Comprare azioni Enel: La guida definitiva.

Comprare azioni Enel
22 Febbraio 2019
|
0 Comments
|

Comprare azioni Enel conviene o no? Le azioni di questa compagnia sono state per anni uno dei titoli preferiti dagli investitori italiani. In particolare, lo erano per coloro che cercavano un dividendo stabile e corposo. Per questo motivo, considerata la popolarità del nostro sito e dei titoli Enel, ci sono arrivate numerose domande in merito.

Per rispondere al meglio alle vostre richieste, noi della redazione di Osservatoriofinanza abbiamo scelto di preparare una guida dedicata a questo argomento. Dopo un cenno storico della società, vedremo nel dettaglio tutte le caratteristiche salienti del titolo. In seguito, sarà fondamentale analizzare lo strumento finanziario migliore per investire in questa società. Infine, analizzeremo in dettaglio il miglior broker per operare, ovvero 24option.

Comprare azioni Enel – La storia.

Enel SpA opera come società di energia elettrica e gas in tutto il mondo, Sud America, Europa, Nord e Centro America, Africa e Asia. L’azienda genera, trasmette, distribuisce, trasporta, acquista e vende elettricità e trasporta e vende gas naturale.

Si impegna anche nel trasporto del gas naturale liquefatto, di ingegneria energetica e infrastrutturale. E’ una società attiva in progettazione, sviluppo, costruzione e funzionamento degli impianti e delle reti di generazione.

Inoltre, la società è molto coinvolta nella costruzione di impianti elettrici e infrastrutture portuali; certificazione di prodotti, impianti e apparecchiature; attività legali, commerciali e minerarie; Ha sedi operative volte alla commercializzazione di prodotti energetici, attività di formazione ed attività di amministrazione del personale.

Le origini.

La società è stata fondata nel 1962 e ha sede a Roma, nel centro dell’Italia.

Trent’anni dopo la sua fondazione, la società è stata quotata in Borsa e ha assunto il nome di Enel S.p.A. Sette anni dopo, a seguito della liberalizzazione del mercato dell’energia elettrica, Enel S.p.A. è stata privatizzata. Nonostante questo cambiamento, il Ministero dell’Economia è comunque rimasto il principale azionista.

La storia di Enel è oggettivamente molto importante per lo sviluppo dell’Italia. Per capirlo basta ricordare che, nei suoi primi anni di attività, il gruppo ha contribuito alla realizzazione della rete elettrica. Fondamentale a tal proposito è stata la messa in opera delle dorsali ad alta tensione, ma anche tutto il lavoro fatto per elettrificare le aree rurali e le isole.

Oggi come oggi, le azioni Enel contribuiscono al calcolo dell’Indice Doq Jones Sustainability. Il gruppo, inoltre, si contraddistingue per un fatturato superiore ai 70 miliardi di euro. La capitalizzazione borsistica corrisponde invece a più di 39 miliardi di euro.

I concorrenti.

Un altro passo da fare prima di parlare di come comprare azioni Enel riguarda l’analisi dei concorrenti del gruppo. Tra questi è possibile includere gruppi come Edf, tra i più grandi player a livello mondiale nell’ambito della produzione di energia elettrica.

Da citare è anche il colosso cinese Datang, per non parlare di E.ON. Degna di nota è anche la concorrenza del colosso coreano Kepco, ma anche quella dell’ex Gdf Suez, oggi Engie (il naming è stato cambiato ufficialmente nel 2015).

I partners.

Quali sono, invece, le aziende che hanno siglato partnership con Enel? Da citare a tal proposito è quella con Edf, siglata nel 2007 in occasione del summit italo–francese di Nizza. La partnership in questione ha dato modo a Enel di partecipare al programma nucleare francese Epr.

Tre anni dopo, Enel ha creato un gruppo di lavoro assieme a Mitsubishi. Nel 2017, invece, il gruppo è stato protagonista di una partnership con Sicily by Car e Renault nell’ambito del programma “Eco Tour di Sicilia”.

Comprare azioni Enel – Le previsioni degli analisti.

Circa venti broker finanziari hanno emesso obiettivi di prezzo ad un anno per le azioni di Enel. Le loro previsioni vanno da € 4,70 a € 6,40. Più o meno si aspettano che il prezzo delle azioni di Enel raggiunga € 5,62 nei prossimi mesi. Questo suggerisce chiaramente un possibile rialzo del 14,0% dal prezzo corrente del titolo.

Venti importanti analisti di Wall Street hanno emesso un rating per “acquistare” o “vendere” nell’ultimo anno. Ci sono attualmente 14 buy (comprare) per lo stock e 6 valutazioni di hold (mantenere), con una raccomandazione sul consenso di “Buy”.

Secondo i dati emessi da Accern Sentiment, i titoli sulle azioni di Enel hanno registrato un andamento alquanto positivo nelle ultime settimane. Questo gruppo di ricerca identifica la copertura di notizie positive e negative analizzando più milioni di notizie e fonti di blog in tempo reale. Accern classifica la copertura delle società quotate in borsa, con i punteggi più vicini a uno dei più favorevoli.

Enel ha ottenuto un punteggio di impatto pari a 0,18 su scala Accern. Hanno assegnato alla notizia una copertura della società con un punteggio di impatto di 46,57 su 100, ad indicare che è improbabile che la copertura di notizie recenti abbia un impatto importante sul prezzo delle azioni della società nei prossimi giorni.

I punti di forza di Enel.

Per prima cosa, quando si analizza un titolo occorre svolgere l’analisi dei fondamentali. Oggi Enel è una utility e un produttore di energia che realizza un fatturato di 74 miliardi di euro, 8,9 miliardi di utile operativo e 2,57 miliardi di utile netto.

Non tutti questi parametri sono in crescita rispetto al passato, ma sicuramente l’efficienza è migliorata. Ottimizzando gli asset e le proprietà, Enel è tornata stabilmente ad un utile superiore ai 2 miliardi di euro.

Il debito che per molto tempo era stato un macigno si è progressivamente ridotto. Dai 55 miliardi del 2012 siamo scesi fino a 41 miliardi nel 2016. I bassi tassi di interesse hanno sicuramente aiutato a migliorare il profilo finanziario della società.

Molti analisti si chiedono cosa accadrà alle azioni Enel quando i tassi d’interesse inizieranno a risalire. Per molti di loro potrebbe rappresentare un problema, tale da avere un impatto negativo sulle quotazioni del titolo. In realtà a detta del direttore finanziario è in atto una vera ristrutturazione del debito grazie all’emissione di nuovi bond che dovrebbe garantire per mezzo di contratti derivati di tipo swap un tetto massimo del costo del debito del 2%.

A livello di business, la società è un primario operatore nelle generazione elettrica e produzione e distribuzione di energia. Il suo focus primario è in Europa e Sud America, con leadership in Italia e Spagna. La presenza rilevante in Spagna e America Latina è l’eredità dell’acquisizione di Endesa. Un’acquisizione pagata cara molti anni fa, ma che nel tempo sta dando i suoi profitti.

Enel è presente nel business delle rinnovabili, soprattutto dopo che le azioni Enel Green Power sono tornate con diverse vicende interamente dentro la capogruppo Enel, che ha quindi acquisito gran parte degli asset.

Comprare azioni Enel – Gli strumenti migliori.

Se stai pensando di comprare azioni Enel, la prima opzione che ti sarà venuta in mente è senza dubbio l’acquisto concreto dei titoli. Si tratta di un’alternativa praticabile, ma non certo della più vantaggiosa. Prima di tutto, prevede un notevole esborso economico. In secondo luogo, quando la si mette in atto non bisogna dimenticare che le azioni sono soggette a volatilità. Acquistandole concretamente, in caso di perdita di valore, ci si ritrova con il portafoglio vuoto.

Per fortuna questo ostacolo può essere aggirato. In che modo? Ricorrendo ai Cfd (Contracts for Difference). Questi strumenti derivati consentono di operare senza procedere all’acquisto concreto dell’asset. L’utente, infatti, deve solo replicarne l’andamento e cercare di azzeccarne la direzione. Dal punto di vista pratico, le strade da seguire sono due:

  • Apertura di una posizione long (acquisto) in caso di previsione di crescita;
  • Apertura di una posizione short (vendita) in caso di previsione contraria.

 

Deve quindi essere chiaro che con i Cfd è possibile guadagnare pure se le azioni Enel perdono valore. Il discorso in questione può essere fatto anche con le azioni di altre società, o anche con altri asset come indici o forex. Un altro vantaggio dei Cfd riguarda la loro gratuità. Gli utenti possono infatti utilizzarli senza pagare commissioni. I punti appena ricordati non vogliono dire che il loro utilizzo sia privo di rischi.
Fare trading con le azioni Enel utilizzando i Cfd può essere pericoloso per via della leva finanziaria. Questo moltiplicatore, che consente di esporsi sul mercato con una somma più alta rispetto a quella del deposito iniziale, amplifica i guadagni ma fa la medesima cosa con le perdite.

L’importanza del Money Management con i Cfd.

Regolamentata dall’Esma, la leva ha un rischio che non può essere messo in secondo piano. Quello che si può fare è ricorrere a trucchi come il Money Management. Tattica utilizzata dai migliori trader del mondo, prevede la divisione del capitale in più parti. Ciascuna di esse, deve essere assegnata a una singola operazione o a uno specifico asset, puntando di volta in volta non più del 5%. In questo modo, si riesce a diversificare sufficientemente il rischio.

Non bisogna poi trascurare il fatto che i broker offrono validi strumenti come lo Stop Loss, ovvero il segnale che indica alla piattaforma il momento esatto per fermare le perdite e, di conseguenza, tutela il capitale del singolo utente.

Nel paragrafo successivo passeremo in rassegna quello che a nostro avviso è il miglior broker per Cfd. Si tratta di una piattaforma regolamentata che ci permette quindi di poter operare in totale sicurezza. Vediamo le caratteristiche nel dettaglio.

Comprare azioni Enel – Il miglior broker: 24option

24option è una piattaforma di investimenti finanziari estremamente seria e professionale e permette di comprare azioni Enel con i Cfd.

Spesso viene menzionata dagli addetti ai lavori fra le più affidabili all’interno del panorama dei broker di settore. Nel corso degli anni, hanno dimostrato sul campo di combinare un’eccellente offerta finanziaria ad una grande trasparenza in termini di rispetto delle normative in vigore e dei suoi clienti.

Il deposito minimo per aprire un conto live con 24option è di 100 euro. Per finanziare il proprio account si possono scegliere molti modi tra cui carta di credito o di debito, bonifico bancario, portafoglio virtuale.

Licenza e regolamentazione.

Dal punto di vista amministrativo, il gruppo di riferimento si chiama Rodeler Limited operante sotto licenza numero 207/13 emessa dalla Cypriot Investment Firm (“CIF”), un ente regolamentato dal CySEC. E’ quindi un broker in linea con la Direttiva Mifid. Tali enti disciplinano in maniera ferrea l’erogazione di servizi finanziari e di investimento e le cui licenze ad essi collegate garantiscono, in maniera certa, l’alto profilo di una società autorizzata.

L’offerta formativa.

Uno dei punti di forza della proposta di questo broker è sicuramente quello relativo l’offerta formativa. Oltre ai seminari live, sono infatti disponibili gratuitamente una serie di guide estremamente approfondite, sia online che attraverso il download di dettagliati ebook. Queste guide introducono e definiscono in modo chiaro tutti i passaggi necessari all’investimento finanziario, andando anche a toccare elementi finanziari particolarmente tecnici.

Per scaricare gratuitamente il materiale didattico offerto da 24option clicca qui.

I segnali di trading.

Tra le caratteristiche più apprezzate offerte dal broker 24option annoveriamo la possibilità di ricevere gratuitamente eccellenti segnali di trading. In pratica si tratta di indicazioni precise su condizioni di mercato particolarmente interessanti. Questi segnali hanno un livello di affidabilità veramente elevata, servizi con previsioni così accurate hanno di solito un costo di abbonamento mensile superiore ai 1.000 euro. Al contrario, questo broker dà modo di usufruire gratuitamente dei segnali di trading, il che è un grandissimo vantaggio per chi vuole comprare azioni Enel e operare sui titoli di una società che opera in un settore complesso.

Clicca qui per ricevere i segnali di trading offerti da 24option.

Il conto Demo.

Il conto demo è semplicemente un programma virtuale per effettuare operazioni di trading nei mercati borsistici. Tutti gli investimenti sulla piattaforma saranno effettuati con una moneta virtuale quindi non saremo sottoposti al fattore rischio. In questo modo avremo modo di capire a fondo come funziona la piattaforma e mettere a fuoco tutte le dinamiche che presenta questo mercato. La piattaforma demo di 24option è gratuita ed illimitata.

Come abbiamo visto i vantaggi derivanti dall’utilizzo di questa piattaforma sono molteplici. E’ possibile formarsi, fare pratica su demo e ricevere assistenza da esperti del settore. A nostro avviso, non c’è modo migliore di acquistare azioni Enel!

Registrati qui ed inizia a fare trading con 24option.

Comprare azioni Enel – Conclusioni.

Noi della redazione di OsservatorioFinanza da sempre analizziamo con attenzione i titoli delle più grandi società quotate, come Ferrari oppure Coca cola. Siamo lieti di offrire un servizio attento e professionale per indicare all’investitore la migliore strada per investire in modo sicuro e senza incorrere in truffe.

Ora che sei alla fine della guida, se ti è risultata utile ti chiediamo di condividerla con i tuoi contatti Facebook o su altri social, per aiutare il maggior numero possibile di persone a scoprire trucchi utili per comprare azioni Enel attraverso il miglior broker di Cfd!

Clicca qui per aprire un conto con 24option.