Trading sul Platino

Come fare trading sul platino
14 aprile 2016
|
0 Comments
|

Il platino rappresenta uno dei metalli più preziosi e più conosciuti, che offre anche ottime occasioni di profitto in base alla variazione di prezzo sul lungo termine, insieme a una buona alternativa di risparmio. Il trading sul platino online, attività che si svolge nel breve termine, offre invece spunti interessanti in occasione di alcune congiunture economiche che vedremo nel corso di questo articolo, nella parte relativa ai fattori che causano la variazioni di prezzo del platino.

Futures sul platino

I contratti futures, detti semplicemente futures, sono dei contratti standardizzati in cui due contraenti si accordano sull’attuazione di una compravendita con prezzo e quantità già decisi, che verranno scambiati ad una determinata scadenza, in data futura. Nel caso dei futures sul platino, l’asset o sottostante oggetto della compravendita è proprio il platino.

Il mercato più importante per lo scambio di futures su materie prime e anche sul platino al mondo è quello del Chicago Mercantile Exchange (CME). Questa sigla è da tenere bene a mente, perché tornerà nel discorso riguardante i CFD.

I futures sul platino sono gli strumenti finanziario tradizionale con cui investire a medio e lungo termine su questo metallo prezioso. Si può partire da 1 mese per arrivare a qualche anno, a seconda delle proprie esigenze di investimento.

Come investimento a lungo termine, il platino può essere acquistato anche in versione fisica, attraverso barre, lingotti, monete. In questo caso, non si firmeranno contratti standardizzati, bensì le carte per l’acquisto, il deposito e l’assicurazione. Il platino può essere infatti acquistato come bene rifugio nei momenti in cui l’economia è in difficoltà e il potere del denaro è particolarmente basso.

CFD sul platino

Il CFD, a differenza del futures, è uno strumento finanziario utilizzato per il breve termine, ma anche per il brevissimo. I CFD o Contratti per Differenza, replicano il valore di uno strumento finanziario sottostante, che nel caso del CFD sul platino è costituito dal futures sul platino.

Il trading di CFD sul platino sono adatti a chi desidera speculare sul prezzo del platino, ovvero aprire posizioni al rialzo o al ribasso per richiuderli dopo poco tempo, al fine di lucrare dalle differenze di prezzo. Con i CFD si possono realizzare profitti dai rialzi e dai ribassi, investendo anche piccole somme, poiché la leva finanziaria consente al trader di impiegare somme molto più piccole rispetto a quelle effettive. Per approfondire meglio questo aspetto, vi invitiamo a leggere la nostra lezione sul margine nei CFD.

Qui di seguito riportiamo il grafico in tempo reale relativo ai CFD platino forniti dal broker Plus500.

Il prezzo dei CFD è formato dal prezzo dei futures di riferimento, con l’aggiunta di una piccola percentuale di spread, applicato all’apertura della posizione, che rappresenta l’unica forma di guadagno del broker.

Come fare trading sul platino

Per negoziare CFD sul platino online occorre aprire un conto presso un broker online, il quale offre accesso ad una piattaforma di negoziazione. Una volta effettuata la registrazione si ottengono le credenziali di accesso, che solitamente danno accesso sia alla modalità demo, che alla modalità reale.

Per fare pratica e prendere familiarità con la piattaforma, la modalità demo è fondamentale, poiché non prevede alcun rischio. La modalità demo è il campo ideale per prepararsi alla modalità di negoziazione reale, e solitamente viene offerta gratuitamente, soprattutto con i broker CFD.

All’interno della piattaforma di trading, i CFD sul platino sono situati nella categoria delle materie prime. Una volta selezionato lo strumento, si può aprire una posizione di acquisto (per puntare al rialzo) o di vendita (per puntare al ribasso). Una volta avviata la procedura dell’ordine di acquisto o vendita, è possibile impostare anche il limite di perdita percentuale (stop loss) e il limite di profitto percentuale (stop limit) in base ai propri obbiettivi e disponibilità.

La migliore piattaforma di trading CFD per operare sul platino è Plus500. Si tratta di una piattaforma gratuita e senza commissioni sull’eseguito. E’ disponibile un conto demo illimitato e senza vincoli.

Puoi aprire un conto gratuito con Plus500 cliccando qui.

Fattori che influenzano il prezzo del platino

Per analizzare meglio i fattori che influiscono sul prezzo del platino occorre sapere come viene utilizzato. Oltre che in gioielleria, questo metallo risulta prezioso anche in odontoiatria (per via della sua resistenza alla corrosione), nell’industria chimica (produzione catalizzatori), nell’industria automobilistica (dispositivi anti inquinamento, motori diesel).

Proprio per via dell’utilizzo nell’industria delle auto, il prezzo del platino può variare insieme all’andamento del mercato dell’automobile, così come della produzione su larga scala. La domanda cinese, grande produttrice di auto, ad esempio, può fare la differenza e creare variazioni sensibili anche sul breve termine.

Il secondo fattore è legato agli scenari politici, economici e sociali dei paesi principali estrattori, come ad esempio il Sudafrica, in cui negli ultimi anni vi sono state forte contestazioni.

Un altro importantissimo fattore che pesa sulle variazioni di prezzo è rappresentato dalle scorte, che sono difficili da stimare ma ritenute immense.