Unicredit in numeri, vediamo i risultati di bilancio

UNICREDIT

Questo corso utilizza la piattaforma gratuita Il modo migliore per imparare il trading è fare pratica, ti consigliamo di (tempo richiesto 1 minuto)

Oggi analizziamo Unicredit, insieme a Intesa la banca big di Piazza Affari, sono usciti i dati di bilancio vediamoli insieme.

l‘Ad di Unicredit ha lanciato il piano strategico 2018, che cosa prevede?

-Taglio di posti di lavoro per 1.6 miliardi di risparmio.

-Utile netto pari a 5.3 miliardi di euro.

Il dato molto forte, che balza agli occhi è legato al taglio di 18200 posti di lavoro, ben al di sopra dei 14000 mila che erano nelle previsioni degli analisti.Parte di questa riduzione è dovuta alla vendita della banca in Ucraina e alla joint venture tra la Pioneer e Santander.

Nel dettaglio vediamo il piano di riduzione dei costi:

-Verranno eliminate 800 filiali tra Italia, Germania, Austria entro la fine del piano strategico, quindi entro il 2018. In Italia verranno tagliati posti per 6900 unità a tempo pieno, di cui 5800 nella banca commerciale e 1100 nei corporate center, numeri davvero importanti.

L’obiettivo del gruppo e di incidere su una voce certa, ossia i costi, per portare il rapporto costi ricavi al 50%.

L’obiettivo di utile per il 2018 è stato leggermente diminuito a 5.3 miliardi di euro dai previsti 6.6. Uno degli intenti del gruppo è quello di migliorare la redditività, tale manovra sarà raggiunta grazie una migliore gestione della redditività, del wealth management nonché con la crescita in altri paese CEE, inoltre grande attenzione viene fatta alla riduzione del rischio che dovrebbe portare a minori svalutazioni.

Ma veniamo a quello che interessa di più agli azionisti, ossia il pay out, gli analisti sia aspettano un 38.5% una media comune buona, che quindi permetterà agli azionisti di ricevere dividendi in maniera abbastanza costante. Inoltre è previsto che possa essere dato un dividendo Script, ossia con la possibilità di averlo in azioni oppure in cash.

Il titolo ha reagito bene ai numeri, anche perché molti investitori erano timorosi che si potesse parlare di un aumento di capitale, invece la direzione è stata completamente diversa, ora quindi vediamo il titolo dal punto di vista grafico:

-Le quotazioni sono partite dal livello di 5.4 e hanno raggiunto il livello di 6.2 da cui hanno rintracciato sino in zona, 5.8 che si è dimostrata essere una zona buona di appoggio, da cui i prezzi sono ripartiti.Ora l’impostazione a nostro avviso rimane strong long anche se i prezzi sono molto lenti a salire. Ci possiamo attendere che essi arrivino al livello di 6.4-6.5 obiettivo naturale del trend in atto.

Passa subito all'azione: e inizia a sperimentare il trading di CFD (tempo richiesto 1 minuto)

Miglior broker per CFD

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
Plus500
  • Spread bassi
  • Conto demo gratis
100€ Inizia
Markets
  • Conto demo gratuito
  • Quotato London Stock Exchange
100€ Inizia