ENI

Le azioni Eni sono quotate su Borsa Italiana e in particolare nel FTSE MIB, poiché trattasi di una delle società a più alta capitalizzazione in Italia, ma non solo. Infatti, Eni figura tra le prime 25 aziende al mondo in termini di fatturato, opera in circa 90 paesi e conta circa 80 mila dipendenti. Sebbene sia nata come Ente Nazionale Idrocarburi, nel 1992 è stata convertita in Società per Azioni. La sua attività è da inquadrarsi in diversi settori quali petrolio, gas naturale, petrolchimica, produzione di energia elettrica, costruzioni e ingegneria. E’ uno dei principali colossi petroliferi al mondo.

In questo articolo approfondiremo i diversi aspetti da considerare nel caso si consideri l’opportunità di investire acquistando titoli azionari, così come quella di fare trading su azioni Eni tramite le piattaforme messe a disposizione dai broker CFD.

logo Eni Spa

Info principali

  • Nome: Eni Spa
  • Codice: ENI
  • Sede legale: Roma
  • Persone chiave: Emma Marcegaglia (P), Claudio Descalzi (AD)

Altro

Per fare trading su azioni Eni Spa è possibile scaricare la piattaforma gratuita Plus500 e aprire un conto demo senza deposito Inizia

Grafico delle azioni Eni Spa

Andamento storico delle azioni Eni Spa

Previsioni Azioni Eni Spa

Le previsioni sulle azioni Eni devono tenere conto principalmente di due fattori, che si possono definire macroeconomici. Non c’è da sorprendersi, poiché le dimensioni dell’azienda sono così grandi che è normale che sia influenzata da fattori generali che concernono l’economia di tutto il mondo. Ebbene, questi fattori sono l’economia internazionale e il prezzo del petrolio.

Per quanto riguarda l’economia internazionale, va considerata la grande mole di investitori con cui si rapporta Eni, oltre alla grande ramificazione di partecipate che fanno parte dello stesso gruppo. Ebbene, in situazioni di grandi scompensi, com’è stato ad esempio il 2008-2009, Eni paga lo scotto (ma allo stesso tempo i benefici) di essere coinvolta in diversi settori e in diverse zone geografiche. Se l’economia va male, seguono anche gli investitori e il loro grado di fiducia (oltre che i loro fondi). Alcune aree geografiche pagano più di altre, così come alcuni settori produttivi pagano più di altri.

Se da una parte vi è uno svantaggio, quello di essere cioè la bandiera segnavento dell’economia internazionale, dall’altra vi è la forte diversificazione di prodotti offerti e la diversificazione nella geolocalizzazione. Anche per questo, sebbene nel 2008 l’azienda abbia subito un forte colpo, si è ripresa ad un livello accettabile in poco tempo.

L’altro fattore è costituito dal prezzo del petrolio, poiché il suo fatturato è strettamente correlato con le forniture di petrolio e gas. Se il prezzo delle materie prime energetiche scende, logicamente scenderà anche il fatturato in bilancio di ENI, e quindi di conseguenza anche il suo titolo subirà dei ribassi.

Al contrario, un prezzo del petrolio in salute, così come del gas naturale, consentirà ad ENI di avere un maggiore fatturato e quindi il titolo si presenterà stabile.

In sede di investimento a lungo termine, quindi, occorre considerare questi due fattori e quindi effettuare delle previsioni sull’andamento generale dell’economia e del prezzo del petrolio per gli anni interessati all’investimento.

In sede di investimento a brevissimo termine, tramite il trading online, saranno importanti tutti quegli avvenimenti che giorno per giorno potranno portare a variazioni del titolo. Questi avvenimenti possono essere anche programmati, nel caso delle pubblicazioni dei dati di bilancio periodici dell’azienda, così come delle pubblicazioni dei dati riguardanti i fattori economici e correlati col petrolio.

Quotazioni Azioni Eni Spa

Il grafico storico delle quotazioni delle azioni Eni è di lettura abbastanza semplice. Nell’anno della crisi internazionale dell’economia, tra il 2008 e il 2009, il titolo è passato da 26 a 12 euro, ma in pochi mesi, nello stesso 2009, il titolo è tornato sopra quota 18 euro per restarci stabilmente.

Più tardi, il crollo del prezzo del petrolio ha agito in modo negativo sul titolo, portandolo a 14€ nel 2015 e a 12€ nel 2016 (al massimo del crollo del petrolio).

Ciò vuol dire che in condizioni economiche globali mediamente stabili (o quasi), il prezzo del petrolio agisce molto sul rendimento delle azioni ENI, il quale si mostra direttamente correlato con il prezzo del greggio, così come visto nel paragrafo sulle previsioni.

Azioni Eni Spa dividendi

Il pagamento dei dividendi ENI vede una media ormai stabile da diversi anni compresa in un range tra 0,50 e 0,65 euro per azione. Si tratta di un dividendo sicuramente interessante, anche perché è rimasto piuttosto costante nonostante i diversi avvenimenti economici succedutisi nel periodo preso in considerazione. Un fattore, questo, che depone sicuramente a favore dell’investimento su titoli ENI.

A tal proposito va ricordato che anche i CFD azionari vi è il vantaggio economico derivante dal pagamento dei dividendi. La somma riscossa tuttavia sarà proporzionata alla leva finanziaria applicata anche all’apertura della posizione.

Investire in Azioni Eni Spa

Investire su azioni Eni quindi significa investire su un’azienda con una struttura enorme, con molta esperienza e con molto peso sul mercato. Per gli stessi motivi, ingenti effetti sull’economia internazionale e soprattutto sul prezzo del petrolio possono influenzare i rendimenti delle stesse azioni in termini di variazioni di quotazioni in Borsa.

Per investire in azioni ENI nella modalità tradizionale, ovvero acquistando azioni ENI in Banca o tramite SGR (Società di Gestione del Risparmio), occorrono dei capitali minimi discreti e la convinzione di investire del denaro per scadenze a lungo termine, che vanno da 1 anno in su, solitamente 2-3 anni, ma che possono prevedere anche pacchetti consigliati da 5 anni. In tal caso, è consigliabile la consulenza di un esperto, solitamente fornito dalla banca o dall’SGR in cui si apre la posizione d’investimento. Tuttavia, è consigliabile anche la consulenza di un esperto esterno, al fine di avere dei punti di vista su cui non vi siano ombre di conflitti d’interesse.

Trading su Azioni Eni Spa

Per realizzare profitti dalle variazioni di prezzo delle azioni vi è anche la possibilità di fare trading su azioni Eni con i CFD. Questi sono strumenti finanziari che replicano un asset sottostante, che nel caso dei CFD Eni è rappresentato dalle azioni Eni quotate sul FTSE MIB. Al valore effettivo, il broker aggiunge una piccola percentuale di spread, comunque molto inferiore rispetto alle commissioni applicate con altre soluzioni d’investimento.

A tal proposito, va specificato che il trading con CFD è ottimale per il breve termine, è pensato proprio per lo scopo di ottenere risultati in tempi brevi, perciò consigliamo di non aprire posizioni per tenerle aperte troppo a lungo, poiché ogni giorno peserebbe l’overnight, ovvero il premio che si corrisponde al fine di mantenere aperta la posizione durante la notte. A lungo andare, questi premi possono influire sul risultato netto.

Per fare trading su azioni ENI occorre una piattaforma di negoziazione, ovvero uno strumento che consente di piazzare ordini. Questa è solitamente messa a disposizione gratuitamente dal broker.

Per quanto riguarda la scelta della piattaforma, consigliamo di selezionarla in base al proprio grado di preparazione.

Per i principianti che partono da zero, consigliamo la piattaforma eToro poiché consente di comunicare e quindi chiedere consigli ad altri trader che fanno parte della community della piattaforma. Inoltre, la stessa piattaforma consente di copiare automaticamente le operazioni di trader più esperti, selezionandoli da speciali classifiche di rendimento.

Per chi invece ha maturato un po’ di esperienza nel trading, consigliamo di provare la piattaforma Plus500, poiché consente di negoziare su una quantità di titoli molto vasta, che conta più di 2.000 prodotti finanziari. In questo caso, non vi sono utenti con cui comunicare, e all’utente viene data totale autonomia operativa.

Migliori piattaforme per il trading su Azioni Eni Spa

Di seguito elenchiamo i migliori broker che consentono di investire e fare trading su azioni Eni Spa. Tutti i broker elencati sono regolamentati ed autorizzati poichè provvisti di regolare licenza Cysec/FCA/Consob

Broker Vantaggi Bonus Deposito Min. Apertura Conto
Plus500
  • Bonus 25€ senza deposito
  • Piattaforma potente e flessibile
25€100€ Inizia
eToro
  • Social trading, segui/copia gli esperti
  • Piattaforma molto intuitiva
100%250€ Inizia