Lezione 29 - Gap e Lap

Corso cfd
8 ottobre 2015
|
0 Comments
|

Questo corso utilizza la piattaforma gratuita Plus500 Il modo migliore per imparare il trading è fare pratica, ti consigliamo di cliccare qui per iscriverti in modalità demo gratuita (tempo richiesto 1 minuto)

In questa lezione faremo luce su un aspetto del trading on line con CFD molto importante e che sicuramente incuriosisce soprattutto i principianti. Si tratta di una lezione molto interessante poiché parleremo di aspetti grafici facilmente individuabili, da cui trarre diverse interpretazioni di tipo tecnico.

Tutti voi vi sarete sicuramente trovati di fronte a questa situazione e sicuramente le prime volte vi sarete chiesti come mai vi sia uno sbalzo tra le quotazioni di fine sessione e quelle del giorno successivo. Ebbene, è proprio questo l’argomento di questo articolo, perciò procediamo per gradi e scopriamo i concetti di GAP e LAP.

Cosa è il GAP?

Nel trading con Gap si intende una situazione in cui la quotazione all’apertura di sessione è superiore al massimo del giorno prima (gap up) o al contrario quando è inferiore al minimo del giorno precedente (gap down).

Come potete  vedere nel grafico seguente, il giorno 1 ottobre le quotazioni di Volkswagen sono ripartite con una quotazione superiore al massimo toccato il giorno precedente. Si tratta di un palese gap up. Potete anche vedere come un gap up non denoti un trend al rialzo, ed infatti già 1 ora dopo, il titolo ha iniziato un percorso al ribasso.

Un esempio di gap
Il gap si verifica quando vi sono improvvisi sbilanci tra domanda e offerta. Un esempio tipico in cui si può verificare il gap è quello in cui tra la chiusura e la riapertura arriva qualche notizia particolare che preoccupa o eccita i mercati, quando questi sono ancora chiusi.
Se ad esempio lo scandalo Volkswagen si fosse saputo a mercati chiusi, ad esempio alle 2 di notte, il mattino dopo vi sarebbe stato un gap down notevole.

Tipologie di GAP

I gap sono suddivisi generalmente in 4 tipologie:

  • Gap comune o Common gap
  • Gap di rottura o Breakaway gap
  • Gap di continuazione o Runaway gap
  • Gap di esaurimento o Exaustion gap

Gap comune

Come abbiamo già detto in precedenza, i gap comuni avvengono quando vi sono sbilanci tra domanda e offerta. Si tratta di una situazione “fisiologia”, che si può trovare durante le cosiddette congestioni, quando il mercato si consolida o distribuisce. Non hanno particolare importanza perciò non devono preoccupare né entusiasmare.

Gap di rottura

I gap di rottura solitamente si formano quando un titolo esce da una formazione di congestione con un certo impeto e salta al di sopra del lato superiore della congestione (nei casi rialzisti) o al di sotto del lato inferiore della congestione (nei casi ribassisti). Il gap di rottura può essere il via ad un forte trend, perciò si può classificare come una sorta di indicatore di mercato.

Gap di continuazione

I gap di continuazione, così come si può evincere dal nome, “continuano” un trend, quindi si creano all’interno di un trend già in corso e ben evidente. L’opinione comune è che questi si creino a metà del percorso del trend, e quindi si potrebbe pronosticare la sua fine e una possibile inversione. Si tratta comunque di un uso comune da prendere con le molle.

Gap di esaurimento

Così come si può evincere dal nome, i gap di esaurimento si formano alla fine di un trend, quindi in un momento in cui i prezzi dovrebbero subire una inversione. Solitamente, il gap di esaurimento avviene in concomitanza di un elevato volume di scambi. Ciò vuol dire che se abbiamo un gap in un trend consolidato, un aumento di volumi accentuato potrebbe rivelare che si tratti di un gap di esaurimento.

Cosa è il LAP?

Mentre per il gap si mettono a confronto i massimi e i minimi della sessione precedente con i valori di apertura, per il lap si prende come riferimento la chiusura. Il lap infatti è la differenza tra la quotazione in chiusura del giorno precedente e quella alla riapertura della seduta nel giorno corrente.

Per comprendere meglio questo concetto è ottimale fare un esempio con grafico. Come potete vedere il giorno 7 ottobre la riapertura segna una differenza dalla chiusura del giorno precedente. In questo esempio, pare che comunque la riapertura segua quasi perfettamente il trend in chiusura del giorno precedente.

esempio di lap nel trading con cfd

Solitamente i lap hanno la tendenza ad essere ricoperti nella stessa seduta, più spesso di quanto accade con i gap. Questa caratteristica rende i lap ottimali per un’analisi nel brevissimo periodo, ovvero nell’intraday.

Passa subito all'azione: clicca per aprire subito un conto gratuito su Plus500 e inizia a sperimentare il trading di CFD (tempo richiesto 1 minuto)

Miglior broker per CFD

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
Plus500
  • Spread bassi
  • Conto demo gratis
100€ Inizia
Markets
  • Conto demo gratuito
  • Quotato London Stock Exchange
100€ Inizia