Investire in EOS: vantaggi e quali broker scegliere

investire in eos
18 maggio 2018
|
0 Comments
|

Sono molte le persone che, in questo periodo, cercano informazioni su come investire in EOS. Questa criptovaluta, ancora non ufficialmente nata (la ICO avrà termine il prossimo 1° giugno), sta destando l’interesse di trader in tutto il mondo.

Come sfruttarne i vantaggi per le proprie operazioni? Nella guida che trovi qui sotto, abbiamo cercato di rispondere a questa domanda. Parleremo delle caratteristiche di EOS, ma anche dei contesti migliori per fare trading, ossia i broker come Plus500 (clicca qui per aprire un conto demo gratuito). Per agevolarti nella lettura, abbiamo anche preparato un indice. In questo modo, potrai approfondire con semplicità gli argomenti che più ti interessano.

Comprare EOS: cosa sapere prima di iniziare a fare trading

Investire in EOS conviene? Per rispondere a questa domanda, bisogna innanzitutto comprendere le caratteristiche della valuta digitale stessa. Come già detto, il team di EOS ha lanciato una ICO, che finirà agli inizi del mese di giugno dopo quasi un anno di attività. Questa valuta digitale ha una blockchain a sé. La suddetta, si basa sulle seguenti caratteristiche cardine:

  • Scalabilità, ossia la quantità di transazioni che il sistema è in grado di gestire. Gli sviluppatori di EOS si pongono tra gli obiettivi transazioni a latenza molto bassa. Nello specifico, si parla di massimo 10 secondi tra una e l’altra.
  • Flessibilità, ovvero la capacità di bloccare un errore, questo a prescindere dal fatto che l’abbia commesso il sistema o l’utente. Grazie a questo aspetto, per esempio, è possibile annullare la transazione in caso di indirizzo errato.
  • Usabilità, ossia la semplicità di utilizzo della piattaforma, che deve essere fruibile anche in caso di poca dimestichezza con gli strumenti informatici.

La mission del sistema EOS, che si fonda su questi pilastri, è molto chiara: infondere fiducia verso la Blockchain, così da attirare nuovi investitori. Il team, inoltre, si sta impegnando per il finanziamento del progetto block.one. Qual è il suo scopo? La creazione di una blockchain accessibile alle imprese, in modo da consentire alle suddette realtà di avvalersi della tecnologia per i loro business.

I vantaggi di EOS non finiscono certo qui. Oltre a quelli già ricordati, è da citare il sistema operativo decentralizzato. Esso consente agli sviluppatori di creare applicazioni in maniera autonoma. Fondamentale, però, è che siano in possesso di token EOS.

Vantaggi di EOS

Il sistema operativo di EOS può essere hostato su diversi server. Fondamentale, a tal proposito, è rendersi disponibili per la produzione di blocchi. Come già ricordato, di EOS è ancora in corso la ICO. Nei primi mesi dell’Initial Coin Offering, è stata distribuita un’altissima quantità di token, superiore a un milione di unità.

Concludiamo specificando che il team di EOS, seguendo le orme di Ethereum, sta progettando di fare il passaggio dalla tecnologia POW a quella POS. In questo modo, sarà possibile dare vita a una suite per contratti intelligenti. Il progetto della criptovaluta EOS, molto ambizioso, è riassunto in due White Paper ufficiali. Il primo, noto come Technical White Paper, è rivolto agli sviluppatori. Il secondo, ossia il Philosophical White Paper, ha invece come target gli investitori e come obiettivo l’analisi del contesto in cui, secondo le previsioni, EOS si svilupperà.

Comprare EOS crypto: gli strumenti giusti

Data questa doverosa premessa, è possibile iniziare ad aprire la parentesi trading. Chiedersi come comprare EOS non è propriamente corretto. Questa criptovaluta, infatti, è molto volatile, esattamente come tutte le altre. Per tutelarsi da questa situazione, si può fare riferimento ai CFD. Cosa sono di preciso? Iniziamo a dire che il loro acronimo si scioglie con Contracts for Difference.

I CFD sono strumenti derivati diffusi da una ventina d’anni. La loro popolarità, però, è cresciuta notevolmente da quando il trading online è diventato appannaggio di tutti.
La loro peculiarità principale riguarda la possibilità di replicare l’andamento dell’asset senza bisogno di acquistarlo. Chi ricorre ai CFD, in poche parole, può guadagnare anche quando l’asset perde quota. Quello che conta, infatti, è aprire la posizione giusta tra long e short.

I CFD, da punto di vista degli oneri economici, sono caratterizzati unicamente dallo spread, ossia la dfferenza tra bid e ask. Non vengono applicate commissioni. Tutto questo ha un rovescio della medaglia. In cosa consiste? Nella leva finanziaria. Questo moltiplicatore, grazie al quale è possibile esporsi sul mecato con una cifra più alta rispetto al deposito iniziale, amplifica sia i guadagni sia le perdite.
Alla luce di tutto questo, ricordiamo l’importanza di gestire al meglio i meccanismi di stop loss. Grazie ad essi, infatti, è possibile indicare al broker quando arrestare le perdite.

Buy EOS: i broker migliori

Chi si chiede come investire in EOS, si pone domande anche sui broker online sui quali operare. Per sceglierli, è innanzitutto fondamentale ricordare l’importanza della legalità. Se una piattaforma è dotata di licenza CySEC e autorizzata a operare nei vari contesti nazionali da realtà come la CySEC e la CONSOB, si può stare tranquilli.

Fondamentale è anche che il broker scelto per il trading di EOS sia gratuito. La piattaforma, infatti, non deve applicare commissioni. L’unico onere a carico dell’utente deve essere lo spread, ossia la differenza minima tra bid e ask. Molto utile, come vedremo, è anche la possibilità di aprire un conto demo. Detto questo, possiamo dare un’occhiata alle caratteristiche dei broker che consentono di fare trading EOS. Parleremo nello specifico di Plus500 ed eToro.

Investire in EOS su Plus500

Investire in EOS su Plus500 (apri qui il tuo conto demo) è un’ottima scelta. Questo broker, infatti, si contraddistingue per l’alto livello di sicurezza e per la possibilità di operare anche se si è alle prime armi. L’interfaccia, infatti, è molto semplice. Basta cliccare sul pulsante “Inizia a fare trading adesso” per trovarsi nella pagina dedicata alla scelta tra conto demo e conto con denaro reale.

Il primo rappesenta senza dubbio la soluzione migliore per iniziare a investire in EOS. Quali sono le sue caratteristiche? La presenza di 50.000 euro virtuali accreditati. Con essi, è possibile sperimentare le peculiarità del trading online.

Simulazione trading EOS Plus500

Per investire in EOS con il conto demo di Plus500 (aprilo ora) è necessario accedere alla schermata principale. Come è chiaro dall’immagine sottostante, per iniziare a operare bisogna digitare il nome dell’asset nell’apposito record. Una volta superato questo step, si ha la possibilità di cominciare la simulazione di trading grazie ai CFD, che permettono di aprire posizioni in pochi secondi.

investire in eos

Plus500 è un broker molto utile per investire in EOS

Il conto demo di Plus500 (clicca qui per aprirlo) non deve essere considerato un’opzione perenne. Dopo qualche ora di prova, infatti, è consigliabile optare per quello con denaro reale. Per aprirlo, è sufficiente effettuare un deposito minimo di 100 euro.

Investire in EOS su eToro

Apriamo ora una parentesi molto importante per chi vuole investire in EOS in sicurezza. eToro è un broker che ha rivoluzionato totalmente l’universo del trading online. Lanciato nel 2007 e autorizzato in Italia nel 2010, si contraddistingue per l’approccio social. Il social trading è un mix tra il trading automatico e l’intelligenza umana. Come funziona? Tutto, come dice la parola stessa, si basa su un meccanismo social. Ogni singolo iscritto ha a dispozione un profilo gratuito, tramite il quale può condividere strategie e risultati.
I trader che ottengono i migliori sono conosciuti come guru e possono essere seguiti in maniera automatica da altri utenti. Chi viene seguito guadagna, mentre chi segue e vuole investire in EOS in maniera efficace ha la possibilità di migliorare partendo da basi concrete.

Simulazione trading EOS eToro

Esistono alcuni trucchi molto semplici che permettono di investire in EOS in maniera sicura. Il primo consiste nell’apertura del conto demo. eToro permette di “allenarsi” con il trading EOS e non solo grazie a un conto senza denaro reale. Cosa bisogna fare per aprirlo? Ecco la procedura passo passo:

  • Accedi a eToro.com
  • Scrolla la home page fino a quando non ti trovi davanti al pulsante verde “Iscriviti subito”
  • Cliccaci su e scegli se compilare il form con i tuoi dati o se accreditarti con le credenziali dell’account Google o Facebook.
  • Segui le procedura di verifica del conto.

Una volta completato il tutto, è possibile familiarizzare con l’ambiente di trading. Per cominciare a operae con EOS e a prendere informazioni sulle scelte dei guru, basta digitare il nome dell’asset nell’apposito record di ricerca. Nell’immagine sottostante, puoi vedere la schermata principale dell’ambiente demo di eToro.

investire in eos

eToro permette di investire in EOS grazie al social trading

Il secondo consiglio utile per investire in EOS con eToro (clicca qui per aprire il conto demo) consiste nel seguire più di un guru. In questo modo, qualora i risultati non dovessero essere più soddisfacenti, è possibile aggiustare il proprio portafoglio.

Concludiamo ricordando che, per minimizzare il rischio che contraddistingue il trading in generale, è consigliabile optare per il Money Management. Questa tattica, molto semplice ma rilevante, prevede la divisione del capitale in più parti. Ciascuna, che non deve superare il 5% del deposito iniziale, è da destinare a una singola operazione.