Capire il Forex: una guida passo dopo passo

capire il Forex
19 febbraio 2018
|
0 Comments
|

Capire il Forex è l’obiettivo di moltissime persone. Il trading con le valute internazionali è infatti diventato un punto di riferimento molto importante. Purtroppo, però, molto spesso chi vuole saperne di più ha a che fare con contenuti fuorvianti o falsi.

Per smontarli ricordiamo innanzitutto che capire il Forex in poco tempo e fare soldi in un attimo è impossibile. Ci vogliono impegno e studio. Fondamentale è inoltre specificare che, man mano che aumenta il livello, cresce anche lo stress a cui il trader è soggetto.

Fare Forex in maniera seria implica un prezzo, anche psicologico. Detto questo, vediamo assieme qualche informazione fondamentale per chi vuole capire il Forex.

Cos’è il Forex?

Il primo passo da compiere per capire il Forex è dire di cosa si tratta. Il Forex, unione dei termini inglesi Foreign Exchange, è il mercato più grande e più liquido del mondo, che vede ogni giorno lo scambio di tutte le valute internazionali.

Il mercato Forex ha un’importanza che va al di là delle operazioni di trading online. Se non ci fosse, infatti, non si potrebbe parlare di import ed export. In poche parole: capire il Forex vuol dire aprire una finestra di grande importanza sull’economia globalizzata degli ultimi anni, del presente e del futuro.

Il Forex è anche un mercato OTC (Over the Counter). Non ha infatti una sede fisica. Il volume quotidiano degli scambi è impressionante. Ogni giorno, infatti, si supera il controvalore di 4 trilioni di dollari.

Il funzionamento del Forex è semplicissimo. La prima cosa da dire a chi vuole capirci qualcosa è che tutto funziona a coppie valutarie. La più celebre e scambiata è quella EUR/USD (Euro – Dollaro statunitense).

Entriamo più nello specifico ricordando che, se si prevede un rafforzamento della moneta dell’Unione nella coppia, la si acquista vendendo il dollaro e viceversa.

Nel Forex si possono aprire posizioni al rialzo o al ribasso. Un altro aspetto che vale la pena approfondire è il prezzo.

Il valore in questione, è determinato da dinamiche di mercato, regolate da aspetti politici e macroeconomici.

La diade EUR/USD è solo una delle tantissime coppie Forex disponibili. Chi vuole capire il Forex e fare trading in maniera efficace, deve innanzitutto sapere che ha la possibilità di operare con tutte le valute a corso legale.

Questo scenario complesso, è stato schematizzato definendo diverse tipologie di diadi valutarie. Ecco quali sono e che caratteristiche hanno.

  • Major: le coppie Forex major sono quelle che comprendono le monete a corso legale dei Paesi più potenti dal punto di vista economico. Giusto per citare qualche caso, ricordiamo il dollaro statunitense, la sterlina britannica, l’Euro, lo yen giapponese.
  • Cross: in questo caso, invece, abbiamo a che fare con le coppie di valute caratterizzate dall’assenza del dollaro statunitese. Giusto per citare qualche caso specifico, ricordiamo la coppia EUR/GBP (Euro – Sterlina Britannica) ed EUR/AUD (Euro – Dollaro australiano).
  • Esotiche: le coppie esotiche sono quelle che comprendono valute di economie emergenti. Estremamente volatili, sono consigliate a chi ha dimestichezza con il trading online. Tra queste troviamo il Rand Sudafricano, il Peso Messicano e il Real Brasiliano, giusto per citarne tre.

Detto questo, vediamo assieme quali sono i broker migliori per fare Forex.

Broker Forex: quali sono i migliori?

Quali sono i migliori broker per fare Forex? Prima di rispondere a questa domanda, vediamo prima i criteri da considerare in sede di scelta.

  • Legalità: il Forex, così come il trading online in generale, è fortemente regolamentato. Ci sono direttive internazionali tipo la MIFID, linee guida molto severe che i broker devono seguire se vogliono rimanere attivi. Quindi, se una piattaforma è dotata di licenze internazionali come quelle CySEC o Consob, è sicura.
  • Gratuità: oggi come oggi, pagare commissioni per fare Forex è impensabile. I broker seri guadagnano infatti dallo spread, ossia la differenza tra bid e ask.
  • Possibilità di aprire un conto demo: con il conto demo, si ha modo di iniziare a fare Forex in maniera più sicura grazie a un conto senza denaro reale, con il quale esercitarsi per approfondire anche le dinamiche delle varie piattaforme.
  • Deposito iniziale basso: con alcuni broker, come per esempio IQ Option, è possibile iniziare a fare Forex con un deposito minimo davvero basso, pari a soli 10 euro.

Ecco, nel dettaglio, i broker che si devono per forza conoscere.

Plus500

Caratterizzato da una notevole semplicità di utilizzo, questo broker è dotato di regolare licenza CySEC. Permette di fare Forex, ma anche di operare con altri asset, come per esempio le criptovalute e le materie prime. Gli utenti possono aprire un conto demo gratuito e illimitato, ma anche operare tramite app.

Clicca qui per iscriverti gratis su Plus500

Markets.com

Broker gratuito e semplice da utilizzare, è famoso per diversi motivi, come per esempio la qualità dei sussidi formativi disponibili gratuitamente anche per gli iscritti con il conto demo.

Markets.com è apprezzato pure per il livello del suo customer care, che comprende, tra le varie lingue, anche l’italiano.

Clicca qui per iscriverti gratis su Markets.com

eToro

eToro è un broker fondamentale per chi vuole capire il Forex. Permette infatti di crescere grazie all’esempio dei trader più validi, replicando le loro strategie. Ricordiamo, inoltre, che chi viene seguito guadagna.

Questo è possibile perché eToro è un vero e proprio social network degli investimenti. Ogni singolo iscritto ha un profilo gratuito, grazie al quale ha modo di condividere le strategie e i risultati raggiunti.

Ovviamente si tratta di un broker gratuito, che permette di operare con i CFD e di aprire un conto demo. Un’altra caratteristica interessante riguarda le numerose lingue disponibili sulla piattaforma.

capire il Forex

eToro è uno dei migliori broker per chi vuole capire il Forex e operare nel concreto

Clicca qui per iniziare a fare trading gratis su eToro

IQ Option

IQ Option invece, si contraddistingue per la possibilità di iniziare con un deposito minimo molto basso, pari a soli 10 euro.

Anche in questo caso, si parla di un broker gratuito che consente di operare con i CFD sulle valute e altri asset.

Inizia ora a fare trading su Iq Option