Trading Olio Combustibile

Come fare trading su olio combustibile
8 aprile 2016
|
0 Comments
|

In questo articolo affrontiamo la tematica del trading su olio combustibile, il quale rientra sicuramente all’interno della categoria delle commodities ad alta volatilità. Per volatilità si intende la variazione energica del prezzo in tempi ristretti. Ebbene, questa materia prima è una di quelle il cui prezzo può variare più velocemente, dando adito a ottime possibilità di profitto in tempi brevi, contrappesate da una maggiore rischiosità.

Qui di seguito illustreremo quali sono gli strumenti finanziari con cui negoziare sull’olio combustibile, noto anche come heating oil, al fine di realizzare profitti dalle variazioni del suo prezzo sul mercato. Illustreremo anche quali sono i fattori che influenzano maggiormente l’andamento delle sue quotazioni.

Futures su Olio Combustibile

Lo strumento finanziario principe per lo scambio di olio combustibile è quello dei contratti futures, noti anche semplicemente come futures. Si tratta di contratti standardizzati con i quali due parti si impegnano ad attuare una compravendita ad una determinata data, ad un determinato prezzo, per una determinata quantità.

Uno dei più grandi mercati di scambio di futures su olio combustibile è il CME, anche noto come Chicago Mercantile Exchange, in cui vengono scambiati futures su tutte le principali materie prime.

CFD su Heating Oil

Canale alternativo e decisamente più pratico per chiunque volesse semplicemente cercare di realizzare profitti dalle proprie previsioni di mercato, è il mercato dei CFD. Questi sono strumenti finanziari che consentono di ottenere risultati economici in base alle variazioni di prezzo dei titoli sottostanti, di cui i CFD replicano la quotazione.

Per quanto riguarda i CFD sull’olio combustibile, questi hanno come sottostanti i futures su olio combustibile e quindi la loro quotazione varierà insieme ad essa. Vi sono tutti i vantaggi di una speculazione, ma senza tutti gli impegni previsti nella compravendita di futures. Inoltre, i CFD sono molto più economici poiché strumenti dotati di leva finanziaria, che consente di muovere capitali ben superiori a quelli effettivamente investiti. Leggi la nostra lezione dedicata alla leva finanziaria.

Si guardi ad esempio il grafico dei CFD su olio combustibile forniti dal broker Plus500.

Il prezzo dei CFD è formato dal prezzo dei futures sottostanti (del CME) più una quota percentuale di spread che varia a seconda dell’asset. Lo spread rappresenta l’unica forma di guadagno del broker e si applica all’apertura della posizione.

Come fare trading su olio combustibile

Per negoziare CFD su olio combustibile occorre accedere alla piattaforma di negoziazione messa a disposizione dal broker con cui si è aperto un conto trading. Nel caso non si sia iscritti, si può procedere alla registrazione fornendo le proprie generalità.

Generalmente l’iscrizione è gratuita, così come gratuito è l’utilizzo della piattaforma. La negoziazione avviene semplicemente con l’apertura di una posizione long (rialzo) o short (ribasso) su un determinato asset. L’olio combustibile è situato nella categoria delle materie prime o commodities.

Il miglior broker per fare trading di Olio Combustibile è Plus500. Si tratta di un broker completamente gratuito e non applica commissioni sull’eseguito. Puoi aprire il tuo conto gratis su Plus500 cliccando qui.

I CFD OC con cui si va a negoziare saranno relativi ai futures con scadenza più prossima alla data di negoziazione. Questa scadenza tuttavia non comporta un limite per chi negozia con CFD, poiché con questi si può chiudere la posizione quando si desidera, purché prima della scadenza del futures. Nel caso si arrivi alla scadenza del futures, scadrà anche il CFD e quindi la posizione verrà chiusa.

Cosa fa variare le quotazioni dell’olio combustibile?

E’ importante, ai fini del trading online con CFD o ai fini dell’investimento in futures, conoscere quali sono i fattori che influenzano l’andamento del prezzo dell’heating oil. Tra i fondamentali troviamo:

  • Produzione: maggiore sarà la produzione e quindi l’offerta, maggiore sarà il prodotto sul mercato e, in condizioni di mercato normali, il prezzo ne sarà influenzato al ribasso. Nel caso in cui vi fossero situazioni economiche globali difficili, soprattutto dai paesi dalla grande domanda di olio, il prezzo di questo ne sarebbe sicuramente colpito al ribasso.
  • Domanda: una grande domanda fa alzare il prezzo dell’olio combustibile, una domanda ridotta lo fa diminuire
  • Prezzo del petrolio: essendo un concorrente diretto dell’olio da combustione, un prezzo del petrolio molto basso sfavorirà la richiesta di olio.
  • Leggi anti inquinamento: l’olio combustibile è tra quelli a maggiore tasso inquinante, perciò incontra sempre più ostacoli alla sua produzione e alla sua domanda