Ferrari

2 settembre 2016
|
0 Comments
|

Le azioni Ferrari (Clicca qui per grafico e quotazioni) sono state quotate per la prima volta nel 2015 sul NYSE, il New York Stock Exchange con sede a Wall Street e successivamente il 4 gennaio 2016 a Milano sul FTSE MIB nel segmento MTA. Va precisato che Ferrari S.p.A. è ora parte del gruppo Ferrari N.V., una società di diritto olandese che controlla la Ferrari S.p.A. e che trova sede legale ad Amsterdam. A guidare come Presidente la Ferrari è Sergio Marchionne, già Amministratore Delegato della FCA (Fiat Chrysler Automobiles). Ferrari è uno dei marchi più conosciuti e rinomati al mondo. La sua storia si compone di grandi successi non solo nel campo della produzione di autovetture, ma anche nella produzione e vendita di accessori caratterizzati dalla grande qualità, tanto da rappresentare a ragione degli elementi importanti del settore lusso.

In questo articolo illustreremo le principali modalità di investimento su titoli Ferrari, così come le modalità per fare trading su azioni Ferrari con i CFD, sfruttando le piattaforme di negoziazione messe a disposizione gratuitamente dai broker online.

logo Ferrari SpA

Info principali

  • Nome: Ferrari SpA
  • Codice: RACE
  • Sede legale: Modena
  • Persone chiave: Sergio Marchionne (P), Piero Ferrari (vP)

Altro

Per fare trading su azioni Ferrari SpA è possibile scaricare la piattaforma gratuita Plus500 e aprire un conto demo senza deposito Inizia

Grafico delle azioni Ferrari SpA

Andamento storico delle azioni Ferrari SpA

Previsioni Azioni Ferrari SpA

Per procedere con la strutturazione di previsioni su azioni Ferrari, occorre prendere in considerazione alcuni fattori che andiamo ad analizzare qui di seguito.

Il primo è legato al trend delle vendite del marchio. Questo prescinde dai trend del settore delle auto o del lusso (accessori) poiché qui conta esclusivamente il marchio Ferrari e i suoi dati di bilancio. Nello specifico, consigliamo di visionare i bilanci e i trend dei risultati dell’ultimo triennio, precedente al periodo in cui si intende investire. Si prendano in considerazione anche i bilanci relativi all’ultimi semestri e trimestri. Quest’ultimo passaggio vi consentirà di comprendere in modo dettagliato le evoluzioni che il titolo ha presentato nei periodi più recenti. Vi possono essere ad esempio dei cali o rialzi stagionali di tipo fisiologico, ovvero che sono “normali”. Allo stesso modo potrete così distinguere rialzi e ribassi “straordinari”, ovvero fuori dalla fase fisiologica.

Il secondo è legato al settore. Occhio, però, perché per la Ferrari il caso è quasi unico. Parliamo solo di autovetture? No, parliamo anche di accessori e di lusso. Infatti, Sergio Marchionne ha cercato di far valutare meglio la Ferrari in Borsa in occasione della IPO proprio perché le entrate dal settore accessori sono decisamente influenti, anche sul bilancio della società. Se il mercato delle automobili Ferrari è sospinto perlopiù da clienti di fascia alta, gli accessori invece coinvolgono clienti a partire dalla fascia media. Si tratta quindi di un enorme mercato che coinvolge clienti di tutto il mondo.

Il titolo Ferrari, essendo questo uno dei nomi storici della Formula Uno, è da tenere in particolare considerazione soprattutto nei periodi in cui riesce ad ottenere successi in pista. Questa rappresenta infatti una delle migliori spinte che aiutano la già enorme pubblicità del marchio.

Infine, i nuovi modelli. Un nuovo modello può stimolare molto gli acquisti (sempre in fascia alta). In questi casi il marketing della società prevede la produzione di numeri limitati di vetture per ogni modello e variazioni. Inoltre, per alcuni modelli sono previste dettagliatissime personalizzazioni. I mercati più interessanti per la Ferrari sono attualmente quelli medio-orientali e orientali, anche se il territorio USA è da tenere sempre d’occhio. Troverete i trend dei vari territori sui bilanci ufficiali Ferrari.

Chi preferisce approcciare all’investimento su questo titolo con una scadenza a medio o lungo termine, quale può essere l’acquisto di azioni, dovrà tenere conto dei fattori appena menzionati, tra i quali in modo particolare i risultati di bilancio annuali e periodici dei periodi immediatamente precedenti a quelli dell’investimento, eventuali acquisizioni di marchi e licenze esclusive, le strategie di marketing, le analisi degli analisti interni ed esterni all’azienda, valutazioni delle agenzie di rating sul lungo termine.

Chi invece approcciare a questo titolo con una scadenza a breve termine, ad esempio facendo trading su CFD Ferrari, dovrà “semplicemente” valutare gli eventi che giorno per giorno potranno avere effetti immediati o immediatamente futuri sulla quotazione del titolo sul mercato azionario. Questi eventi possono essere programmati/previsti (es. pubblicazione dei bilanci periodici), o non programmati/non previsti (eventi non prevedibili ma su cui effettuare negoziazioni al rialzo o al ribasso nell’immediato).

 

Quotazioni Azioni Ferrari SpA

A partire dal periodo del loro lancio, le quotazioni Ferrari hanno subito forti ribassi, partendo da 55$ il 21 ottobre 2015 e arrivando a toccare 32$ il giorno 11 febbraio 2016. Successivamente, a partire dallo stesso mese di febbraio 2016, il titolo ha mostrato una forte ripresa, recuperando subito quota 40$ e successivamente attestandosi per il resto del semestre alla stessa quota. All’inizio del semestre successivo, il titolo è salito nuovamente verso quota 50$. Essendo il primo anno dalla IPO, o meglio dalle IPO, si tratta ancora di movimenti fisiologici di mercato.

Azioni Ferrari SpA dividendi

I dividendi Ferrari dell’era delle IPO sono stati pari a 46 centesimi per azione, per via del miglior risultato di sempre ottenuto nel 2015, con un utile di 290 milioni di euro, con un miglioramento di 25 milioni rispetto al 2014.

Per quanto riguarda i dividendi, è bene evidenziare che anche i CFD consentono di ottenere beneficio dall’erogazione degli stessi. Infatti, qualora si detenga una posizione in acquisto (in acquisto!) al momento dello stacco del dividendo, il broker erogherà sul capitale disponibile un premio in rapporto alla leva finanziaria applicata in apertura. Con Plus500, la leva finanziaria applicata alle azioni è di 1:20.

Investire in Azioni Ferrari SpA

Tra le numerose motivazioni che possono spingere a valutare l’ipotesi di investire in azioni Ferrari, vi è la grande importanza e storia del marchio, conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo. Anzi, tra i più conosciuti ed apprezzati. Considerando i bilanci Ferrari si può capire che le azioni potranno anche avere delle variazioni al ribasso, in alcuni periodi, tuttavia è uno dei pochi titoli al mondo su cui si può effettivamente contare per degli investimenti di lungo periodo, così come sul medio.

Per investire su azioni Ferrari ci si può rivolgere ad una banca autorizzata o ad una SGR. In tal caso, le azioni Ferrari saranno incluse in pacchetti diversificati al fine di ridurre i rischi dell’investimento.

Trading su Azioni Ferrari SpA

Chi preferisce invece puntare a risultati economici in tempi ristretti, magari utilizzando anche piccole somme o comunque inferiori a quelle richieste per un investimento a lungo termine, può fare trading online con i CFD Ferrari.  I CFD sono particolari strumenti finanziari che si possono contrattare online tramite dei speciali software di negoziazione, ovvero piattaforme che consentono all’utente di effettuare ordini al rialzo (acquisto) o al ribasso (vendita) sui titoli. La quotazione dei CFD quindi deriva dalle quotazioni di un titolo sottostante, che nel caso dei CFD Ferrari offerti da Plus500 è costituito dal titolo Ferrari quotato su Wall Street.

Per fare trading finanziario online con i CFD quindi bisogna accedere ad un software di negoziazione, cosa che si può fare scegliendo e contattando un broker online. Non tutti i software tuttavia consentono di fare trading su CFD Ferrari, perciò qui di seguito presentiamo due piattaforme offrono tale possibilità.

Chi invece può contare già almeno qualche mese di esperienza può provare la piattaforma Plus500 poiché offre piena autonomia operativa e una grande quantità di titoli contrattabili. Anche questa piattaforma è disponibile in modalità demo gratuita.

Migliori piattaforme per il trading su Azioni Ferrari SpA

Di seguito elenchiamo i migliori broker che consentono di investire e fare trading su azioni Ferrari SpA. Tutti i broker elencati sono regolamentati ed autorizzati poichè provvisti di regolare licenza Cysec/FCA/Consob

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
Plus500
  • Spread bassi
  • Conto demo gratis
100€ Inizia