Conviene scegliere i bonus delle piattaforme di trading?

Sicuramente molti di voi non vedono l’ora di cominciare a fare trading, nel frattempo che state cercando di acquisire alcuni fondamentali concetti di finanza. Penserete: “Meglio conciliare la teoria con la pratica” e, visto che siamo in periodo di offerte, non resistete alla tentazione di aprire un conto di trading binario proprio adesso.

Allora, vi anticipiamo qualche consiglio che vi sarà sicuramente utile all’apertura del vostro primo conto di trading binario.

Ho scelto il broker, sto scegliendo il bonus

In uno dei nostri articoli precedenti, vi abbiamo fatto una veloce panoramica di quelle che possono essere le caratteristiche da preferire nella scelta di una piattaforma. Tra le differenze che contraddistinguono un broker rispetto all’altro ci siamo soffermati anche sulla politica dei bonus.

E qui, vi invitiamo a ragionare con prudenza ed a leggere ogni regolamento della piattaforma selezionata con la dovuta attenzione. Non sempre conviene accettare i bonus.

Vi starete chiedendo: Cosa mi può mai succedere?

Siamo pratici.

Avete aperto il vostro conto di trading ed accetto il pacchetto bonus del 50% sull’importo deposito. Le condizioni del broker da noi scelto prevedono che il bonus sia subito disponibile per il trading e ci vediamo, pertanto, rimpinzato il conto del 50% in più. Se abbiamo, ad esempio, depositato 250 euro, ci viene accreditato direttamente 375 euro.

Siamo entusiasti di cominciare a fare trading, pensando che ci abbiano fatto un regalo di benvenuto e non pensiamo alle condizioni di dettaglio.

Ecco cosa succede: il broker, solitamente, in questi casi, prevede un volume minimo di trading da realizzare, entro un determinato termine, al fine di riscattare definitivamente il bonus.

Il volume minimo di trading che man mano raggiungiamo, come calcolarlo? Basta fare la somma degli importi spesi per ogni singolo trade.

Ed il volume di trading minimo richiesto è così difficile da raggiungere? Dipende anche dalla vostra propensione ad esporvi nel trading, aprendo simultaneamente più trade. Solitamente, infatti, il volume minimo di trading richiesto è pari a 40 volte (ma ciò dipende da quanto fissato dalla piattaforma di trading scelta) del deposito.

Se così fosse dovremmo raggiungere per fare in modo che le 125 euro diventino nostre, un investimento complessivo pari a 5.000 euro. Altrimenti, se nei termini previsti non riusciamo a raggiungere tale target, il broker, a seconda dei termini stabiliti:

  • annulla il bonus e detrae i 125 euro dal conto di deposito. Voi direte: nulla di male. Abbiamo di nuovo i 250 euro, no?
  • detrae i guadagni e le perdite effettuate, durante la fase di raggiungimento del bonus

Capirete che, in questo modo, vi potreste trovare ad avere anche un importo inferiore a 250 euro iniziali se, nell’entusiasmo iniziale, avete rischiato più del solito.

Nel riquadro sottostante, vi facciamo un riepilogo di sintesi, prima di spiegarvi meglio la logica del bonus

bonus2

Quali sono le altre regole per riscattare il bonus

No, il bonus non è impossibile da raggiungere. E’ possibile riscattarlo anche reinvestendo i guadagni da trade, se non avete 5.000 euro disponibili, ma raggiungerlo richiede molta dedizione ed impegno.

Se siete alle prime esperienze, non potete giusto capire sul momento fin quanto la vostra attività di trading vi frutterà, a livello di performance media. Quindi, vi consigliamo di accantonare, per il momento l’idea di approfittare di bonus troppo elevati e di cominciare a sperimentarvi in campo.

Molte piattaforme tra le migliori vi continuano a premiare nel tempo, prevedendo concorsi, gare, i cui premi possono essere in contanti oppure in bonus. Spesso, poi, viene previsto dalla piattaforma anche il “Bonus Invita un amico” che potreste sfruttare ad ogni modo. Quindi, la fase iniziale di apertura del conto non è l’unica in cui potreste trovarvi a valutare se accettare il bonus.

Ricordate che durante la fase di raggiungimento del bonus, non potete effettuare prelievi, altrimenti decadrà automaticamente il bonus. Ora vi spieghiamo un’altra cosa: molte volte, all’apertura del conto di trading, vi viene applicato direttamente il bonus, senza che voi avete optato per esso. Come fare? Fate un primo prelievo, in modo da farlo annullare oppure siatene consapevoli, di maniera tale da non farvi cogliere impreparati.

Vi possono essere ulteriori condizioni da rispettare? Sì, e dipende dal broker. Ecco perché vi consigliamo sempre di leggere approfonditamente le condizioni stabilite. Potrebbe, ad esempio, essere previsto che:

  • bisogna riscattare due volte il bonus: una volta per farselo accreditare (non tutti lo rendono immediatamente disponibile) e la seconda per poter cominciare a fare i primi prelievi dal conto, ovvero per sbloccare il conto
  • alcune tipologie di opzioni binarie, tra le più remunerative non contribuiscono a determinare un maggiore volume minimo di trading. Può essere il caso delle opzioni One Touch
  • in alcuni concorsi di trading, vengono imposti trade minimi da rispettare per ogni contratto di opzione, al fine di raggiungere il bonus

E’ capitato che alcuni broker avessero la promozione “Trades a rischio 0 o garantiti”. Sotto trovate, quasi sempre, la dicitura: “Saranno soggetti alla politica bonus”. Quindi, cosa vuol dire? Se fate quel determinato numero di trade a rischio 0 e perdete, l’importo che avreste perso vi viene convertito in bonus. Avrete così una seconda chance: riscattare il capitale che avete perduto, in un secondo termine, in base alle condizioni stabilite. Questo è un aspetto importante dato che trades a rischio 0 non vuol dire che siete liberi di perdere come e quanto più volete ma semplicemente che avrete una seconda opportunità. Potrebbe essere previsto un tetto complessivo max entro il quale viene garantita la copertura dal rischio.

I conti remunerati. Qualcosa a che vedere con il bonus?

Sì, esattamente. Con i conti remunerati, non otterrete il corrispettivo in interessi, direttamente in contanti. Ma potrete riscattarlo alle condizioni stabilite.

Non tutti i broker offrono tale possibilità ma, se prevista, richiede conti di un certo livello di consistenza di denaro depositato.

Ma il deposito iniziale mi “marchia” a vita? No, non del tutto. Molte piattaforme di trading binario prevede l’opportunità, per i più ambiziosi (per chi del trading intende farne quasi una professione o comunque un serio diletto), di promuovere automaticamente lo status iniziale del conto di trading a quello superiore. Tutto dipende dal saldo finale o dai versamenti addizionali che nel corso del tempo farete.

Crescere e vivere il trading binario con il proprio broker di fiducia rendere sempre più importante la scelta della piattaforma ideale.