Come comprare azioni Ferrari

Comprare azioni Ferrari
19 Febbraio 2019
|
0 Comments
|

In questa guida analizzeremo come comprare azioni Ferrari affidandoci ad un broker regolamentato come 24option. Chi ama il trading sa bene come la scelta delle azioni su cui investire è fondamentale per poter ottenere guadagni continui nel tempo. Per questo motivo chi gioca in borsa sa che investire in azioni Ferrari è conveniente perché questo marchio rappresenta un vero e proprio punto di riferimento per gli investitori che vogliono andare sul sicuro partecipando all’attività di un’industria completamente italiana.

Comprare azioni Ferrari è risultato profittevole negli ultimi anni: dal 2016 ad oggi, infatti, tranne un leggero calo registrato due anni fa, esse sono state sempre in positivo, mostrando come le azioni del Cavallino siano risultate un ottimo investimento per chi ha puntato su di loro.

Ferrari: origini e storia.

Per poter introdurre la storia della Ferrari è necessario parlare del suo fondatore, ovvero Enzo Ferrari. Nato a Modena nel 1898, iniziò ad appassionarsi di meccanica nell’officina di carpenteria metallica del padre. Iniziò così a partecipare a gare agonistiche di automobilismo. Nel 1920 vi furono le prime gare con l’Alfa Romeo e negli anni venne insignito di numerose onorificenze, per i risultati sportivi raggiunti.

Nel 1929 fu chiamato dall’Alfa Romeo per fondare una squadra corse, che prenderà il nome di Scuderia Ferrari. Il team comprendeva oltre 40 piloti, tra i quali Ascari, Nuvolari e lo stesso Ferrari che gareggiò sino al 1932. Finalmente, nel 1947, Enzo Ferrari fondò la casa automobilistica che porta il suo nome.

Durante gli anni Cinquanta, la Ferrari inizia a mietere successi nelle gare più importanti in giro per il mondo. Il successo nel campo sportivo segna anche un notevole interesse da parte del pubblico, che vuole e desidera possedere una Ferrari. Così la produzione e le vendite crescono con il crescere delle vittorie in pista.

Il brand nei tempi odierni.

Negli anni la casa automobilistica di Maranello ha finanziato la partecipazione alle gare automobilistiche, con la produzione di automobili sportive d’alta fascia. La sua attività si concentra sulla progettazione, la fabbricazione e commercializzazione di autovetture di lusso a privati. Il 90% circa della produzione Ferrari viene venduta negli oltre 60 mercati mondiali in cui è presente.

Le auto Ferrari, sulla scia dei successi in pista, si configurano sempre più come oggetti del desiderio, rafforzando maggiormente l’immagine e la reputazione aziendale. Nel 2013 e 2014 il marchio Ferrari è stato riconosciuto come il più influente al mondo dalla annuale classifica della Brand Finance.

Ferrari: profilo societario.

Il gruppo Ferrari è uno dei principali punti di riferimento mondiali per quanto riguarda le automobili di lusso. La sua attività abbraccia tutta la filiera in questione e comprende la progettazione, ma anche la realizzazione e la commercializzazione. Presente in più di 60 Paesi del mondo, il gruppo esporta quasi tutta la sua produzione ed è forte della presenza di più di 200 concessionarie su scala internazionale.

Compare azioni Ferrari: i competitors.

Il gruppo Ferrari ha diversi competitors. Tra questi è possibile ricordare Rolls-Royce, azienda che occupa una posizione di leadership nell’ambito della vendita di autoveicoli di alta gamma. Al secondo posto su scala mondiale troviamo un altro marchio famosissimo, ossia Bentley. Al terzo posto per quanto riguarda le vendite è presente invece il gruppo Ferrari.

Subito sotto si colloca invece il marchio Lamborghini, al quale segue il brand Maserati. Un consiglio importantissimo per chi decide di comprare azioni Ferrari riguarda lo studio di questa concorrenza, step essenziale prima di dare vita a una strategia di investimento.

Comprare azioni Ferrari: i partners.

Per comprendere al meglio le peculiarità del mondo Ferrari, è utile concentrarsi anche sulle partnership. Interessante a tal proposito è quella stipulata nel 2008 con Bridgestone. L’accordo in questione è stato siglato con lo scopo di arrivare a una configurazione perfetta degli pneumatici delle vetture del Gran Premio d’Italia.

Da citare è anche la partnership di lunga data con Shell. Quest’ultima ha effetti sia nell’ambito della Formula 1, sia per quanto riguarda il processo di ricerca e di sviluppo. Risale al 2005 un’altra partnership importante, ossia quella con il gruppo Puma, che ha prodotto diversi modelli di scarpe dedicati al mondo delle corse automobilistiche.

Ferrari: analisi delle quotazioni.

Quello attuale è stato per il gruppo Ferrari un anno decisamente positivo. L’esercizio di bilancio si è infatti chiuso con una crescita del 38%, con ricavi netti pari a 3,1 miliardi di euro. La vendita delle auto ha avuto un incremento del 4,6% rispetto all’anno precedente. Secondo il management del gruppo automobilistico i ricavi supereranno i 3 miliardi di euro e con un EBITDA Adjusted di circa 950 milioni di euro. La cedola per gli azionisti vede un dividendo pari a 0,635 euro per azione ordinaria, con utili complessivi distribuiti pari a 120 milioni di euro. Salgono i profitti provenienti dall’area geografica della Cina, Hong Kong e Taiwan con un aumento pari al 3,2%.

Dopo la presentazione dei conti finanziari del primo trimestre 2017 la quotazione del titolo Ferrari in Borsa ha registrato un aumento di 3,5 punti percentuali, passando a 72 euro per azione. Le azioni Ferrari registrarono un minimo storico nel febbraio 2016 con la quotazione di 28 euro per azione, da quel momento a oggi il titolo Ferrari ha guadagnato il 150%.

Comprare azioni Ferrari: Gli obiettivi.

Gli obiettivi del gruppo Ferrari sembrano di fatto convincere anche gli analisti che confermano un periodo rialzista per la casa automobilistica. Gli esperti della banca d’affari Berenberg ha aumentato il target price del titolo Ferrari portandolo a 90 euro con l’indicazione di acquisto delle azioni. Anche gli esperti di Jefferies hanno aumentato il prezzo obiettivo del titolo della casa automobilistica fissandolo a 87 euro e anche per loro il giudizio di rating sul titolo Ferrari è fissato a buy. Dello stesso avviso anche gli analisti di Citigroup che ha fissato il target price per il titolo Ferrari a 84 euro.  Gli analisti di Morgan Stanley hanno aumentato il prezzo obiettivo sulle azioni Ferrari portandolo da 72 dollari a 100 dollari, con un giudizio confermato su overweight.

Comprare azioni Ferrari: Le strategie.

La strategia del gruppo Ferrari nel medio e lungo periodo punta alla possibilità di diversificare i suoi prodotti e trarre profitti non solo dalla vendita delle automobili di lusso. L’obiettivo è quello di posizionare il titolo Ferrari sul mercato come un brand di lusso, con una sempre più attenta strategia di posizionamento di tutti i prodotti legati al merchandising del gruppo.

Le altre prospettive del gruppo Ferrari sono orientate allo sviluppo dell’elettrico via ibrido. Portare avanti la tecnologia ibrida sulle vetture Ferrari, secondo l’opinione del management di Maranello, è imprescindibile per il futuro del marchio. La casa automobilistica italiana è già impegnata nelle fasi di ricerca e sviluppo, attraverso una partnership con Google. Infatti, le smart-car Ferrari con guida autonoma potrebbero diventare realtà entro il prossimo 2020. Una sfida che tutte le più importanti case automobilistiche stanno affrontando e rispetto alla quale il marchio del cavallino rampante non può certo tirarsi indietro.

Ferrari: come e dove acquistare le azioni.

Le opportunità per acquistare le azioni legate al marchio Ferrari sono essenzialmente due:

  • Chi ha un grosso budget da investire si rivolge ad una banca.
  • Chi ha un budget ridotto da investire si affida al Trading CFD.

 

Qual è la differenza? Chi si rivolge ad una banca solitamente è un imprenditore che intendere acquistare proprio parte delle quote di Ferrari. In questo caso, occorre analizzare gli aspetti di natura fiscale. Infatti sul deposito titoli nel quale confluiranno le nostre azioni Ferrari occorrerà pagare un’imposta di bollo ammontante allo 0,20% annuo.

Oltre all’imposta di bollo, suggeriamo di dare uno sguardo al capital gain, ovvero al guadagno frutto di un’operazione finanziaria. Viene calcolato come differenziale tra il prezzo di vendita e quello di acquisto delle azioni. Sul capital gain viene applicata un’aliquota fiscale che, nel caso di azioni estere, è pari al 26%, esattamente come avviene per le azioni italiane. L’applicazione dell’aliquota del 26% va inoltre applicata anche sui dividendi delle azioni estere, subendo in questo caso (contrariamente a quanto previsto per le azioni italiane) una doppia tassazione.

Ora che abbiamo avuto modo di elencare quali sono gli impegni commissionali e fiscali che un titolare di azioni estere deve affrontare nel corso del proprio impiego, risulterà essere maggiormente apprezzabile la differenza che sussiste tra l’investimento diretto in azioni Ferrari e l’investimento con strumenti derivati come i Cfd Ferrari.

Comprare azioni Ferrari: I vantaggi dei CFD.

Attraverso l’acquisto in Cfd, l’investitore non entrerà mai in diretto possesso dei titoli azionari della società e, dunque, non dovrà pagare gli oneri tipici della titolarità di un deposito titoli.

Per il resto, risulta evidente come questa sia solamente una delle tante divergenze che separano l’investimento diretto in azioni Ferrari da un investimento “derivato”. Il primo si presta ad esempio piuttosto bene per una strategia buy and hold, mentre il secondo è tipicamente speculativo di breve e brevissimo termine. Con il secondo si può inoltre agevolmente moltiplicare l’effetto delle proprie operazioni attraverso un sapiente uso della leva finanziaria, andando così a rendere l’impiego in contratti per differenza uno strumento ad alto rischio e alto rendimento. Il funzionamento del trading online si basa molto proprio su questo principio.

Inoltre, chi si affida al trading Cfd, può investire anche solo poche centinaia di euro. Questa possibilità è la più usata, proprio perché alla portata di tutti. Già in passato, ad esempio, ci siamo occupati dei vantaggi inerenti l’acquisto di azioni in Cfd con il caso di Amazon. In questo articolo troverete l’approfondimento.

Parlando di Cfd in generale, consigliamo caldamente di scaricare in modo gratuito la guida al trading online di 24option, grazie alla quale sarà possibile capire il principio chiave del trading online e tradare con consapevolezza senza correre inutili rischi. Inoltre il broker 24option offre la possibilità di iniziare con un conto demo gratuito di 100.000€ virtuali senza vincoli di deposito.

Analizziamo meglio i vantaggi di questo broker.

Il miglior broker per acquistare azioni Ferrari: 24option.

Per comprare azioni Ferrari, la scelta migliore consiste nel farlo attraverso 24Option,  innanzitutto perché è una piattaforma certificata e quindi assolutamente legale. Autorizzato dalla Consob e in possesso di licenza CySEC, è una garanzia per tutti gli utenti che, quando cominciano a investire, vogliono stare tranquilli in merito alla gestione dei propri soldi.

24option – Ebook.

Il broker 24Option presenta anche altri vantaggi. Da ricordare, per esempio, è la possibilità di utilizzarlo agevolmente anche se non si ha molta esperienza nel campo del trading online. Chi è alle prime armi con gli investimenti sulle azioni Ferrari, o in generale su altri asset, può trovare in questa piattaforma una buona opportunità per formarsi. Questo è possibile grazie a un ebook gatuito e soprattutto molto chiaro sugli aspetti pratici delle operazioni.

Il web è pieno di pseudo-corsi che affermano di insegnare il trading online. Purtroppo, spesso tali sedicenti formatori chiedono migliaia di euro e non prendano neanche in considerazione i dettagli pratici. Al contrario, il corso di 24Option è privo di concetti tecnici e permette di apprendere i migliori trucchi per comprare azioni Ferrari (ma anche per operare con altri asset).

Clicca qui per scaricare gratuitamente l'Ebook di 24option.

24option – Segnali di trading.

I punti interessanti di questo broker non finiscono certo qui. Degni di nota sono infatti anche i segnali di trading, ossia consigli sulle posizioni da aprire messi a punto da investitori di fama internazionale. Si tratta di risorse estremamente efficaci che, in altri casi, sono messe a disposizione a fronte del pagamento di abbonamenti. 24Option, invece, permette di accedere ai segnali di trading gratuitamente.

Clicca qui per iscriverti sul sito ufficiale e provare i segnali di trading.

Comprare azioni Ferrari: Conclusioni.

Grazie a broker come 24Option, la possibilità di comprare azioni Ferrari è alla portata di tutti. Per operare con sicurezza, però, non bisogna improvvisare. Questo vuol dire innanzitutto sfruttare il conto demo, che permette di esercitarsi senza rischiare il capitale. Quando ci si sente pronti, si può aprire il conto con denaro reale. Nel caso di 24Option, è sufficiente un deposito di 100 euro.

Anche se il broker in questione è sicuro, prima di aprire il conto con denaro reale e iniziare a comprare azioni Ferrari è il caso non solo di formarsi a livello tecnico e pratico, ma anche di trovare il giusto equilibrio tra voglia di guadagnare e paura di perdere, due sentimenti normalissimi quando si fa trading e che è bene imparare a gestire.

Ti sono stati utili questi consigli? Speriamo proprio di sì! Ora che sei alla fine della guida, ti chiediamo di condividerla con i tuoi contatti social su Facebook e non solo. Aiuterai altre persone a familiarizzare con i migliori trucchi per comprare azioni Ferrari.

Clicca qui per registrarti su 24option.