Mercato azionario dopo la Fed è Buy?

Questo corso utilizza la piattaforma gratuita Il modo migliore per imparare il trading è fare pratica, ti consigliamo di (tempo richiesto 1 minuto)

Dopo la decisione delle varie banche centrali, ora vediamo la situazione dei mercati azionari, per capire se siamo di fronte a una buy opportunity.

Abbiamo assistito a due settimane davvero molto intense, che ci richiedono certamente una revisione delle situazione per capire cosa è successo nel mercato e quali sono le prospettive per i diversi indici:

-La Fed, ha deciso di non alzare i tassi di interesse, ma ha detto di più, ossia ha ridotto da 4 a 2 i possibili rialzi dei tassi in questo anno. Noi eravamo scettici che ci potessero essere tutti questi rialzi durante un unico anno lo siamo ancora di più oggi, perché crediamo fattibile al massimo un unico rialzo non di più. Detto questo, ovviamente la situazione è piaciuta molto ai mercati, in particolare il mercato americano, con Sp500 che sta cercando un nuovo massimo di periodo, ma entreremo nel dettaglio dei livelli.

-Il Giappone, ha mantenuto invariate le sue politiche espansive, che sono un livello davvero molto imponente. L’idea, o forse quello che molti si attendevano che ci fossero nuovi rialzi, invece il primo ministro Kuroda ha premesso, ma di fatto al momento non si è mosso. Visti i risultati ottenuti in passato forse ha fatto bene, noi crediamo.

-Bce, qui la situazione è davvero drammatica, infatti abbiamo avuto una banca centrale che la scorsa settimana ha ampliato notevolmente la sua politica espansiva con varie misure, ma ne il cambio ne tantomento gli indici europei hanno avuto dei benefici reali anzi….Qui abbiamo la situazione più tesa perché abbiamo unica banca centrale che spinge in maniera crescente e gli indici che più dovrebbero beneficiarne che sono quelli che perdono maggiormente.

Ora passiamo a capire nel dettaglio i valori dei singoli indici azionari per vedere le potenzialità di salita la direzionalità:

-Sp500, il mercato sta cercando un massimo di fine ciclo che nostro avviso potrebbe essere molto vicino. I livelli che noi osserviamo con maggiore interesse sono il livello di 2050-2060 e ora i prezzi sono su questi livelli.Quindi attendiamo che arrivi debolezza per entrare short.

-Nikkei, sta disegnando una pericolosa figura d’inversione la rottura del livello di 16500 sarebbe un bel segnale d’ingresso short. Analizzando in comparazione notiamo che giustamente mentre Sp500 sta ancora alto, mentre Indice giapponese inizia a disegnare figure di ribasso e indice italiano invece come vedremo ha già iniziato la discesa.

-Ftse Mib, si conferma essere il più debole in assoluto con la rottura del livello di 18000 mila punti decreterebbe la fine del movimento direzionale del listino e la ripresa del trend principale ossia quello di ribasso.

Passa subito all'azione: e inizia a sperimentare il trading di CFD (tempo richiesto 1 minuto)

Miglior broker per CFD

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
Plus500
  • Serietà del brand
  • Piattaforma potente e flessibile
100€ Inizia
Markets
  • Conto demo gratuito
  • Quotato London Stock Exchange
100€ Inizia