Maercati azionari, che cosa sta accadendo?

Mercati azionari

Questo corso utilizza la piattaforma gratuita Il modo migliore per imparare il trading è fare pratica, ti consigliamo di (tempo richiesto 1 minuto)

Oggi osserviamo con attenzione, quali sono le ragioni di queste forti turbolenze sui mercati. Come si possono sfruttare per un trading di qualità.

La settimana appena trascorsa, ha due focus molto chiari, che sono poi quelli che ci trasciniamo dall’anno 2015, ossia la crisi della Cina e il prezzo del petrolio. In questa ultima settimana, proprio il prezzo del petrolio. Con questa settimana si ufficializza l’entrata nel mercato anche dell’Iran e questo anche se si sapeva, ha scatenato delle forti perdite sui mercati arabi con crolli medi del 7%. Ora quello che stanno cercando di capire gli investitori, quando e chi sarà in grado di arretrare questa caduta libera del petrolio, che continua inesorabile e in settimana ha rotto anche il livello psicologico dei 30. Noi non sappiamo quale evento o entità possa salvare la situazione, ma se non ci sarà un intervento esterno, la situazione diventerà davvero insostenibile. Dal punto di vista tecnico venerdì si è visto a 28 il primo timido tentativo d’inversione, ma se non arrivano altri compratori, sarà solo una pausa della recente discesa, quindi osserviamo con attenzione.

Mercati finanziari, dove il peso dei petroliferi è molto alto stanno soffrendo tantissimo e lo vediamo nei singoli indici:

-Ftse Mib, crolla come una pera cotta, anche sulla forte debolezza di oggi del settore bancario. Brutte notizie arrivano dal Portogallo dopo una riorganizzazione dei bonds di Espirito santo fallito stanno contagiando tutta l’Europa in primis l’Italia, dove il peso dei bancari è molto elevato. Il livello da monitorare con estera attenzione per nuovi acquisti long a nostro giudizio, il livello in area 18500-18000 mila punti, quella è una area di prezzo davvero molto importante dove a nostro avviso vedremo finire la fase ribassista degli indici.

-Sp500, oggi giornata festiva, quindi movimenti praticamente inutili. La settimana appena trascorsa evidenzia in maniera chiara la fine di un movimento rialzista di lungo termine, che vedrà quindi nei prossimi mesi una serie di cicli altamente negativi. Ora ci troviamo nella fase finale del movimento ribassista.Quindi nel breve, ci possiamo attendere una ripartenza ciclica importante, che nel breve quindi vedrà un fortissimo movimento rialzista, ma dovrà essere solo un momento per prendere profitto sugli short e poterli riaprire a prezzi più elevati.

Quindi la nostra vision sui mercati per il 2016 è altamente negativa, con una inversione strutturale dei prezzi, ma nel breve ci aspettiamo di essere come prezzi, sulla chiusura ciclica e quindi ci attendiamo una risalita dei prezzi forte.Quindi il nostro consiglio rimane quello di chiudere short e prendere profitto e non accumulare nuove posizioni perché il trend di breve è in esaurimento.

Passa subito all'azione: e inizia a sperimentare il trading di CFD (tempo richiesto 1 minuto)

Miglior broker per CFD

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
Plus500
  • Serietà del brand
  • Piattaforma potente e flessibile
100€ Inizia
Markets
  • Conto demo gratuito
  • Quotato London Stock Exchange
100€ Inizia