Indice Dow Jones

2 dicembre 2016
|
0 Comments
|

L’indice Dow Jones è il più famoso indice azionario americano, per molti anni il più importante della Borsa di New York. La sua composizione si basa su una valutazione umana, che non si basa soltanto sul peso della capitalizzazione delle sue componenti. Dalla sua nascita, infatti, questo indice è stato creato e anno dopo anno aggiornato dal Wall Street Journal, fondato da Charles Dow, lo stesso fondatore dell’indice. L’idea alla base della creazione dell’indice era quello di misurare un paniere con le 30 società per azioni più rappresentative, più importanti, tra quelle quotate a Wall Street. La sua filosofia non è cambiata, anche se non è molto “al passo coi tempi” dati tutti i nuovi fattori che compongono il mercato internazionale.

Tra i titoli azionari che compongono l’indice Dow Jones 30 troviamo, in ordine alfabetico: 3M, American Express, AT&T. Boeing, Caterpillar, Chevron Corporation, Cisto Systems, Coca-Cola, ExxonMobil, General Electric, Goldman Sachs, Intel, IBM, Johnson & Johnson, JPMorgan Chase, Microsoft, Nike, Pfizer, Procter & Gamble, United Technologies Corporation, Visa, Wal-Mart, Walt Disney.

In cosa consiste il trading su Dow Jones

Cosa si intende per fare trading sull’indice Dow Jones? Si intende contrattare strumenti finanziari online con lo scopo di trarre profitto dai rialzi e dai ribassi di questo particolare indice. Lo strumento più utilizzato per il trading sul Dow Jones è il CFD.  Qui di seguito mostriamo un grafico in tempo reale dei CFD su Dow Jones offerti da Plus500.

Se desiderate visualizzare le informazioni sui CFD Dow Jones, potete semplicemente cliccare su “visualizza dettagli completi”. Nella pagina che si apre, oltre ai dettagli sull’operatività, potrete approfondire ulteriormente cliccando su “Future-CME”. In tal modo, potrete accedere a questa pagina al fine ottenere altre informazioni dalla pagina ufficiale dei future Dow Jones, tra cui anche il prezzo “sottostante” ufficiale (in fondo alla pagina). Le quotazioni dei CFD su Dow Jones, va specificato,  si riferiscono a quelle dei future Dow Jones con scadenza trimestrale più prossima a quella in cui si contratta. Se ad esempio contrattiamo il 6 maggio, le quotazioni dei CFD Dow Jones faranno riferimento ai future con scadenza al 30 giugno.

Piattaforme per il trading su Dow Jones

Per fare trading sull’indice Jow Jones si possono utilizzare due tipologie di strumento e relative piattaforme.

Tra le piattaforme di negoziazione con autorizzazione e regolamentazione CySEC consigliamo:

  • Piattaforma CFD: un ottimo broker è Plus500
  • Piattaforma opzioni binarie: due ottimi esempi sono IqOption e 24option

Con i CFD (trading tradizionale) si possono ottenere risultati proporzionali alle variazioni di quotazione del titolo. Con le opzioni binarie, invece, è possibile ottenere risultati con esito positivo/negativo in base all’esito del pronostico sul prezzo (alto o basso, rialzo o ribasso).
In ogni caso, il trading online può comportare il rischio di perdita sul capitale investito.