Gli errori più comuni di chi comincia a investire in borsa

imparare a fare trading
17 novembre 2017
|
0 Comments
|

Quando si è alle prime armi con il trading online, è bene non solo documentarsi sulle principali tecniche, ma anche avere le idee chiare su dove si sbaglia. Se vuoi conoscere gli errori più comuni di chi comincia a investire in Borsa, seguici nelle prossime righe.

Abbiamo creato una guida con lo scopo di aiutarti a capire qualcosa di più su un aspetto molto importante per chi vuole investire e guadagnare online.

La scelta del broker online

Nel novero degli errori più comuni di chi comincia a investire in Borsa, spicca senza dubbio la poca cautela nella scelta del broker online. Chi si avvicina al mondo del trading, non sempre è informato sulle caratteristiche delle piattaforme più serie.

Spesso si lascia ammaliare dalle promesse di guadagni facili in poco tempo e non sa che, per esempio, oggi come oggi non è normale pagare commissioni sull’eseguito. Può capitare, non ci piove, ma si tratta di casi rari legati, come già detto, a piattaforme poco serie. I broker davvero validi non applicano commissioni e guadagnano grazie allo spread, ossia la differenza tra bid e ask.

Un altro aspetto degno di nota riguarda le autorizzazioni. Per essere degna di considerazione, la piattaforma per il trading online deve essere in regola con Consob e Cysec.

trading online perdite stop loss errori comuni

Secondo i grandi investitori come Warren Buffett, la prima regola del trading non è guadagnare ma non perdere

Detto questo, entriamo nel vivo dei consigli per chi inizia a investire in Borsa e non vuole sbagliare per quanto riguarda la scelta della piattaforma. Nell’elenco delle migliori, è senza dubbio possibile includere broker come Plus500, tra i più celebri al mondo, e 24option.

Chi non se la sente di mettere subito in gioco denaro reale, può aprire un conto demo. In questo modo avrà modo di acquisire confidenza con la piattaforma e di capire le principali tecniche di trading online. Non bisogna però esagerare, perché la realtà di un conto con denaro reale è molto diversa ed è bene iniziare ad abituarcisi il prima possibile.

Cosa dire invece su 24option? Che, anche in questo caso, abbiamo a che fare con un broker molto apprezzato. Interessante è la possibilità di ottenere segnali di trading gratis. Clicca qui per registrarti gratis su 24option

Il trading online non è sinonimo di soldi facili

Andiamo avanti a parlare degli errori più comuni di chi comincia a investire in Borsa. Dopo aver spiegato perché non è il caso di prendere superficialmente la scelta del broker online, parliamo di un aspetto forse più importante, alla base dell’approccio.

Di cosa si tratta? Della convinzione, errata, che il trading online sia sinonimo di soldi facili in poco tempo. Chi afferma questo compie un grave errore e, soprattutto, illude chi è alle prime armi. Investire in Borsa può voler dire guadagnare ma la cosa non è automatica.

Ci vogliono impegno, studio, capacità di affrontare le perdite e di prevenirle. Il buon trader non è quello che guadagna cifre folli nei primi giorni di operazioni, ma chi, non appena inizia, è in grado di affinare l’approccio, di equilibrare le emozioni e di gestire i rischi.

Il trading online non è una truffa

Quando si parla degli errori di comincia a investire in Borsa, si deve considerare anche la convinzione, sbagliata, che il trading online sia una truffa.

Spesso i media calcano molto questo aspetto, basandosi unicamente sui casi gravi dei broker meno seri, che truffano o erodono il capitale degli investitori con commissioni molto alte. Per fortuna, come già ricordato, non sono la norma.

Importantissima è la scelta del broker ma, come già detto, conta anche molto l’approccio psicologico. Per fare bene trading, bisogna imparare a gestire le emozioni e non cadere in contraddizione. Iniziare a fare trading online con il dubbio di una possibile truffa è l’atteggiamento più sbagliato che ci possa essere.

Iniziare così significa quasi sempre perdere dei soldi. Cosa succede dopo? Nella maggior parte dei casi, chi vive una situazione come quella appena descritta corre sui forum a parlare male del broker sul quale ha operato. Ecco quindi che si innesca un circolo vizioso molto pericoloso, fatto di persone che hanno avuto brutte esperienze con il trading online per errori nell’approccio e trasferiscono contenuti sbagliati a chi vuole iniziare.

Poco impegno e poco tempo

Quando si inizia a fare trading, bisogna impegnarsi molto. Nel novero degli errori di chi comincia a investire in Borsa, è per esempio possibile ricordare la poca attenzione al tempo e allo studio. Bisogna ritagliarsi almeno un’ora ogni giorno se si punta a fare cifre importanti, il che non è assolutamente automatico perché il rischio è sempre in agguato.

Affidarsi troppo ai forum

Quando si inizia a muovere i primi passi in un nuovo ambito, il primo pensiero è quello di consultare i forum di settore. Ecco, nel caso del trading le cose sono un po’ diverse. Perché si può includere l’eccessivo affidamento ai forum tra gli errori più comuni di chi comincia a investire in Borsa?investire in borsa errori comuni da evitare prime armi

Perché la maggior parte delle informazioni che si trovano su questi spazi online non è di qualità. Come già detto, molto spesso si tratta di persone che hanno avuto una brutta esperienza e vogliono sfogarsi. Chi opera seriamente in Borsa, non ha tempo per scrivere sui forum e dare libero spazio alla propria frustrazione.

Poca attenzione al Money Mangament

L’ultimo punto da considerare quando si parla di errori più comuni di chi comincia a investire in Borsa riguarda la poca attenzione al Money Management, ossia una delle principali strategie di contenimento del rischio. Cosa prevede? Il semplice fatto di dividere il capitale in più parti, destinandone ciascuna a un’operazione diversa. In questo modo, anche se si sbaglia, non è necessario ritirarsi subito perché si mantiene comunque una parte del capitale.