Comprare Bitcoin con Paypal: conviene? Come farlo?

migliori piattaforme criptovalute
24 gennaio 2018
|
0 Comments
|

Al giorno d’oggi, il trading di Bitcoin è sempre più popolare. Capita spesso, non a caso, di sentire persone che vogliono comprare Bitcoin con Paypal. La cosa è possibile? Conviene davvero? Se stai cercando informazioni in merito, nelle prossime righe potrai trovare una guida completa!

Comprare Bitcoin

A meno di non aver trascorso gli ultimi anni in un bunker, è impossibile non aver sentito parlare di Bitcoin!

Ovviamente, nel corso del tempo, sono cresciute anche le richieste di informazioni da parte di persone intenzionate a comprare Bitcoin.

Per diversi anni, la soluzione principale al proposito è stata l’Exchange. Questa opzione, però, presenta diversi contro.

Quali, di preciso? Andiamo per ordine, ricordando che, nella maggior parte dei casi, gli Exchange non sono regolamentati.

Si sono infatti verificati diversi casi di persone truffate da realtà poco oneste, siti che, dopo aver iniziato l’attività, hanno chiuso da un momento all’altro.

Questa situazione ha creato molta diffidenza nei confronti delle criptovalute e, nel frattempo, ha contribuito alla crescita del numero di persone che si chiedono come comprare Bitcoin con Paypal. Per entrare nel vivo della questione, ricordiamo che si tratta di un’affermazione tecnicamente errata. Vediamo perché.

comprare bitcoin con paypalComprare Bitcoin in sicurezza

Si dice “comprare Bitcoin con Paypal” anche se, tecnicamente, bisognerebbe parlare di investimenti in Bitcoin con Paypal.

Oggi come oggi, infatti, le criptovalute si comprano sempre meno. Non conviene acquistarle per i motivi sopra ricordati, ma anche per la loro volatilità.

Si può però approfittare sul breve termine delle loro variazioni di valore grazie ai CFD. Cosa sono? Strumenti derivati che replicano l’andamento di un asset. I trader possono approfittare delle sue variazioni di prezzo senza per forza possederlo.

Per utilizzare i CFD, che prevedono la possibilità di amplificare i guadagni con la leva finanziaria, bisogna aprire un conto su un broker online.

Il suddetto conto può essere ricaricato con Paypal. Quali sono i migliori broker in circolazione? Vediamo i principali e i loro vantaggi.

Comprare Bitcoin con Paypal: Plus500

Il primo broker da prendere in considerazione quando ci si informa su come comprare Bitcoin con Paypal è Plus500. Non si tratta di un broker online qualsiasi, ma del più utilizzato in Europa. Caratterizzato da una piattaforma di trading proprietaria, è facilissimo da utilizzare e adatto anche a chi muove i primi passi nel mondo del trading online.

Plus500 è uno dei migliori broker da considerare per comprare Bitcoin con Paypal

Come utilizzarlo? Per partire basta cliccare su “Inizia a fare trading adesso” dalla home del sito. Ci si trova subito davanti alla scelta tra conto reale e conto demo.

Ricordiamo poi che questo broker, legato a diverse controllate quotate sulla Borsa di Londra, è disponibile anche tramite app.

Clicca qui per iscriverti gratis su Plus500

Markets.com: un broker di livello per chi vuole comprare Bitcoin usando Paypal

Comprare Bitcoin con Paypal è una scelta indubbiamente sicura. Scegliendo questa opzione, infatti, non è necessario aprire un conto corrente e bisogna dare una serie di dati molto limitata. Tra i broker che consentono di aprire un conto con denaro reale e ricaricarlo con Paypal è presente Markets.com.

Considerato tra i migliori broker per trading con i CFD, si distingue per la qualità dei sussidi formativi e del customer care, disponibile in numerose lingue tra cui l’italiano. Markets.com non applica commissioni e guadagna solo dallo spread, ossia la differenza tra bid e ask.

Clicca qui per iscriverti gratis su Markets.com

Comprare Bitcoin con Paypal su eToro

eToro è un broker che permette di comprare Bitcoin con Paypal. Questa piattaforma rivoluzionaria ha cambiato radicalmente il mondo del social trading. In che modo? Introducendo il copy trading. Di cosa si tratta?

Della possibilità di replicare le strategie di trading dei migliori trader, che guadagnano se qualcuno prende come modello il loro approccio.

Anche in questo caso è possibile operare con i CFD e usufruire di contenuti formativi di assoluto valore e, soprattutto, gratuiti.

Con eToro è possibile sperimentare il social trading in modalità demo. Ciò significa aprire un conto senza denaro reale e impratichirsi sugli asset e le caratteristiche della piattaforma senza mettere a rischio subito il proprio capitale.

Iscriti gratis a eToro

Vendere Bitcoin con Paypal: come procedere

Ovviamente si può anche vendere Bitcoin con Paypal. Cosa significa, in concreto? Che i broker appena ricordati consentono di vendere allo scoperto. Ciò significa vendere senza possedere effettivamente la criptovaluta.

La tecnica appena ricordata è molto utilizzata nei casi in cui il Bitcoin viene interessato da una fase di discesa del prezzo.

Ricorrendo alla vendita allo scoperto, è possibile ottenere profitti in queste situazioni. Ricordiamo infatti che i migliori trader di Bitcoin non si limitano a comprare, ma vendono quando la situazione prende una fase di discesa.

Scegliendo questo approccio si ha modo non solo di evitare perdite ingenti, ma anche di guadagnare molto!

L’importanza dei grafici

Quando si decide di comprare Bitcoin con Paypal, è fondamentale fare attenzione ai grafici. Qui sotto, potete trovarne uno aggiornato in tempo reale e dedicato alla più celebre fra le criptovalute.

Come è chiaro a un primo sguardo, si tratta di uno strumento molto semplice da utilizzare. Grazie agli indicatori di analisi tecnica, è possibile aggiungere informazioni preziose per migliorare l’approccio al trading.

Conclusione

Comprare Bitcoin con Paypal è possibile e sicuro. Il funzionamento di questo portafoglio web è infatti semplicissimo.

Bastano pochi click per creare un account e, come già ricordato, non è necessario aprire un conto. Paypal esiste da vent’anni ed è un vero caposaldo nel trasferimento online di denaro.

Utilizzarlo significa non essere costretti a lasciare il numero di carta di credito, il che è ottimo quando si ha a che fare con il trading online e con le operazioni che prevedono speculazioni sul valore del Bitcoin.

Concludiamo ricordando che, in ogni caso, la prudenza non è mai troppa. Le criptovalute sono asset volatili ed è bene cimentarsi con esse solo dopo essersi formati, onde evitare perdite ingenti dovute a operazioni eseguite con poco buonsenso.