Migliori piattaforme per criptovalute: quali sono, come utilizzarle, vantaggi

migliori piattaforme criptovalute
22 febbraio 2018
|
0 Comments
|

Al giorno d’oggi, sono sempre di più gli utenti che si informano sulle migliori piattaforme per criptovalute.

La cosa non deve sorprendere! Sull’onda del successo di Bitcoin, molte persone si sono interessate anche alle altre criptovalute e hanno scoperto che è possibile fare trading online in maniera sicura ed efficace. Prima, però, bisogna capire come.

Nelle prossime righe, potrai trovare qualche semplice informazione al proposito, con consigli specifici per fare trading in maniera efficace.

Piattaforme di trading: quali sono i criteri da prendere in considerazione prima di scegliere?

La scelta della piattaforma di trading di riferimento non deve essere fatta alla leggera. Essenziale, infatti, è considerare alcuni criteri, molto importante se si punta a fare trading in maniera sicura. Quali sono? Ecco i principali.

  • Legalità: quando si punta alla scelta delle migliori piattaforme per criptovalute, è necessario orientarsi su soluzioni regolamentate a livello internazionale. Il trading online, da una decina d’anni a questa parte, è oggetto di controlli molto stretti e soggetto a linee guida specificate in normative come la MIFID. Se un broker tiene conto di tutto questo, allora è sicuro. Un buon modo per capire se si ha a che fare con una piattaforma valida consiste nel controllare la presenza di riferimenti alla licenza CySEC o Consob. Se c’è, si può stare tranquilli.
  • Gratuità: fino a 7/8 anni fa, quando il trading online, almeno in Italia, era agli albori, era normale pagare commissioni per operare. Oggi le cose sono molto cambiate. I broker seri, infatti, guadagnano dallo spread, la differenza minima tra bid e ask.
  • Deposito iniziale basso: non si tratta di un caposaldo fondamentale, ma senza dubbio di un particolare utile. Se il broker richiede un deposito basso, non è certo male! Di scelte al proposito ce ne sono diverse. Tra queste è possibile ricordare 24 Option, che permette di iniziare con un deposito di soli 100 euro.
  • Possibilità di operare con i CFD: i CFD sono degli strumenti derivati grazie ai quali si ha modo di replicare l’andamento di un asset, senza per forza comprarlo. Questo è un grande vantaggio, in quanto il trader ha la possibilità di evitare i rischi della volatilità di asset come le criptovalute e le azioni. Con i CFD, inoltre, è possibile esporsi con una somma più alta rispetto a quella del deposito grazie alla leva finanziaria.
  • Possibilità di aprire un conto demo: con il conto demo, si ha modo di fare trading online esercitandosi prima senza denaro reale. In questo modo, si evita di mettere a rischio il capitale quando non si ha sufficiente confidenza con l’asset e con la piattaforma.

Risulta molto utile anche la possibilità di operare tramite app. Detto questo, vediamo assieme alcune delle migliori piattaforme per criptovalute.

24Option

24Option è una delle migliori piattaforme per criptovalute in virtù di caratteristiche che vanno dalla semplicità alla possibilità di usufruire di utili contenuti formativi.

I corsi sono molto semplici e vengono affiancati, quando necessario, a una consulenza telefonica personalizzata.

Il broker in questione è ovviamente gratuito e permette di operare con i CFD.

migliori piattaforme criptovalute

24Option è una delle migliori piattaforme criptovalute

Clicca qui per iscriverti gratis su 24option

eToro

In questo caso abbiamo a che fare con una piattaforma che ha rivoluzionato il mondo del trading criptovalute (uno dei primi broker ad offrire il trading sul Bitcoin) e non solo.

eToro, infatti, funziona sulla base del social trading. Oltre che un broker, può essere definito come un social investment network. Ogni iscritto alla piattaforma, autorizzata in Italia nel 2010, ha un suo profilo e la possibilità di condividere, gratuitamente, le proprie strategie ed i risultati raggiunti.

I trader migliori, noti come guru, vengono seguiti. Loro guadagnano, chi segue ha la possibilità di replicare le strategie e affinare la propria. eToro è un broker gratuito, caratterizzato dalla possibilità di operare con i CFD e di utilizzare un conto demo per impratichirsi.

Inizia ora a fare trading con eToro >>

Plus500

Parliamo ora di un grande classico nel mondo del trading online. Quando si elencano le migliori piattaforme per criptovalute, è impossibile non chiamare in causa Plus500, un broker online dal 2008 che ha ottenuto diversi riconoscimenti internazionali per la sua semplicità di utilizzo.

Dotato di regolare licenza CySEC, permette di aprire un conto demo e di operare su diverse criptovalute. Ecco l’elenco di quelle disponibili:

  • Bitcoin
  • Bitcoin cash
  • Ethereum
  • Litecoin
  • Ripple
  • NEM
  • Dash

Plus500, inoltre, permette di operare su altri asset. Tra questi ricordiamo le azioni, le materie prime, gli ETF.
Clicca qui per iscriverti gratis su Plus500

IQ Option

In questo caso abbiamo a che fare con un broker unico nel suo genere. Si tratta infatti della piattaforma che permette di iniziare con una somma di soli 10 euro per il deposito minimo. Non male, vero? Assolutamente no!

Consente inoltre di fare trading con le seguenti criptovalute:

  • Bitcoin
  • Bitcoin Cash
  • Ethereum
  • Ethereum Classic
  • Dash
  • Iota
  • Litecoin
  • Monero
  • OmiseGo
  • Ripple
  • Santiment
  • ZCash

Apprezzato per l’interfaccia semplice, il broker in questione permette di operare con i CFD e di aprire un conto demo.

Inizia ora a fare trading con Iq Option

Degno di nota è anche il broker Markets.com, famoso soprattutto per due motivi. Il primo riguarda la qualità dei suoi sussidi formativi, disponibili anche agli iscritti con conto demo. Il secondo, invece, l’ottimo livello del customer care.

Clicca qui per iscriverti gratis su Markets.com

Conclusione

Come è chiaro da queste righe, le migliori piattaforme per criptovalute sono molto diverse tra loro ma tutte accomunate da un ottimo livello di sicurezza e qualità. Quello che conta non è certo provarle tutte anche se, con il conto demo, nessuno vieta di farlo.

L’importante è che, prima di iniziare a operare, si abbiano le idee chiare sui criteri di scelta dei broker e che, soprattutto, non si dimentichi mai che il rischio è una componente ineliminabile del trading online.

Si può tenere sotto controllo con strategie come il Money Management – divisione del capitale in piccole parti e destinazione di ciascuna di esse a un asset diverso – ma non si può eliminare totalmente.