Prysmian, escono i dati e il titolo come reagisce?

PRYSMIAN

Questo corso utilizza la piattaforma gratuita Il modo migliore per imparare il trading è fare pratica, ti consigliamo di (tempo richiesto 1 minuto)

Oggi analizziamo le azioni del titolo Prysmian per capire, alla luce dei risultati trimestrali, come si è comportato il titolo e quali sono i suoi sviluppi futuri.

Il titolo dei cavi ha archiviato i primi 9 mesi dell’anno con un fatturato in netta crescita, ma nonostante i buoni dati forse già scontati dal mercato i prezzi oggi sono stati negativi.

Vediamo più nel dettaglio i risultati:

  • Ricavi in crescita del 6.9%
  • Ebita salito dell’ 11.4%
  • L’utile netto ha fatto un balzo del 2.9% sfiorato i 140 milioni di euro.

La conference call dell’AD Battista è stata molto incentrata sull Ebitda che si dovrebbe assestare tra i 590-640 milioni di euro, non si possono fare previsioni precise a causa di alcuni elementi d’incertezza, tra cui il mercato dei cambi che in questa fase di mercato si presenta molto volatile. La previsione dell’impatto del cambio sui conti è positiva, anche perché molto legato al cross euro dollaro che sta scendendo in maniera importante.

Buone news arrivano anche dall’indebitamento, che scende dai 1292 miliardi di un anno prima a 979 dell’ultimo semestre, quindi un altro dato positivo. Inoltre il direttore finanziario Facchini si è esposto, dicendo che prevede che entro l’anno 2016 l’indebitamento scenderà a una cifra inferiore ai 700 milioni di euro.

Altro tema che è stato toccato durante la conference call dal’AD è legato a nuove possibili acquisizioni. Arriva la conferma che nel 2016 ci sarà con buona probabilità la possibilità di un acquisizione di medie dimensioni, ma nel caso essa non ci sia, la disponibilità finanziaria potrebbe venir distribuita in forma di dividendo straordinario agli azionisti.

La conference si è conclusa con la previsione del suo AD Battista che vede per il gruppo una crescita dei ricavi pari al 5%.

Passiamo ora ad analizzare il titolo dal punto di vista dell’analisi tecnica:

Le quotazioni si sono buttate in una lunga fase laterale che vede come fascia di oscillazione l’area compresa tra 21-18.

Oggi, con l’uscita dei dati, abbiamo visto che il livello di prezzo di 20 risulta esser molto coriaceo e fa fare delle riflessioni.

Dal nostro punto di vista, tenuto conto di una conference comunque positiva sembra davvero strano pensare che i prezzi non siano schizzati, anche vista la possibilità di un dividendo straordinario, ma anzi sono scesi in maniera violenta.

Quindi secondo le nostre analisi c’è la probabilità che le quotazioni rompano a breve il livello di 18 andando a cercare un minimo di periodo che a nostro avviso è probabile che venga trovato al livello di 15.

 

 

 

 

Passa subito all'azione: e inizia a sperimentare il trading di CFD (tempo richiesto 1 minuto)

Miglior broker per CFD

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
Plus500
  • Serietà del brand
  • Piattaforma potente e flessibile
100€ Inizia
Markets
  • Conto demo gratuito
  • Quotato London Stock Exchange
100€ Inizia