lo scalping ha effetto sia per capitali consistenti, sia per piccoli capitali. Ovviamente, il rischio in caso di alta volatilità è più alto.

Passa subito all'azione: clicca per aprire subito un conto gratuito su Markets e inizia a sperimentare il trading di CFD (tempo richiesto 1 minuto)

Miglior broker per CFD

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
Plus500
  • Spread bassi
  • Conto demo gratis
100€ Inizia
Markets
  • Conto demo gratuito
  • Quotato London Stock Exchange
100€ Inizia