Bitcoin Rush: Ecco perché evitarla

Bitcoin rush
16 Giugno 2019
|
0 Comments
|

Bitcoin Rush è l’ennesimo tentativo di far cadere ingenui investitori nel meccanismo delle truffe online. Abbiamo ricevuto diverse segnalazioni, purtroppo, di persone che si sono affidate a questa fantomatica società senza guadagnare nulla, anzi. Grazie a questa guida cerchiamo di far luce sulla modalità operativa di Bitcoin Rush per imparare a riconoscerla e ad evitarla.

Ovviamente, la certificazione sul fatto che sia una truffa verrà dalla Consob. Tuttavia, considerate le numerose denunce, consigliamo caldamente ai nostri lettori di restare alla larga da questa società. Coloro che sono desiderosi di investire o di fare trading in prima persona, troveranno in eToro un broker affidale, serio e soprattutto regolamentato.

Nei paragrafi successivi lo analizzeremo in dettaglio per far notare la differenza tra un progetto truffaldino come Bitcoin Rush e una società serie e specializzata come eToro. Buona lettura.

Bitcoin Rush: cos’è

Cos’è Bitcoin Rush? Bitcoin Rush viene presentata come un’app pluripremiata di segnali di trading relativi alle principali criptovalute come Bitcoin, Litecoin ed Ethereum.
Afferma che abbia un livello di accuratezza del “99,4%” e che ha un’esecuzione di trading super veloce. Così da cogliere subito le occasioni che offre il mercato finanziario. Dice poi che, se ti unisci a questa miracolosa piattaforma, diventerai il nuovo membro di un club esclusivo riservato ai nuovi milionari del bitcoin.

Bitcoin Rush: come funziona

Come quasi sempre accade quando si parla di piattaforme in odore di truffa (o SCAM, per dirla in inglese), non viene spiegato nel dettaglio come essa funzioni e faccia guadagnare facilmente.
Non ci sono test retrospettivi o prove di profitto verificate, non vediamo alcuna discussione seria su quale tipo di asset vengono scambiati, i tipi di ordine, i tassi di contratto, i margini, le commissioni o qualsiasi altra cosa sulla funzionalità del pannello di negoziazione.

Questo perché non ci sono pannelli di trading o segnali. Una volta che ti sei registrato, l’unica cosa che puoi vedere è il pannello di trading del broker. La verità è che in completo contrasto con quello che ci stanno dicendo, non c’è una vera tecnologia dietro Bitcoin Rush, e una volta che ti iscrivi sei carne da macello per rappresentanti di vendita sottopagati che si presentano come legittimi “account di trading”.

È gratuito come dice? No. La solita quota di iscrizione è di almeno €250 (a volte anche di più) e questo denaro verrà addebitato sulla tua carta di credito da ladri di broker offshore che stanno effettivamente cospirando contro di te con i promotori e gli affiliati di marketing.

Tutt’altra musica rispetto ai Broker legali, quelli che ti consentono di fare trading mediante CFD (contratti per differenza), strumenti finanziari legittimi e possono essere molto redditizi se utilizzati nel modo corretto. A differenza delle azioni, ad esempio, non si deve effettivamente possedere la risorsa che si specula semplicemente se va al di sopra o al di sotto di un determinato prezzo. E i margini sono il profitto (o la perdita).

Bitcoin Rush: E’ una truffa?

Quando abbiamo deciso di scrivere questa guida, abbiamo messo un attimo da parte i pregiudizi, cominciando a effettuare un’analisi approfondita delle recensioni e delle opinioni reali su Bitcoin Rush. Quello che ci siamo trovati davanti ha solo confermato i nostri sospetti iniziali.

Tutte le recensioni su questo sistema sottolineano un aspetto: ricorrendo a Bitcoin Rush non solo non si guadagna nulla, ma si perde anche quanto investito inizialmente. Il sito richiede infatti un deposito che sembra poco consistente e che è pari a 250 euro. Nelle prossime righe, vedremo come gli hacker dietro a questo sistema riescano a incassare somme ben più alte.

Purtroppo il denaro in questione è perso: nessuno degli utenti che sono caduti nella trappola di questo sito è riuscito a recuperare quanto trafugato. Le denunce sono state presentate, ma è difficilissimo che si possa arrivare a un risultato. In questi casi, il denaro trafugato viene infatti trasferito su conti di paradisi fiscali. In questi contesti, la magistratura e gli inquirenti italiani non hanno alcun potere.

Si può quindi dire che Bitcoin Rush è una truffa? Dal momento che le denunce presentate sono numerose, si attende una sentenza della magistratura, l’unico organo che ha la facoltà di esprimersi ufficialmente in questi casi. Quello che possiamo sicuramente fare è sconsigliare di utilizzare questo sistema per investire in Bitcoin.

Si tratta fuor di dubbio di un’alternativa che non funziona. Fondamentale è inoltre ricordare che la pubblicità messa in atto è ingannevole. Personaggi come Vasco Rossi e Giorgio Armani non stanno infatti investendo con questo sistema e mai lo faranno!

Come riconoscere una truffa.

I nostri lettori più affezionati avranno già imparato a riconoscere le varie truffe presenti in questo settore. Spesso assumono varie forme e diversi nomi, ma la sostanza rimane la stessa. Per riconoscerle bene, possiamo dividerle in quattro categorie:

. Ci sono le truffe di finti Broker online che spingono i clienti a versare i loro soldi per il trading. Un caso eclatante che abbiamo analizzato in passato è quello di PT Banc.

. Alcune truffe prendono la forma di improbabili piani finanziari per accumulare ricchezza in poco tempo. Ad esempio Tessline prometteva guadagni facili senza fare nulla. Già questa affermazione lasciava presagire falsità e poca trasparenza.

. Truffe che prendono il nome dei trend del momento per specularci sopra. E’ il caso di Bitcoin future, uno schema ponzi che sfrutta il nome del Bitcoin per adescare i malcapitati.

. Sulla scia di quanto scritto prima, il web è anche pieno di truffe che utilizzano il nome di famosi Brand per attirare gente. Ci riferiamo ad Amazon Profit o Juventus Profit. La Consob sta facendo chiudere diverse società simili ogni tanto, tuttavia continua a spuntare come funghi. Sarà importante riconoscerle e stare alla larga.

Come prevenire una truffa

Diventa molto importante individuare un modo per riconoscere preventivamente una truffa e riuscire così ad evitarla. Molto spesso investitori inesperti incappano in una serie di errori molto comuni quando si tratta di investire i propri soldi.

Per investire in borsa (qui una guida completa) ci sono una serie di regole e procedure da rispettare, che partono da una buona formazione dell’investitore e dalla scelta relativa la piattaforma migliore. Il mondo della finanza è piano di investimenti redditizi che si possono sfruttare, tuttavia non bisogna credere alla favole e pensare di guadagnare soldi senza far nulla. Questo è il primo passo per la rovina finanziaria di ognuno.

I soldi vanno sudati e solo quando avremo un buon livello di preparazione teorica ed un buon broker dove operare, sarà più facile fare previsioni borsistiche ed ottenere profitti sui mercati finanziari. Anche nel caso specifico delle criptovalute, sarà possibile guadagnare davvero con il Bitcoin seguendo alcuni utili accorgimenti.

Cosa fare in caso di truffa.

Sfortunatamente, gran parte del mondo del trading non regolamentato è terreno libero di truffatori. Tutto ciò che un trader può fare è essere ben informato e, nel caso in cui sia oggetto di una frode – stare calmo e non farsi prendere dal panico.

Ecco le opzioni disponibili se pensi di essere stato truffato:

. Per prima cosa fare denuncia alla polizia postale.

. È possibile contattare la propria banca o il fornitore della carta di credito e presentare un chargeback, ma solo entro sei mesi dal deposito iniziale (anche se in realtà Visa e Mastercard stanno allungando i tempi fino a 15 mesi proprio per lottare contro le truffe).

Se tuttavia hai fornito al broker i dettagli della tua carta di credito, bloccala immediatamente e non condividere nessuna informazione personale con sedicenti agenzie di recupero. Tali agenzie si rivolgono a trader truffati e vulnerabili nel tentativo di spingerli ulteriormente a depositare altri soldi.

L’importanza di fare trading solo su Broker regolamentati.

Da quanto scritto sopra devono essere chiare due cose:

. Occorre stare assolutamente lontano da tutti quegli operatori che non sono regolamentati e non sono sufficientemente trasparenti nei confronti della propria utenza;

. Bisogna fare trading online solo con i broker regolamentati.

Investire online con broker regolamentati significa infatti affidare i propri soldi a un operatore che rispetta i requisiti previsti dalle autorità di regolamentazione dei mercati finanziari, e che pertanto possono metterti al riparo da rischi di frode e di truffa.

Per esempio, per poter ottenere la licenza ad operare nel mercato europeo, i broker devono separare i fondi propri da quelli dei propri clienti, che devono essere versati in conti correnti di primarie banche. Ancora, per i broker regolamentati sono previste delle regole piuttosto rigide di informativa nei confronti della propria clientela, che dovrà essere adeguatamente avvisata dei rischi cui può andare incontro facendo trading online.

Tra i migliori broker regolamentati in circolazione, a disposizione anche per gli utenti italiani, annoveriamo sicuramente eToro.

Il miglior broker per fare trading: eToro

Quando si parla di alternative legali a Bitcoin Rush, è necessario chiamare in causa eToro (clicca qui per ottenere un conto gratis). Questo broker è degno di nota prima di tutto perché legale (dotato di autorizzazione a operare da parte della CONSOB e di licenza CySEC). I suoi vantaggi vanno ben oltre a questo aspetto oggettivamente importantissimo. eToro è infatti il punto di riferimento online per il Copy Trading.

I vantaggi del Copy-Trading.

Questo meccanismo ha rivoluzionato il modo di fare trading dal 2007, anno in cui eToro è stato lanciato online. Grazie al Copy Trading, chi vuole guadagnare con il trading di Bitcoin può farlo copiando automaticamente e gratuitamente le scelte di chi ha ottenuto successo investendo su questa valuta digitale.

Gli investitori in questione nel linguaggio del broker sono definiti come guru e condividono le loro strategie tramite bacheche gratuite. Sì, si tratta di un meccanismo simile a quello di social network come Facebook. Non è infatti un caso che eToro sia conosciuto anche come il social network degli investimenti.

Abbiamo scelto di parlarti di questo broker perché si tratta di una piattaforma estremamente semplice, che consente anche a chi parte da zero a investire in Bitcoin di cominciare a fare trading. Da non dimenticare è anche la sua gratuità (eToro permette infatti di investire senza commissioni).

I vantaggi del Conto demo.

Tra i suoi vantaggi, è possibile annoverare pure la presenza di un ottimo conto demo. Grazie a questo strumento, è possibile “allenarsi” senza rischiare nulla. L’utente che lo apre opera infatti con denaro virtuale.

Grazie al conto demo, è possibile accedere alle schede personali dei singoli guru. Questi ultimi sono selezionabili mettendo in campo diversi criteri, che vanno dall’asset di interesse, al Paese di provenienza, fino al periodo di attività e al numero di copiatori. Ricordiamo inoltre la possibilità di informarsi sul livello di rischio medio dei singoli investitori.

Dopo qualche ora di “allenamento” con il conto demo, arriva ovviamente il momento di fare il salto di qualità e di aprire il conto con denaro reale. Per attivarlo, è necessario effettuare un deposito minimo di 200 euro, cifra accessibile e in ogni caso inferiore a qualsiasi investimento necessario per acquistare concretamente Bitcoin.

Clicca qui per ottenere un conto gratuito su eToro e per iniziare a copiare i trader migliori del mondo

Un ultimo ma importantissimo consiglio: utilizzare eToro per guadagnare con il Bitcoin non significa aprire un conto e sperare che il broker faccia tutto da solo. Per ottenere risultati è infatti necessario monitorare costantemente le performance degli investitori seguiti, facendosi trovare pronti ad “aggiustare” la situazione. Fondamentale è che siano almeno 5/6. Seguire un solo guru è infatti molto rischioso! Seppur bravo, si tratta comunque di un essere umano che può sbagliare!

Registrati adesso su eToro ed investi in modo sicuro sul Bitcoin

Bitcoin Rush: Conclusioni

Bitcoin Rush promette soldi facili ma in realtà tutti coloro che hanno investito hanno perso l’intero capitale. L’opinione più diffusa su Bitcoin Rush è che si tratta di una truffa e molti hanno anche presentato una denuncia anche se le probabilità di recuperare il denaro perso sono nulle perché viene nascosto in paradisi fiscali.

Il Bitcoin può generare profitti elevati ma bisogna investire con piattaforme serie e sicure come eToro e bisogna comunque tener presente che non si tratta di soldi facili, ci vuole impegno e tempo per arrivare ad ottenere buoni risultati.

Concludiamo questo articolo con una richiesta: per favore, aiutaci a far sapere a tutti cos’è davvero Bitcoin Rush, condividi questo articolo su Facebook o su qualunque altro sito web o social network a cui hai accesso. Con un gesto che non ti costa nulla puoi salvare qualcuno dalla rovina!

Fai trading in modo sicuro e professionale su eToro