Microsoft

26 settembre 2016
|
0 Comments
|

Le azioni Microsoft (Clicca qui per grafico e quotazioni) sono quotate sull’indice azionario NASDAQ, dedicato alle società più tecnologiche, dato che fanno riferimento alla società Microsoft Corporation, fondata da Bill Gates e Paul Allen nel 1975. Pur essendo definibile una società che si occupa di informatica, si potrebbe dire che Microsoft è parte del concetto stesso di informatica, per via di tutto l’apporto e le rivoluzioni che ha offerto sul campo. Si pensi che Microsoft era già molto attiva già prima che internet invadesse il mondo, dato che a lei apparteneva già il sistema operativo MS-DOS. Ma è stato negli anni ’90, con le versioni di Windows ’95 prima e del ’98 dopo, che Microsoft e le sue azioni “esplodessero”:: da 3,71$ di gennaio 1995, a 58,38$ del dicembre 1999. Il sistema operativo di Windows ’95 rivoluzionò de facto l’utilizzo comune del Personal Computer, mentre nel 1998 venne distribuito un prodotto non solo perfezionato ma ancora più innovativo. Successivamente, è anche grazie a Microsoft che si è avuta la cosiddetta “bolla” dot.com, ovvero l’esplosione del successo da parte di tutta una serie di titoli azionari facenti riferimento a società informatiche. Al giorno d’oggi, il fatturato di Microsoft supera mediamente gli 80 miliardi di dollari l’anno, con degli utili che in proporzione risultano spesso molto alti.

Qui di seguito faremo una panoramica sulla società e sul titolo Microsoft, ed illustreremo le principali modalità di investimento su titoli Microsoft, così come le modalità per fare trading su azioni Microsoft con i CFD, sfruttando le piattaforme di negoziazione messe a disposizione gratuitamente dai broker online.

logo Microsoft Corporation

Info principali

  • Nome: Microsoft Corporation
  • Codice: MSFT
  • Sede legale: Redmond (Stato di Washington)
  • Persone chiave: Bill Gates (F)

Altro

Per fare trading su azioni Microsoft Corporation è possibile scaricare la piattaforma gratuita Plus500 e aprire un conto demo senza deposito Inizia

Grafico delle azioni Microsoft Corporation

Andamento storico delle azioni Microsoft Corporation

Previsioni Azioni Microsoft Corporation

Per fare delle previsioni sulle azioni Microsoft occorre fare delle innanzitutto delle considerazioni specifiche per questo specifico titolo. A queste andranno aggiunte le analisi più comuni applicabili a tutte le altre società su cui si pianifica un investimento azionario.

Microsoft è una delle delle aziende più importanti del settore informatico al mondo, e per alcuni versi probabilmente la più importante. Infatti, sebbene alcune sue concorrenti siano cresciute notevolmente, come ad esempio Apple (per i computer, i dispositivi mutimediali e i sistemi operativi), Microsoft ricopre ancora un ruolo di primo livello sul mercato. Basti dire, che il sistema operativo Windows è quello più installato (e nella grande maggioranza dei casi, preinstallato) sui computer e che quindi può contare ogni anno su milioni di clienti in tutto il mondo. Per questo motivo, tutte le applicazioni vengono sviluppate per girare in primo luogo su sistemi Windows.

Chi valuta quindi la possibilità di investire in azioni Microsoft nel lungo periodo può quindi contare su una buonissima possibilità di stabilità. L’unica eccezione a tale stabilità può esser data da casi come quello avuto con la crisi del 2008-2009, in cui il fallimento di numerose aziende ha portato il conseguente grande calo delle richieste di fornitura di computer e di sistemi operativi, e quindi al calo del fatturato e delle azioni Microsoft.

Sempre a proposito dei sistemi operativi, chi valuta un investimento su Microsoft deve quindi tenere conto dell’evoluzione dei sistemi operativi (che solitamente vengono aggiornati ogni 2 anni circa), e del loro impatto sul mercato, che come abbiamo detto, è caratterizzato da una sorta di predominio Microsoft per il Windows preinstallato. Ciò è dovuto principalmente alla sua facilità di utilizzo, oltre che alle strategie di mercato che l’azienda è riuscita ad imporre negli anni.

Microsoft non è da identificare soltanto con il sistema operativo. Ad esempio, la stessa azienda produce la  console Xbox 360, la quale fa parte della settima generazione video ludiche insieme alla PS3 di Sony e il Wii di Nintendo. Microsoft segue con attenzione il mercato del gioco, rivolto ai più giovani. Un mercato, come ben sapete, dalle alte potenzialità di profitto e sempre più fruttuoso. Sempre in fatto di videogiochi, nel 2014 Microsoft ha acquistato il team Mojang (casa produttrice di videogiochi che ha prodotto, tra gli altri, il popolare “Minecraft” tanto cari alle nuove generazioni di ragazzini)

Da qualche anno Microsoft si muove anche nel settore della telefonia. Il suo prodotto di punta è Windows Phone, la cui produzione è iniziata seriamente dopo l’acquisto della sezione Devices & Services di Nokia, l’azienda produttrice di telefoni cellulari, per oltre 7 miliardi di dollari.

Chi intende approcciare all’investimento sul titolo Microsoft con’operazione a medio o lungo termine, ad esempio tramite l’acquisto di titoli azionari, dovrà tenere conto dei fattori appena menzionati, tra i quali in modo particolare i risultati di bilancio annuali e periodici dei periodi immediatamente precedenti a quelli dell’investimento pianificati, eventuali acquisizioni di marchi e licenze esclusive, le strategie di marketing, le analisi degli analisti interni ed esterni all’azienda, valutazioni delle agenzie di rating sul lungo termine.

Chi invece intende puntare sulle azioni Microsoft per un bilancio a breve termine, ad esempio facendo trading su CFD Microsoft, dovrà “semplicemente” valutare gli eventi che giorno per giorno potranno avere effetti immediati o immediatamente futuri sulla quotazione del titolo sul mercato azionario. Questi eventi possono essere programmati/previsti (es. pubblicazione dei bilanci periodici), o non programmati/non previsti (eventi non prevedibili ma su cui effettuare negoziazioni al rialzo o al ribasso nell’immediato).

Quotazioni Azioni Microsoft Corporation

Uno studio delle quotazioni di Microsoft evidenziano una esplosione durata ben 4 anni, dal 1995 al 1999, passando dalla quotazione di 4$ a quella di 59$ senza particolari contraccolpi al ribasso. Si è trattato di una escalation che ha seguito in modo perfettamente parallelo l’esplosione di internet e dei personal computer, dopo che per anni erano distribuiti maggiormente ai professionisti rispetto alle persone “comuni”.

La fase clou è stata quella successiva al boom di internet della metà degli anni ’90, unito alla distribuzione di una nuova interfaccia grafica e facile da utilizzare (Windows NT e poi Windows 95, seguiti dal Windows 98). Questa nuova interfaccia grafica, facile da utilizzare, ha fatto sì che si potesse utilizzare internet in modo facile, pratico e veloce.

Successivamente, il titolo è sceso, stabilizzandosi per molto tempo attorno a quota 25$. Nel 2008-2009, biennio della crisi globale, il titolo è sceso sotto addirittura a 17$. Come già accennato in precedenza, questo forte ribasso si deve principalmente al fallimento di molte aziende per via della crisi e che quindi non richiedevano più forniture di computer (con Windows preinstallato). Inoltre, e probabilmente “soprattutto”, vi era una forte sfiducia da parte degli investitori in generale.

Ad ogni modo, Microsoft riprese a stupire. Infatti, a partire dallo stesso 2009, il titolo ha ripreso a salire, con qualche contraccolpo in più, ma arrivando nel 2016 a superare nuovamente quota 55$. Insomma, Microsoft è un’azienda tutt’altro che “datata” o che “vive di rendita”. Lo dimostrano le nuove tecnologie prodotte, tra cui il Windows Phone e XBox.

Azioni Microsoft Corporation dividendi

L’analisi dello storico dei dividendi Microsoft consente di evidenziare facilmente come questi siano cresciuti costantemente e in modo graduale, arrivando a superare quota 0,30€ per dividendo. Non si prende questa cifra come annuale, poiché essendo 4 i dividendi staccati ogni anno, tale cifra va moltiplicata per quattro. Ad esempio, nel 2016 sono arrivati a 0,36$ l’uno, per un ammontare annuale di 1,44$.

Per quanto riguarda i dividendi,  va ricordato che anche i CFD e quindi anche i CFD Microsoft consentono di ottenere beneficio dall’erogazione degli stessi. Infatti, qualora si detenga una posizione in acquisto (si noti bene: in acquisto) al momento dello stacco del dividendo (qualora venga staccato), il broker erogherà sul capitale disponibile un premio in rapporto alla leva finanziaria applicata in apertura. Con Plus500, la leva finanziaria applicata alle azioni è di 1:20.

Investire in Azioni Microsoft Corporation

Alla luce di quanto esposto finora, vi sono sicuramente diverse buone ragioni per valutare l’idea di investire in Microsoft. La sua stabilità, la costante e quasi obbligatoria fornitura di sistemi operativi per la stragrande maggioranza dei computer. Inoltre, alla produzione dei sistemi operativi si aggiunge la produzione di telefoni, che vedrà sicuramente dei progressi anche in futuro. Microsoft è sempre maniacalmente e magistralmente attenta a non perdere nessun buon treno in corsa, perciò anche per il futuro, l’investitore può aspettarsi cose egregie e potenziali risultati positivi. Se da una parte è vero che il titolo può patire dei momenti di crisi internazionale sostanziosi e fare i conti con la sempre più preparata concorrenza, è anche vero che nei periodi di stabilità si dimostra  come un titolo che può essere considerato addirittura un’ alternativa al semplice risparmio, oltre che un’opportunità per far crescere il proprio capitale tramite rialzi di borsa e dividendi.

Per investire su azioni Microsoft ci si può rivolgere ad una banca autorizzata. Nel caso siate disposti ad investire cifre molto elevate, consigliamo l’utilizzo di un consulente terzo in aggiunta a quello della banca, al fine di avere un’ulteriore punto di vista sull’operazione.

Trading su Azioni Microsoft Corporation

Chi desidera utilizzare operare con piccoli budget per ottenere risultati in tempo più breve rispetto a quelli dell’investimento tradizionale, può procedere tramite il trading online con i CFD Microsoft.  I CFD sono strumenti finanziari che si possono negoziare online tramite dei speciali software di contrattazione, ovvero piattaforme che consentono all’utente di effettuare ordini al rialzo (acquisto) o al ribasso (vendita) sui titoli. La quotazione dei CFD quindi deriva dalle quotazioni di un titolo sottostante, che nel caso dei CFD Microsoft offerti da Plus500 è costituito dal titolo Microsoft quotato sul NASDAQ.

Per fare trading finanziario online con i CFD occorre accedere alla piattaforma di negoziazione online, messa a disposizione gratuitamente dai broker online. Non tutti i broker  tuttavia consentono di fare trading su CFD Microsoft, perciò qui di seguito ne presentiamo due che offrono tale possibilità.

Chi non ha esperienza, per fare trading su Microsoft può provare  eToro, che oltre a offrire una demo gratuita, consente di prendere familiarità con il contesto del trading tramite il contatto con altri utenti ed offre altresì la possibilità di copiare automaticamente le operazioni di trader più esperti.

A chi invece ha più esperienza consigliamo di provare  Plus500 poiché offre piena autonomia operativa e una grande quantità di titoli contrattabili. Anche questa piattaforma è disponibile in modalità demo gratuita.

Migliori piattaforme per il trading su Azioni Microsoft Corporation

Di seguito elenchiamo i migliori broker che consentono di investire e fare trading su azioni Microsoft Corporation. Tutti i broker elencati sono regolamentati ed autorizzati poichè provvisti di regolare licenza Cysec/FCA/Consob

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
Plus500
  • Serietà del brand
  • Piattaforma potente e flessibile
100€ Inizia
eToro
  • Social trading, segui/copia gli esperti
  • Piattaforma molto intuitiva
250€ Inizia