Orari Forex

orari-forexQual è l’errore più comune commesso dai traders in erba? Per chi opera nel settore da molto tempo come noi dare una risposta è fin troppo semplice: trascurare i dettagli ed il non essere organizzati. Proprio per questo motivo qui vogliamo parlare di un “dettaglio” per così dire, ma di un dettaglio che può fare davvero la differenza ingigantendo la sua importanza soprattutto agli occhi di coloro che fanno trading per mestiere: gli orari del mercato Forex. Se vuoi essere un perdente in questo business chiamato Forex, sei liberi di lasciare questa pagina ed andare a gettare al vento il tuo denaro, se invece vuoi fare sul serio ed investire per guadagnare ti conviene restare e scoprire quello che abbiamo da dire.

Sembra che tutti a livello superficiale conoscano gli orari del Forex. Ciò significa che la maggior parte dei traders sa che si tratta di un mercato aperto tutti i giorni per tutta la giornata tranne per la pausa del fine settimana, che è sacrosanta. Se c’è quindi una motivazione che spinge gli investitori verso il mercato Forex è anche questa, ossia il fatto che non vi sono limitazioni particolari in termini di orario e quindi si può negoziare a qualsiasi ora e concedersi la possibilità di accumulare profitti quando più se ne ha voglia. I traders possono anche lasciare le posizioni aperte durante la notte o “overtime” come dicono gli insiders del settore.

Sul mercato Forex le opportunità di profitto dunque abbondano durante tutto l’arco della settimana del trader che è piuttosto lunga ed impegnativa. Ma davvero tutti gli orari del Forex sono adatti per effettuare operazioni di investimento? Oppure non sarebbe meglio studiare più da vicino la situazione per trovare i momenti chiave: quelli più propizi ed adatti a far crescere le probabilità di portare in salvo lauti profitti? Sono stati effettuati diversi studi in tal senso portanti avanti da esperti del settore che sono poi giunti a conclusioni univoche ed inappellabili sulla presenza di alcuni momenti decisivi per guadagnare nell’arco della giornata di contrattazione.

Orari Forex: come funzionano?

Ti sei mai chiesto cosa porta un operatore finanziario ad ottenere i più alti compensi, mentre vi sono altri che non riescono nemmeno a portare a casa uno stipendio a fine mese operando sul Forex? Come stavamo dicendo, questo accade per il semplice fatto che non si presta attenzione a tutto ciò che cambia in meglio la giornata del trader; non si calcolano quei dettagli fondamentali che i più esperti invece tengono in gran conto, alla faccia dei principianti che invece sembra quasi ci provino gusto a perdere del denaro in alcuni casi! Diciamo però che tu non vuoi essere sbadato come gli altri ed intendi fare sul serio quando operi nel Forex: che ruolo possono svolgere per te gli orari del Forex? È questo che vogliamo andare a definire adesso.

Molti traders una volta fatte proprie le basi della materia del trading non sanno più che pesci prendere e si perdono nello studio di aspetti inutili che finiscono per confondere le idee, quando una maggiore attenzione agli orari in cui si fa trading è la soluzione a diversi problemi che magari neanche ci si rende conto di avere. Non bisogna mai prendere niente sotto gamba quando si parla di Forex, nemmeno l’orario in cui ti decidi a premere quel pulsante di invio dell’ordine a mercato, questo infatti potrebbe determinare la riuscita in positivo del tuo trade, o al contrario una sconfitta che siamo certi non hai alcun interessa a subire.

Apertura e chiusura del Forex

Chiusa una finestra se ne apre un’altra, è questa la caratteristica fondamentale del Forex. Se hai presente il fuso orario GMT, quello nel quale vivi se sei italiano, ecco come si muove il Forex in giro per il mondo, un movimento che non si arresta mai. A New York è disponibile tra le 13:00 e le 22:00, ma dopo le 22:00 quando la borsa Nyeyorkese chiude i battenti ecco che si aprono nuove opportunità perché ora tocca a Sidney spalancare le porte del mercato nuovamente.

Segue a ruota il Giappone dove a Tokyo nell’orario della nostra mezza notte, nel Paese del sol levante splende il sole ed ecco quindi iniziare le negoziazioni con lo Yen che tanta importanza rivestono nel mondo, alle 9:00 però si chiude. Infine però il nostro giro si conclude a Londra dove alle 8:00 comincia l’orario di ufficio per chiudere alle 17:00 e tutti al pub a bere come è abitudine degli inglesi. Tutti questi fattori ed in più la partecipazione costante delle banche centrali di tutti e 5 i continenti permettono di tradare coppie di valute 24 ore al giorno!

Ora è chiaro che bisogna fare sempre attenzione perché non tutti gli stati seguono il nostro orario e le nostre regole come ad esempio il cambio tra ora solare ed ora legale che facciamo durante l’anno e che va a cambiare leggermente gli assetti, ma con un po’ di attenzione in genere non si riscontrano problemi. In ogni caso il punto è che i momenti più proficui per operare ed ottenere il massimo dai propri investimenti è quando la volatilità è al massimo e sul Forex la volatilità è altissima soltanto quando importanti borse sono aperte contemporaneamente: quindi è chiaro che tu devi conoscere alla perfezione le sovrapposizioni per sfruttarle.

orari-mercato-forexMa cos’è la volatilità perché è importante e come possono aiutarci gli orari?

Uno dei concetti più importanti sul Forex è proprio quello di volatilità. Quello di volatilità è un concetto strettamente legato a quello di andamento dei prezzi su un dato mercato. Diamo quindi una definizione di volatilità semplice e comprensibile: per volatilità in generale si intende la forza di movimento dei prezzi su un mercato, al variare della forza dell’andamento dei mercati possono variare anche le tue potenzialità di profitto:

  • Alta volatilità: un mercato è considerato altamente volatile quando è caratterizzato dalla instabilità, i prezzi vi si muovono in velocità creando numerose occasioni profittevoli per gli investitori.
  • Bassa volatilità: un mercato è considerato bassamente volatile quando i prezzi vi si muovono con meno agilità e le condizioni del mercato risultato piuttosto statiche. Un mercato di questo tipo genera meno proficue opportunità di trading.

Al fine di conoscere la volatilità dei prezzi su un mercato esistono degli indicatori che ce ne danno un valore come ad esempio: ATR, bande di bollinger. Ma altrimenti esistono dei momenti in cui non serve misurare la volatilità perché puoi già avere la certezza che sia alta e come sempre questi momenti sono quelli in cui le borse che partecipano al Forex sono aperte contemporaneamente. La cosa migliore che può verificarsi è ad esempio l’apertura della borsa di New York con quella di Londra, in quel momento occorre operare sulla coppia di valute USD / GBP.

Attenzione però in quei casi in cui la volatilità si alza troppo in un mercato può diventare come un’arma a disposizione dei traders per migliorare le entrate, ma solo se si è in grado di controllarla, altrimenti rischia di risultare come un’arma a doppio taglio. Il Forex è un mercato aperto tutti i giorni per tutto il giorno, di conseguenza non si può permettere ad una posizione aperta di andare per conto proprio, per tenere sott’occhio il proprio investimento e quindi la volatilità del mercato sarà opportuno impostare sulla piattaforma dei limiti come lo “stop loss” per impedire alle perdite di imperversare.

Quando le borse di Londra, New York, Tokyo, Sidney, si aprono vengono a crearsi ottime opportunità di trading, si tratta senza dubbio dei momenti di maggiore volatilità ma anche liquidità (quantità di denaro liquido in circolo) del mercato. Le altre borse restano sempre importanti e possono contribuire alla volatilità, ma solo fino ad un certo punto, dopo il quale la loro influenza è troppo blanda perché abbiano un reale impatto.

Le caratteristiche della volatilità

  • La volatilità è generalmente caratterizzata da persistenza: ciò significa che la volatilità che c’è stata nel giorno precedente molto probabilmente continuerà anche nel giorno successivo. Quindi se in un giorno X la volatilità è stata alta è molto probabile che il giorno dopo essa continuerà allo stesso modo, questa cosa accade anche in caso di bassa volatilità.
  • La volatilità è caratterizzata dal fatto di essere ciclica. Ciò significa che si muove rispetto a moti prestabiliti, picchi e cadute, che la rendono prevedibile, è per questo che molte strategie di trading si basano su di essa.

Orari Forex e sessioni mondiali

Ora è il momento di fornire qualche consiglio utile su come giostrare la situazione al momento dell’apertura delle varie sessioni in giro per il mondo, seguendo questi semplici consigli sarà più agevole capire, in base all’orario italiano, quali sono i momenti della giornata più proficui per investire:

  • Apertura sessione degli Stati Uniti: come forse già immaginavi la sessione più importante di tutte forse è proprio quella degli stati uniti i traders infatti non possono non tenerne conto. Si tratta infatti una sessione caratterizzata da alti volumi di scambi che forse resta dietro soltanto a quella europea caratterizzata da tanti stati uniti sotto l’unica moneta dell’euro a parte la sterlina ovviamente. Quando questa sessione si sovrappone a quella europea si ha un momento d’oro per investire, i prezzi fluttuano a grande velocità ed in poco tempo si possono guadagnare anche centinaia di euro. Quindi bisogna mantenersi sempre attivi il pomeriggio fino alle 17.30 quando a Londra si chiudono i battenti. Dopo le 23 non bisogna operare perché la liquidità è ai limiti e pochissimi partecipano ai mercati essendo aperta solo la borsa di Sidney.
  • Sessione dell’Europa: se non fosse per la sessione statunitense il primato spetterebbe in modo indiscusso all’Unione Europea come sessione più ricca e più importante, qui però l’ago della bilancia lo spostano borse di enorme importanza come quella di Londra dove risiedono banche dal potere economico inimmaginabile, le maggiori a livello mondiale. La liquidità si questi mercati è sempre molto elevata e questa è una vera e propria manna per gli investitori. In Europa è Francoforte ad aprire le fila alle 8 in punto del mattino, ma per operare bisogna aspettare poco dopo, ovvero alle 9 quando finalmente apre anche Londra ed allora la situazione comincia davvero a riscaldarsi. E’ in questo contesto che i traders italiani entrano in azione.
  • Sessione orientale: infine per ordine di importanza viene la sessione asiatica che vede in Tokyo, Singapore, Hong Kong e Sidney le proprie punte di diamante. Le ricchezze che circolano in questi mercati però non sono ai massimi livelli in quanto la liquidità resta sempre piuttosto bassa. La valuta da tenere sott’occhio e monitorare con attenzione qui è soltanto lo Yen, la moneta giapponese. Lo Yen interagisce fortemente con il dollaro americano, ma se ti piace contrattare nelle ore notturne cerca le coppie che comprendono lo Yen ed il dollaro australiano e neozelandese, in questo modo puoi garantirti una buona operatività e la possibilità di incassare bene almeno fino alle 7 del mattino quando Sidney chiude rendendo meno convenienti gli investimenti con lo Yen.

Altri momenti particolari da osservare sono gli orari in cui i governi rilasciano delle dichiarazioni e le proprie relazioni circa lo stato attuale dell’economia, oppure notizie economiche ufficiali, i cosiddetti dati macroeconomici, tenendo sotto stretta osservazione queste informazioni darà molto più semplice riuscire ad operare nel posto giusto ed al momento giusto cercando di intercettare sempre quelle valute che possono essere influenzate positivamente o negativamente dalle notizie che arrivano. Ricorda che i rilasci di notizie non sono coordinati tra le varie nazioni e quindi starà a te stare al passo con le news di mercato per fare profitti sempre più interessanti.

L’ingrediente basilare per guadagnare sul Forex dunque, come avrai capito, è l’organizzazione. Partendo da una solida base organizzativa non vi sono traguardi preclusi per alcun trader. Basta includere nel proprio programma di negoziazione le sovrapposizioni degli orari borsistici e poi tenere presenti i rilasci di notizie importanti al fine di migliorare i propri risultati e comportarsi da veri traders, quelli vincenti! A noi non resta che augurati buon trading… ma negli orari giusti!