Lezione 16 - Ritracciamento di supporto e resistenza

Corso cfd
29 luglio 2015
|
0 Comments
|

Questo corso utilizza la piattaforma gratuita Markets Il modo migliore per imparare il trading è fare pratica, ti consigliamo di cliccare qui per iscriverti in modalità demo gratuita (tempo richiesto 1 minuto)

Le modalità per tracciare le linee di supporto e resistenza sono molteplici e possiamo citarne alcuni come la Speed Resistance, gli angoli di Gann, le percentuali di ritracciamento (es. percentuali di Fibonacci). Per ritracciamento si intende proprio una metodologia con cui si considera che i prezzi di mercato non si muovano in modo lineare bensì a “strappi”. Questi strappi sono dovuti a delle correzioni, che possono essere suddivise in correzioni al rialzo e correzioni al ribasso. Le correzioni al rialzo sono quelle che conosciamo con il nome di “rimbalzi”. Tali movimenti, quindi hanno una direzione opposta al trend principale e si cerca di studiarne la logica, ovvero le forme di regolarità. La regolarità delle correzioni viene studiata anche secondo l’ottica di Fibonacci, ovvero seguendo una delle sue sequenze numeriche.

Per quanto riguarda il ritracciamento, si tengono in considerazione delle percentuali di un range di prezzi. Queste percentuali sono pari a 0%, 23.6%, 38.2%, 50%, 61.8%, 100%, 161.8%, 261.8%, 423.6%.  Queste percentuali sono molto utilizzate dagli analisti per calcolare i livelli di supporto e resistenza più decisivi.

Ritracciamenti di Fibonacci sul Grafico

Fin qui abbiamo visto l’aspetto teorico, ma come si utilizzano o visualizzano i ritracciamenti di Fibonacci su un grafico? Beh, innanzitutto occorre individuare l’intervallo che si vuole prendere in considerazione, con un minumo e un massimo. Una volta individuato l’intervallo di prezzi, occorre calcolare il calcolo dei livelli che potremo lasciare ad un software di analisi tecnica, che individuerà per noi anche  le diverse linee orizzontali che delimitano i livelli di ritracciamento.

Delle varie percentuali che abbiamo menzionato, il punto di minimo andrà sulla linea legata alla percentuale del 100%, mentre il punto di massimo sulla linea legata alla percentuale dello 0%.

Sotto il punto di minimo troveremo le linee associate alle percentuali superiori al 100% ovvero 161.8%, 261.8% e 423.6%. Questi tre livelli vengono chiamati  “estensioni”.

Nella rappresentazione grafica, i livelli di ritracciamento dello 0% e del 100% vengono segnati con linee continue, mentre gli altri con linee tratteggiate. La differenza è che le linee intere servono per il calcolo dei livelli e costituiscono supporto e resistenza del movimento.

Monitoraggio dei livelli

I livelli di ritracciamento vanno costantemente monitorati poiché nel caso in cui i prezzi si trovano nel ritracciamento compreso tra il livello 38,2 e 61,8% del movimento precedente, una volta violato questo intervello il movimento iniziale si può dire compromesso. Vanno perciò ricercate le coincidenze dei livelli, ragion per cui si rende necessario studiare l’utilizzo di Fibonacci in concomitanza di supporti e resistenze.

 

Passa subito all'azione: clicca per aprire subito un conto gratuito su Markets e inizia a sperimentare il trading di CFD (tempo richiesto 1 minuto)

Miglior broker per CFD

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
Plus500
  • Spread bassi
  • Conto demo gratis
100€ Inizia
Markets
  • Conto demo gratuito
  • Quotato London Stock Exchange
100€ Inizia