Lezione 13 - Correlazione tra Valute

Corso cfd
15 settembre 2015
|
0 Comments
|

Questo corso utilizza la piattaforma gratuita Markets Il modo migliore per imparare il trading è fare pratica, ti consigliamo di cliccare qui per iscriverti in modalità demo gratuita (tempo richiesto 1 minuto)

In questa lezione vediamo uno degli aspetti più intriganti del Forex, poiché mostra come si può trarre vantaggio da una negoziazione su un cross valutario in base ai movimenti visibili su altri. Infatti, per correlazione tra valute si intende il rapporto che si crea tra gli andamenti delle quotazioni delle stesse.
Le correlazioni tra valute, ovvero i rapporti in gioco tra le valute sono davvero numerosissimi, perciò consigliamo di prendere in considerazione soltanto 3 coppie valutarie per volta, almeno all’inizio. L’esempio più comune è quello del triangolo EUR/USD, USD/JPY e EUR/JPY. Allo stesso modo si possono studiare altre correlazioni “a triangolo”, studiandole secondo lo schema AB, BC, AC.

Come si studia una correlazione?

Per studiare una correlazione occorre innanzitutto seguire i cross valutari che si intende considerare e quindi reperire le informazioni e i dati relativi agli stessi. Per prima cosa quindi occorre scegliere una combinazione di cross che siano correlati tra loro (per tre è più facile, per 4, 5 o 6 più difficile) e successivamente analizzare i dati come vediamo qui di seguito.

Scelta e studio dei cross valutari

Questo è l’elemento più importante da valutare in una correlazione. Per capire ad esempio come si muoverà AB si dovrebbe considerare l’andamento di BC e CA. Sebbene il tutto potrebbe essere più semplice se si considerasse soltanto due coppie valutarie, l’esempio del triangolo ci ricorda che le correlazioni possono essere più complesse e più larghe. Se ad esempio avessimo EUR/USD e USD/JPY sapremmo che se il dollaro si rinforza talmente tanto sull’euro, tale effetto si vedrà anche sullo Yen giapponese. Perciò Se EUR/USD va in ribasso, probabilmente USD/JPY andrà in rialzo. E tra EUR/JPY? E’ questo il bello, poiché studiando l’andamento dei cross si può studiare una correlazione a tre o più valute. Alla base di tutto, c’è l’andamento del singolo cross. Solitamente, se ne prende uno come “principale”, che dovrebbe muovere di conseguenza anche gli altri due.

Le tabelle di correlazione

A venirci in aiuto ci sono le cosiddette tabelle di correlazione delle valute, che possono essere periodiche o anche giornaliere. Queste sono formate da schemi in cui sono riportati i cross valutari in senso orizzontale e verticale, nel cui incrocio di due cross uguali vi sarà il valore di 100.
Ora, fate attenzione:

  • I dati nella tabella sono positivi quando i cross si muovono nella stessa direzione, ovvero che il rialzo di uno dovrebbe portare anche il rialzo dell’altro.
  • I dati nella tabella sono negativi (segno -) quando i cross si muovono in direzioni opposte, ovvero che il rialzo di uno dovrebbe portare al ribasso dell’altro.

tabella correlazione valute

Ma cosa sono questi valori?

I valori nella tabella sono una sorta di “gradazione” della correlazione tra le coppie valutarie. In particolare, ci diranno che:

  • Se la correlazione è alta, ovvero il dato è superiore a 80 e positiva, significa che i cross valutari si muovono nella stessa direzione (correlati)
  • Se la correlazione è alta, ovvero il dato è superiore 80 e negativa (vi è segno – ), significa che i cross si muovono nella direzione opposta (inversamente correlati)
  • Se la correlazione è bassa, ovvero il dato è inferiore a 60 (positiva o negativa), vuol dire che tra i cross non ci sono molti spunti per studiare una correlazione

Ad esempio, se il cross è USD/JPY mostra un dato (indice di correlazione) di -89 significa che si muove in direzione opposta a EUR/USD (100). Se il GBP/USD segna -40, significa che non si muove nella stessa direzione di EUR/USD. Ancora, se EUR/GBP segna 83, vuol significa che si muove nella stessa direzione di EUR/USD.
Ecco un altro esempio di tabella di correlazione giornaliera.

tabella di correlazione valute giornaliera

Come si può vedere, i riquadri con colore più scuro evidenziano un’alta correlazione. Verde scuro alta correlazione, rosa scuro un’alta correlazione inversa.

Passa subito all'azione: clicca per aprire subito un conto gratuito su Markets e inizia a sperimentare il trading di CFD (tempo richiesto 1 minuto)

Miglior broker per CFD

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
Plus500
  • Spread bassi
  • Conto demo gratis
100€ Inizia
Markets
  • Conto demo gratuito
  • Quotato London Stock Exchange
100€ Inizia