Trading automatico di Bitcoin: come funziona? Si può fare con sicurezza?

migliori piattaforme criptovalute
25 gennaio 2018
|
0 Comments
|

Le operazioni con i Bitcoin sono alla portata di tutti da diverso tempo a questa parte. Le criptovalute, infatti, sono un asset molto interessante, del quale si parla su diversi media sia con toni professionali, sia in maniera divulgativa. Si parla anche tanto di trading automatico di Bitcoin. Se vuoi sapere qualcosa di più in merito, leggi la guida che abbiamo preparato.

trading automatico di bitcoinCome fare trading di Bitcoin

Prima di entrare nel vivo del trading automatico di Bitcoin, è il caso di capire le linee principali del trading con la più famosa criptovaluta del mondo.

Caratterizzata da una capitalizzazione molto importante, la criptomoneta ideata da Satoshi Nakamoto non prevede controlli da parte di enti esterni, siano essi governativi o bancari.

In questi anni passati dal lancio di Bitcoin (il tutto è partito nel 2009), sempre più persone si sono interessate a questa criptovaluta. Questo ha portato a delle evoluzioni positive, ma anche all’insorgere di tantissime situazioni negative, come per esempio le truffe.

I casi di questo tipo e la poca informazione in merito hanno portato molte persone a diventare diffidenti nei confronti del Bitcoin.

A tal proposito è bene ricordare che il Bitcoin non è una truffa. Se ci si affida a broker seri, infatti, è possibile fare trading in maniera efficace e sicura, senza preoccuparsi che qualcuno sottragga i soldi del conto o che l’exchange chiuda all’improvviso.

Non bisogna essere diffidenti ma scegliere, come già detto, i broker giusti. Quali sono i consigli da seguire al proposito?

  • Attenzione all’aspetto legale: i broker online seri sono quelli regolamentati dalla Cysec – l’organo di sicurezza finanziaria di Cipro – e dalla Consob.
  • Gratuità: oggi come oggi, è impensabile pagare commissioni per il trading online. I broker migliori, infatti, guadagnano solo dallo spread, ossia la differenza tra bid e ask, minima e fissa.
  • Contenuti formativi: per fare trading di Bitcoin – e non solo – è necessario formarsi. Le criptovalute in particolare sono asset molto volatili ed è bene gestirle con le giuste conoscenze. I broker migliori mettono a disposizione contenuti formativi gratuiti utili al proposito.
  • Possibilità di aprire un conto demo: il trading di Bitcoin, così come le operazioni con le altre criptovalute, è molto rischioso. Si parla infatti di asset a dir poco volatili. Per evitare di mettere a rischio il proprio capitale, è il caso di provare il conto demo, che non prevede l’utilizzo di denaro reale. Dopo averlo utilizzato per un paio di settimane massimo, però, è il caso di passare a quello con denaro reale.

Il trading automatico di Bitcoin funziona?

A questo punto è il caso di parlare di trading automatico di Bitcoin. Di cosa si tratta? Di un approccio che non necessita previsioni da parte del trader. Tutto, infatti, si basa su segnali forniti da programmi automatici. A prima vista, può apparire una strada allettante.

Si tratta di un’alternativa sicura? La risposta è complessa. In primo luogo, bisogna ricordare che non sempre i robot sono affidabili. Non dimentichiamo che parliamo comunque di programmi, quindi di situazioni suscettibili di errore.

In secondo luogo, è fondamentale ricordare ancora una volta la presenza online di situazioni poco legali, ossia realtà che promettono soldi facili in poco tempo e senza l’onere di effettuare previsioni.

Esiste però un approccio al trading automatico di Bitcoin che non comporta rischi. Di cosa si tratta? Del broker eToro.

Questa piattaforma ha fatto guadagnare fama mondiale a un concetto davvero innovativo: il social trading.

eToro è infatti un social network a tutti gli effetti. Gli iscritti, tramite l’apposita funzione di ricerca, possono trovare trader abili e replicare le loro strategie. Gli investitori migliori, se altri utenti copiano la loro strategia, hanno la possibilità di guadagnare, arrivando a raggiungere anche cifre molto importanti ogni mese.

Il meccanismo in questione permette anche ai principianti di cominciare a operare con le criptovalute. Si tratta di una forma di trading automatico di Bitcoin? Non proprio. Per essere davvero corretti, bisognerebbe definirla come un mix tra l’intelligenza artificiale e quella umana, sempre migliore quando si parla di prendere decisioni relative a investimenti e speculazioni.

L’utilizzo di eToro è molto semplice. Come tutti i social network, questa piattaforma per il trading online criptovalute e per il trading automatico di Bitcoin è dotata di un newsfeed.

Grazie ad esso, gli utenti possono ricevere senza problemi gli aggiornamenti dagli altri trader. I singoli iscritti possono

  • Postare informazioni importanti sulla propria strategia
  • Spiegare le varie decisioni d’investimento
  • Condividere conoscenze con la community

I trader migliori, ossia quelli che vengono seguiti dagli altri utenti, sono noti come Popular Investors. Cosa fare dopo averne individuato uno? La prima cosa da dire è che bisogna interrogarsi sulla strategia.

Si punta a seguire un solo trader o a diversificare gli investimenti? La domanda successiva da farsi riguarda le tempistiche.

I trader, infatti, si muovono in maniera diversa da questo punto di vista. C’è chi preferisce il day trading e chi, invece, mantiene le posizioni aperte per diversi mesi.

Data questa doverosa premessa, è il caso di ricordare l’importanza di sperimentare.

Vantaggi di eToro

eToro è un broker online che permette di sperimentare in prima persona una forma di trading automatico di Bitcoin estremamente efficace.

Questo, però, non è l’unico vantaggio da prendere in considerazione quando si parla della piattaforma. eToro, infatti, è un broker gratuito, che guadagna solo dallo spread, ossia la differenza minima tra bid e ask.

eToro è uno dei migliori broker per il trading di Bitcoin

Comincia ora a fare trading su bitcoin con eToro
eToro, inoltre, è disponibile in diverse lingue, dall’inglese, al tedesco, allo spagnolo, al polacco. Questo broker consente di aprire un conto demo senza denaro reale.

Ciò significa che è possibile fare trading di Bitcoin – ma anche con altre criptovalute – dopo essersi “allenati” senza denaro reale.

Una volta superato questo step iniziale, però, bisogna passare al conto con denaro reale. In questo modo, infatti, è possibile sperimentare direttamente il rischio del trading di Bitcoin e affinare la propria strategia.