WeBank: Funzionamento, costi, alternative

Webank
15 Aprile 2019
|
0 Comments
|

Webank funziona per fare trading? Utilizzando la sua piattaforma è possibile investire con profitto? In questa guida analizzeremo il funzionamento, i costi e le alternative presenti per questa piattaforma di trading.

Le domande che ci arrivano in merito sono tantissime e non è un caso. Al centro dell’attenzione c’è infatti un istituto di credito che ha alle spalle quasi 30 anni di storia (Webank è stata fondata nel 1990) e che, soprattutto, ha basato fin da subito i suoi servizi su quella che ai tempi era la più grande delle innovazioni, ossia il web.

Oggi come oggi, questa banca offre infatti una piattaforma di trading estremamente popolare, che integra gli altri servizi con i quali si propone all’utenza. In virtù delle numerose richieste di informazioni che ci arrivano sulla suddetta piattaforma, abbiamo deciso di preparare questa guida. Leggendola troverai specifiche in merito al funzionamento del trading Webank innannzitutto. Avrai però modo di documentarti anche su broker come 24Option, eToro e Iq Option, piattaforme sicure che possono essere considerate delle ottime alternative al servizio messo a disposizione dalla banca.

WeBank: Chi sono.

Cos’è Webank? Webank (Italia) è una banca italiana. Gestita da quasi 10 anni da WeService, la società di servizi internet per Bpm Group, Webank è diventata il 1 ° novembre 2009 una banca indipendente (WeBank SpA) interamente controllata da Banca Popolare di Milano.

Il 9 marzo 2010 il Consiglio di Amministrazione della Banca Popolare di Milano Sca rl ha approvato l’acquisizione di IntesaTrade Sim, una società di intermediazione mobiliare online, ribattezzata Sim di WeTrade.

Il 23 settembre 2014 il Consiglio di Amministrazione di Bpm e il Consiglio di Amministrazione di Webank SpA hanno approvato la fusione per incorporazione di Webank in Bpm, divenendo in data 23 novembre 2014 il canale internet per servizi bancari e di investimento per Bpm Group.

WeBank: Come funziona.

Webank oltre a offrire i classici servizi bancari offre anche la possibilità di fare negoziazioni su una piattaforma di trading online. In questo modo punta ad offrire ai clienti l’opportunità di tradare utilizzando direttamente il proprio conto corrente e il denaro in esso contenuto come capitale di investimento.

Un aspetto interessante è che la piattaforma in questione permette di investire su oltre 30 mila strumenti diversi. Questo significa avere buone opportunità di diversificare il portafoglio di investimenti in maniera efficace. Anche come strumenti finanziari e mercati Webank ha diverse alternative da mettere sul piatto:

Titoli azionari: esiste quindi la possibilità di comprare azioni dei principali listini borsistici mondiali, comprese Piazza Affari e Wall Street. Sulla piattaforma si possono acquistare azioni delle maggiori aziende a livello globale.

Indici azionari: in alternativa si può puntare direttamente agli indici. Si tratta dei paniera azionari che comprendono insiemi delle aziende più influenti in determinati settori come per esempio lo S&P 500 e altri simili.

Futures: strumenti utilizzati per negoziare materie prime come oro e petrolio.

Etf: si tratta degli Exchange Traded Funds, strumento in tempo reale basato su un sottostante che possono essere comprati o venduti come azioni.

Cfd: i famosi contratti per differenza che permettono di operare su uno strumento sottostante, come le coppie di valuta del Forex.

Tra le caratteristiche di Webank c’è anche la leva finanziaria, strumento operativo utilizzato dai traders allo scopo di aumentare il proprio potenziale di investimento andando a moltiplicare il peso specifico del proprio capitale di investimento. La leva massima consentita da Webank è di 1:20, ciò significa poter contare su un capitale maggiorato di 20 volte.

WeBank: Le piattaforme.

Per venire incontro alle diverse esigenze e competenze della sua clientela, WeBank permette di scegliere tra 5 diverse piattaforme:

Web – Questa tipologia di piattaforma permette di operare sui mercati tramite un interfaccia web, ossia basterà collegarvi dal vostro browser (Internet Explorer, Chrome, Firefox o Safari) per poter operare in modo molto semplice e intuitivo.

T3 – Se non si vuole operare via web ma si preferisce una piattaforma dedicata per operare con conto trading online di WeBank, è allora possibile utilizzare T3, una piattaforma di trading che può essere utilizzata sia tramite desktop sia tramite i tablet.

T3 No Frame – Questa interfaccia risulta essere completamente personalizzabile e adattabile alle tue esigenze di trading, inoltre è molto utile la funzionalità che ti permette di salvare la disposizione delle finestre su più monitor, per evitare di doverle riposizionare ad ogni accesso.

Open – Questa piattaforma aggiunge alle caratteristiche delle precedenti anche la possibilità di essere integrata con i diversi sistemi di trading automatico che puoi trovare sul mercato. Se utilizzi un tuo sistema di trading automatico lo puoi facilmente integrare con questa piattaforma di trading

T3 Mobile – Questa è la piattaforma per operare in mobilità. Questa App può essere utilizzata sia per smartphone che per tablet ed è disponibile sia per sistemi operativi Android che Apple.

WeBank: Costi e commissioni.

Arriviamo purtroppo al punto dolente di Webank Trading: le commissioni. I profili per le commissioni sono essenzialmente due:

– Profilo Fisso;
– Profilo Variabile:

Le commissioni sono di tipo decrementale. Il sistema di calcolo basa praticamente sulle commissioni che vengono generate durante il mese precedente, su tutti i mercati. Lo svantaggio, su cui lucra tantissimo la piattaforma, è il fatto che in questo modo il cliente è costretto a generare più commissioni, rischiando di più (più unità tradate è sinonimo di più rischio). Webank Trading incentiva l’utente, obbligandolo ad aumentare la sua operatività (magari snaturando la sua strategia originale) con l’illusione di poter raggiungere il mese successivo un livello commissionale migliore.

Le commissioni oscillano tra i 5-15 euro per i clienti che hanno generato da 0-500 euro di commissioni il mese precedente. Più commissioni si generano, meno si paga.

WeBank: Opinioni e recensioni.

Quali sono le opinioni su Webank trading? Generalmente, la piattaforma viene considerata inferiore ad altre. Le persone si lamentano principalmente dell’assistenza tecnica inesistente e delle commissioni di trading esageratamente alte.

Webank Trading viene messo allo stesso livello di Fineco Trading, Wibida Trading e BinckBank Trading. Viene invece ritenuta inferiore ad altre piattaforme. Analizzeremo le migliori alternative nel prossimo paragrafo.

Quindi, investire tramite la piattaforma di Webank conviene? Come già detto, si tratta di una piattaforma assolutamente sicura, controllata a livello internazionale e contraddistinta dalla possibilità di accedere a strumenti di grande importanza. Tra questi è presente lo Stop Loss, che ha lo scopo di indicare alla piattaforma il momento in cui arrestare le perdite. In tal modo, è possibile tutelare il capitale dell’utente in caso di numerose operazioni non profittevoli una dietro l’altra.

Inoltre, la piattaforma di investimento di Webank – considerata tra le migliori offerte dalle banche assieme a quella di Fineco – offre numerosi grafici personalizzabili. Non bisogna dimenticare però che:

  • Non contempla in alcun modo la possibilità di investire su asset importantissimi come le criptovalute
  • Richiede il pagamento di commissioni che possono superare i 10 euro (viene utilizzato uno schema digressivo, per cui più operazioni si fanno, più le commissioni si abbassano)

 

Fino a qualche anno fa, pagare commissioni quando si faceva trading era normale. Oggi come oggi no, e il successo di broker come eToro, Iq Option e 24Option lo dimostra. Se Webank offre una piattaforma sicura, questi broker non sono da meno da questo punto di vista. Utilizzandoli si ha infatti un’eccellente garanzia di tutela in virtù della presenza della licenza CySEC e dell’autorizzazione a operare da parte della Consob.

Quando mancano questi riferimenti, è il caso di cliccare in alto a destra e di cambiare piattaforma. Se non ci sono specifiche relative agli aspetti in questione, vuol dire che il broker non è sufficientemente sicuro e che non tutela i propri utenti da truffe e furti di dati.

WeBank: Quali alternative?

Come hai avuto modo di comprendere attraverso questa analisi il trading online di Webank può essere interessante, ma non manca di problematiche, una su tutte i troppi servizi limitati e a pagamento. Ma sono soprattutto le commissioni il problema. Per i traders più facoltosi 2000€ al mese di spesa per commissioni potrebbe anche essere un’opzione percorribile. Tuttavia, per traders che vogliono risparmiare e non dispongono di denaro da impiegare per le commissioni esistono alternative per fare trading gratis di pari livello, se non superiore, a Webank.

Andiamo ora a presentare alcuni broker di trading online che permettono di abbattere i due costi principali dovuti al trading bancario:

  • Canoni e commissioni
  • Imposta di bollo

I migliori broker.

24Option

Apprezzata da investitori di fama internazionale, è anche sponsor della Juventus F.C. Per scoprire la vera essenza di 24Option bisogna però andare oltre a questo aspetto. Il broker si presta perfettamente alle esigenze di chi inizia a fare trading online. Infatti, i principianti possono infatti formarsi grazie a un corso di ottima qualità. Si tratta nello specifico di un ebook gratuito che, senza troppi inutili giri di parole, mette in primo piano i concetti pratici del trading online. Se vuoi iniziare a guardarlo, puoi scaricarlo gratis cliccando qui.

I vantaggi di 24Option riguardano anche la possibilità di accedere a consulenze telefoniche personalizzate e gratuite, ma soprattutto i segnali di trading. Questi consigli di investimento, messi a punto da trader di fama internazionale, sono un indiscusso valore aggiunto per il broker. Alcuni portali li mettono a disposizione a pagamento. La situazione di 24Option è ben diversa. La piattaforma che stiamo analizzando consente infatti di accedere gratuitamente ai segnali di trading. Se vuoi iniziare a provarli, devi cliccare qui.

Essenziale è ricordare anche il vantaggio del conto demo. Questo strumento permette di esercitarsi con il trading senza rischiare il capitale. Il conto demo ha anche il vantaggio di essere illimitato. Per questo motivo, può essere utilizzato quanto si vuole per esercitarsi. Non appena ci si sente pronti, è però il caso di aprire quello con denaro reale. Per farlo, è sufficiente depositare una cifra assolutamente accessibile, pari a soli 100 euro. Chi vuole, può effettuare comodamente il deposito con carta di credito o Paypal.

Clicca qui per iscriverti su 24option.

eToro

Per chi volesse fare trading in più modo automatico, magari perché si ha meno tempo a disposizione, suggeriamo la soluzione di eToro. Si tratta della prima piattaforma di social trading al mondo. Con la piattaforma eToro è possibile ricercare gli investitori professionali che hanno guadagnato di più nel passato e quindi copiarli in maniera completamente automatica.

Come funziona il social trading? Puoi cercare facilmente chi ha guadagnato di più negli ultimi mesi con un form di ricerca facile ed intuitivo. Una volta individuati i trader dai guadagni più alti, puoi iniziare a copiarli con un semplice click. Una volta che hai selezionato il trader da copiare, tutte le operazioni che vengono eseguite da lui vengono copiate automaticamente anche nel tuo account. Insomma, è possibile guadagnare con il trading online in modo automatico.

Ovviamente anche il più bravo trader del mondo può commettere degli errori: per questo motivo è sempre opportuno non limitarsi a copiare un singolo trader ma puntare alla diversificazione. I copiatori più furbi di solito copiano 6 o 7 trader esperti, in modo che se uno sbaglia, i profitti degli altri compensano le perdite e generano comunque un profitto complessivo.

Puoi scegliere eToro per il tuo trading cliccando qui.

Iq Option

Iq Option è una piattaforma di trading online semplice ed intuitiva, adatta anche a coloro che si avvicinano per la prima volta al trading sui mercati finanziari. Una delle caratteristiche più apprezzate di Iq Option è la possibilità di aprire un conto di trading reale con un capitale iniziale di appena 10 euro.

Molti trader si iscrivono ad Iq Option ed utilizzano la piattaforma demo che è illimitata e senza vincoli. Quando si sentono sufficientemente sicuri per operare con profitto effettuano il primo deposito, di solito molto contenuto. Insomma, Iq Option è una piattaforma di trading professionale completamente gratuita e senza commissioni. Consente di operare su un buon numero di Asset finanziari quotati sui principali mercati.

In conclusione, Iq Option è una soluzione semplice ed economica per investire su forex, borsa, materie prime e criptovalute.

Clicca qui per registrarti adesso su Iq Option.

WeBank: Conclusioni.

I servizi di Webank sono di indubbiamente di buon livello. Il problema è che come tutte le banche italiane anche Webank tende a scaricare troppi costi e problematiche sulle spalle dei suoi clienti. Stesso discorso può essere affrontato per Fineco.

Per questo in questa guida abbiamo provveduto a fornire anche alcune alternative che pensiamo potrebbero essere molto interessanti per il lettore. In generale, già in questo articolo è presente un’ottima guida per imparare ad investire, facendo attenzione anche ai costi legati alle commissioni.

La verità è che broker del calibro di 24option o eToro non hanno nulla da invidiare a Webank o altri broker bancari. Molti traders li snobbano perché preferiscono la falsa sicurezza del trading bancario, ma finiscono per spendere una fortuna in commissioni senza portare a casa nessun risultato particolare.

Registrati adesso su 24Option

 

Fai trading con eToro

 

Inizia a fare trading con Iq Option