Fineco è una truffa?

fineco
21 Dicembre 2018
|
0 Comments
|

Per investire online oggi esistono davvero tante possibilità. Una di queste, come ben saprai, è la piattaforma di trading della banca Fineco, uno dei più celebri istituti di credito in Italia. Si tratta di una truffa o di una soluzione sicura? Di messaggi con questa domanda ce ne sono arrivati tanti, motivo per cui abbiamo deciso di scrivere questa guida. Se sei qui, significa che ti interessa perché hai sentito parlare di Fineco da un amico o perché hai visto un annuncio pubblicitario di questa banca sui social.

finecoLa prima cosa da dire prima di entrare nel vivo delle caratteristiche della piattaforma riguarda il fatto che Fineco è una banca sicura, parte del gruppo Unicredit e punto di riferimento da anni per quanto riguarda l’home banking. Per quel che concerne gli investimenti online, mette a disposizione una piattaforma che, rispetto alle soluzioni proposte da altre banche, è davvero di qualità. Non si tratta però dell’unica alternativa disponibile oggi.
Non bisogna infatti dimenticare che, per investire in maniera efficace, è possibile fare riferimento a broker come 24Option e Plus500. Perché vale la pena sceglierli rispetto a Fineco? Nella guida qui sotto, puoi trovare le risposte a questa domanda.

Come vedi, è presente anche un indice, grazie al quale potrai scegliere gli argomenti che più ti interessano e approfondirli.

Recensioni negative su Fineco

Prima di scrivere questo articolo abbiamo dato un’occhiata al maggior numero possibile di recensioni su Fineco. Per raccogliere tutte le informazioni utili al proposito, abbiamo preso in esame siti di settore e forum. Cosa abbiamo trovato? Tantissimi pareri negativi su questa banca. Gli utenti si sono espressi in questa maniera sia in merito ai servizi bancari, sia per quanto riguarda la piattaforma di trading online. I motivi delle lamentele sono diversi e riguardano aspetti come l’eliminazione inspiegabile degli Stop Loss, ossia i segnali che indicano al broker il momento preciso per arrestare le perdite.

Altri utenti hanno segnalato il blocco della carta di credito per frode in seguito al trasferimento della residenza all’estero. Proseguendo con le problematiche segnalate, ricordiamo il ritiro dei fidi senza motivi validi. Si tratta di situazioni realmente accadute, ma che non devono far temere nulla in merito alla sicurezza di Fineco. Nessuna banca è perfetta e le criticità possono venire a galla.

Ribadiamo: Fineco è una banca sicura, autorizzata a operare dalla Banca d’Italia e, come già detto, parte del gruppo Unicredit.

Opinioni sul trading Fineco

Fineco non offre solo servizi bancari. La realtà in questione mette a disposizione anche una piattaforma per fare trading. Al netto delle criticità sopra ricordate, le opinioni sulla piattaforma non sono affatto negative. Il principale contro che si può imputare alla presenza di commissioni sull’eseguito. Fino a una decina di anni fa circa, era normale pagarle. Oggi come oggi, le cose non vanno più così. Gli utenti possono infatti operare con lo spread, differenza tra bid e ask, quale unico onere minimo.

Esitono numerose alternative a Fineco per chi vuole fare trading senza commissioni sull’eseguito. Nella tabella sottostante, puoi vedere le principali opzioni al proposito, ossia broker seri, legali e gratuiti.

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
etoro
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
200 Inizia
*Terms and Conditions apply.
**76% of retail CFD accounts lose money
24option
  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis
250 Inizia
*Terms and Conditions apply
**Your capital is at risk (CFD service)
plus500
  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis
100 Inizia
*Terms and Conditions apply
**Your capital is at risk (CFD service)
Trade.com
  • Corsi gratuiti
  • Demo gratis
100 Inizia
*Terms and Conditions apply
**dsddsabbbj
  • Demo Gratuita Illimitata
  • Deposito minimo basso
10 Inizia
*Terms and Conditions apply
**Your capital is at risk (CFD service)

Di questo elenco approfondiremo due opzioni, ossia 24Option e Plus500.

24Option: perché è un’ottima alternativa a Fineco

La piattaforma di trading di Fineco non è una truffa ma, al netto della sicurezza, ha il grosso problema dell’applicazione delle commissioni. 24Option (clicca qui per attivare un conto sul sito ufficiale) non presenta questa peculiarità. Si tratta infatti di una piattaforma gratuita, disponibile anche tramite app e caratterizzata da una notevole semplicità di utilizzo. Tale aspetto non toglie nulla alla sua fama e agli apprezzamenti da parte di professionisti del mondo degli investimenti.

Parliamo infatti di un broker famosissimo, sponsor di un club calcistico di prestigio come la Juventus F.C. La sua caratteristica principale è però un’altra, ossia la presenza dei segnali di trading. Di cosa si tratta? Di indicazioni  che permettono di migliorare l’approccio quando si apre una posizione con i CFD (Contracts for Difference), strumenti derivati che permettono di speculare sulle variazioni di prezzo dell’asset, guadagnando anche quando perde quota. I segnali di trading, normalmente disponibili su abbonamento, con 24Option sono gratuiti. Indubbiamente utile, devono essere gestiti con attenzione. Quando si investe, bisogna infatti tenere conto che la decisione spetta a chi si interfaccia a un determinato contesto in uno specifico momento.

Inoltre, su 24Option è possibile accedere a contenuti didattici tramite webinar e usufruire della consulenza di un account manager dedicato. Per scoprire in prima persona i vantaggi di tutto questo, è il caso di aprire un conto. Se non si ha sufficiente dimestichezza con il mondo degli investimenti, è il caso di optare per il conto demo. In questo modo, si evita di rischiare il capitale quando non si è ancora abbastanza abili. Dopo un paio d’ore di utilizzo, è il caso di passare a quello con denaro reale. Per farlo, è sufficiente un deposito di 100 euro, che può essere effettuato con:

  • Carta di credito VISA o Mastercard;
  • Paypal;
  • Skrill

Per quel che concerne il prelievo, bisogna fare riferimento al bonifico. Fondamentale in questo caso è la necessità di attendere diversi giorni per la finalizzazione e quella di inviare al broker i propri documenti di identità in corso di validità.

fineco

Clicca qui per provare subito la piattaforma di 24Option

Plus500: come utilizzarlo e vantaggi rispetto a Fineco

Parliamo ora di un altro broker molto interessante, ossia Plus500. Marchio registrato online dal 2008, è considerato il miglior fornitore di CFD al mondo. Si tratta di un broker professionale ma comunque molto semplice da utilizzare. Sponsor della squadra Atletico Madrid, ha diversi vantaggi rispetto a Fineco. Prima di tutto, consente di fare trading senza commissioni sull’eseguito. Oltre a questo, permette di fare trading con un asset importante come le criptovalute, non presenti nel portafoglio di strumenti finanziari di Fineco.

Come già detto, grazie ai CFD è possibile guadagnare anche se la valuta digitale di proprio interesse perde quota. Il caso di Bitcoin è esemplare al proposito. Dopo un 2017 all’insegna della crescita di valore, il 2018 è iniziato con una notevole perdita. Ricorrendo ai CFD è possibile guadagnare anche in questo caso. Quello che conta è infatti aprire la posizione giusta tra long (acquisto) e short (vendita). Se si presume che l’asset possa perdere quota, è necessario aprire la seconda tipologia di posizione.

Anche nel caso di Plus500 (clicca qui per iscriverti sul sito ufficiale) è possibile esercitarsi con un conto demo. Aprirlo è questione di pochi secondi. Bisogna prima di tutto accedere alla home del sito e, successivamente, cliccare sul pulsante che presenta la scritta “Inizia a fare trading adesso”. A questo punto, bisogna scegliere tra conto demo e conto con denaro reale. Dalla pagina che permette di selezionare le suddette opzioni, si ha modo anche di scaricare l’app dedicata del broker, disponibile per dispositivi Android e iOS.

L’ambiente demo del conto di Plus500 è estremamente semplice. In pochi secondi è possibile aprire o chiudere posizioni, ma anche accedere a informazioni sullo stato del conto e sull’elenco delle posizioni aperte o chiuse.

Quando si vuole, si può fare lo switch al conto con denaro reale. Pure in questo caso è necessario un deposito di 100 euro che, come accade con tutti i broker seri, viene custodito su un conto ad hoc, diverso da quello principale del broker. In tal modo, si evitano problemi in caso di criticità a carico della società principale.

Registrati in 5 minuti e prova la piattaforma di Plus500

Altre informazioni sul trading Fineco

Come già detto, Fineco non è conosciuta solo per l’offerta di servizi bancari. Da qualche anno a questa parte, costituisce un punto di riferimento per quanto riguarda gli investimenti online. La banca del gruppo Unicredit ha infatti una piattaforma di trading proprietaria che, rispetto alle soluzioni offerte da altre realtà, non ha davvero paragone. Si tratta infatti di un ambiente di alta qualità tecnica, che consente di accedere a diversi strumenti. Vediamo assieme quali:

  • Quotazioni in real time;
  • Nessun costo di custodia dei titoli;
  • 50 cambi tra valute correnti;
  • Consulenza finanziaria di livello professionale;
  • Accesso al trading CFD tramite piattaforma logos;
  • Possibilità di investire su materie prime, obbligazioni e titoli di Stato;
  • Tasferimento automatico di titoli e fondi.

Chi sceglie di iniziare a investire online con Fineco, ha anche la possibilità di usufruire della presenza di 300 Fineco Center su tutto il territorio italiano. Come già ricordato, il principale contro di questa soluzione riguarda l’applicazione di commissioni. Fino a una decina di anni fa, ossia quando il mondo degli investimenti online era agli albori, pagarle risultava in qualche modo normale. Oggi le cose sono molto diverse. Abbiamo infatti visto che esistono broker che permettono di fare trading gratuitamente o quasi. Lo spread, ossia la differenza tra il valore di apertura e quello di chiusura della posizione, è un onere minimo, che non viene quasi notato dall’utente.

Il deposito minimo è poi estremamente basso, davvero alla portata di tutti. Grazie ai broker che abbiamo analizzato, è quindi possibile iniziare a fare trading anche se non si hanno a disposizione sostanze economiche importanti. Attenzione: il fatto che Plus500 e 24Option non prevedano l’applicazione di commissioni non è sinonimo di operazioni che si chiudono in positivo nel 100% dei casi! I broker che permettono di investire con i CFD hanno infatti un grosso rischio insito per gli utenti, legato alla leva finanziaria. Di cosa si tratta? Di un moltiplicatore che consente di esporsi sul mercato con una somma più alta rispetto a quella del deposito iniziale. Questo permette di amplificare i guadagni. Purtroppo, fa lo stesso anche con le perdite.

Per questo motivo, è molto importante familiarizzare con i meccanismi di Stop Loss, che indicano al broker quando arriva il momento giusto per arrestare le perdite e, di conseguenza, tutelano il capitale dell’utente. La leva finanziaria è stata oggetto di diverse modifiche in questi anni in seguito alla promulgazione delle novità normative di ESMA. Questo vale per i trader non professionisti. Chi ha i giusti requisiti può infatti accedere al conto professionale e usufruire di leve anche 10 volte più alte rispetto a quelle messe a disposizione agli investitori retail.

Tornando un attimo alla gestione del rischio legato alla leva, ricordiamo che è molto utile anche la tecnica del Money Management. In cosa consiste? Nella divisione del capitale in più parti, ciascuna delle quali va destinata a una singola operazione. Idealmente, bisognerebbe evitare di puntare più del 5% del capitale ogni volta. In questo modo, è possibile tamponare più facilmente le conseguenze delle operazioni in perdita.

Broker come Plus500 e 24Option sono quindi più vantaggiosi rispetto a Fineco per via della mancanza di commissioni, ma non certo privi di rischio. Essendo piattaforme serie e regolamentate, che hanno passato controlli su controlli per essere online, mettono subito in chiaro che il mondo degli investimenti online è rischioso e che è il caso di approcciarsi ad esso con buon senso. Il conto demo aiuta molto da questo punto di vista. Gratuito e illimitato, consente di esercitarsi con un ambiente in tutto e per tutto uguale a quello del conto con denaro reale. L’unica differenza riguarda il fatto che, sul conto demo, è accreditato del denaro virtuale.

La somma in questione cresce o cala a seconda delle scelte fatte dal trader, il cui patrimonio non risulta intaccato fino a quando non viene aperto il conto con denaro reale.

Conclusioni

Fineco è una banca che, a differenza di molti concorrenti, ha scelto di differenziare l’offerta mettendo a disposizione anche una piattaforma di trading online. Oggettivamente superiore rispetto a quelle proposte dalle altre banche, ha il contro delle commissioni. Oggi come oggi, investire pagando questo onere non è davvero il caso visto che ci sono altre possibilità, ossia broker come 24Option e Plus500..

Si tratta di soluzioni professionali ma comunque alla portata anche di chi non ha confidenza con il mondo degli investimenti. Con il conto demo è infatti possibile impratichirsi e, una volta che ci si sente sufficientemente sicuri, iniziare a investire rischiando il capitale.