Mercati finanziari, aggiornamento settimana

FTSE MIB40 Full1215 Future

Questo corso utilizza la piattaforma gratuita Il modo migliore per imparare il trading è fare pratica, ti consigliamo di (tempo richiesto 1 minuto)

Buon giorno carissimi amici del sito di Osservatorio finanza, se siete qui perché volete sapere che cosa è successo questa settimana in borsa e come comportarci nel futuro.

Ogni fine settimana è molto importante per chi investe sui mercati finanziari fare il punto della situazione, soprattutto in questi mercati, in cui le banche centrali agiscono ogni giorno e ancora più importante.

Quindi passiamo ad analizzare il quadro intermarket e capire come questo ha influito sui singoli indici azionari:

-Per capire meglio la situazione dobbiamo fare un passo indietro e andare al Fomc della scorsa settimana.In tale occasione la Yellen aveva dato senali forti non solo di non voler alzare i tassi d’interesse, ma di essere disposta in caso di crisi di adottare delle misure nuove di natura espansiva.Questa news come è stata interpretata dai mercati?

Molto male perché essi hanno interpretato questa decisione di politica, com segno che il il livello di preoccupazione per lo stato di salute dell’economia globale è davvero molto serio al punto di far cambiare radicalmente la politica economica della prima nazione al mondo.

-Attenzione al nuovo colpo di scena,perché al Yellen, Giovedì di questa settimana invece ha dichiarato che i tassi d’interesse verranno comunque alzati entro la fine di questo anno 2015, in questo caso come hanno reagito gli indici internazionali? Molto bene infatti il listino americano, pur chiudendo una settimana negativa ha recuperato bene, molto bene il listino italiano che è invece salito moltissimo, sempre in termini di recupero,perché comunque la settimana si è chiusa negativamente.

Quindi che cosa è successo a livello di politica monetaria? La banca americana si è dimostrata davvero molto confusa e quindi sembra che abbia fatto una dichiarazione creando un possibile scenario, ha poi osservato come averebbero reagito i mercati finanziari, veri padroni in questa fase di mercato.Rendendosi poi conto che la reazione degli indici mondiali è stata molto negativa hanno cambiato prospettiva.Quindi noi di Osservatorio finanza vedendo l’ultima dichiarazione e vedendo la reazione dei mercati siamo propensi a credere allo scenario “B” che già piaceva alla Fed, ma che ora si conferma essere quello prediletto anche dei mercati.Quindi se vogliamo operare sui mercati finanziari dobbiamo dare quasi per scontato che a Dicembre ci sarà il primo rialzo dei tassi di interesse da parte della Federal Reseve.

Ora che abbiamo capito la situazione macro e le decisioni che vorranno prendere le banche centrali, possiamo passare all’analisi dettagliata dei singoli indici che noi seguiamo maggiormente, per il nostro trading online, ossia il listino italiano e quello americano.

-Ftse Mib bella reazione della piazza milanese che dal livello di 20500 ha trovato la forza per far ripartire il ciclo.Infatti a 20500 abbiamo avuto un minimo d intermedio importante, dico questo perché si è verificato in concomitanza di una variazione di situazione macro molto importante generata dalla Fed.Ossia questa reazione si è avuta perché con il nuovo cambio di politica monetaria porterà euro dollaro con buona probabilità a deprezzarsi nuovamente e in maniera più violenta e quindi il listino italiano, ma in generale gli europei sono nuovamente favoriti.Quindi alla luce del nuovo cambio di vision di politica americana la nostra vision sul listino italiano ritorna nuovamente positiva e quindi abbiamo un impostazione rialzista sul listino italiano. Lo stop deve essere tassativo a 20500 che per nessuna ragione deve essere rotto. Le possibilità di rialzo sono notevoli a nostro avviso, infatti dalle quotazioni attuali ci posiamo aspettare che il listino di Piazza Affari possa arrivare come minimo a 23500, ma potremmo vederlo anche su massimi superiori ai precedenti, quindi anche in area 24500, ma questa forza ovviamente andrà verificata nelle prossime settimana.Vi ricordiamo inoltre che stiamo andando verso la fine dell’anno e che solitamente i listini, soprattutto per i premi che non vogliono perdere i gestori, tendono sempre a consolidare i trends partiti da inizio anno e quindi in questo caso tenderanno ad accentuare a nostro avviso la salita.

-Sp500 a 1907 ha fatto un monimento analogo a quello del Ftse MIb,ossia sembra che abbia trovato il suo minimo di intermedio.Però rispetto alle precendenti analisi la forza di Sp500 e le sue potenzialità, se prenderà piede e sarà confermata la nuova vision della Fed, il listino americano avrà sicuramente una performance Inferiore a quella dei listini europei perché la grande forza del dollaro non farà certo bene all’economia americana e quindi neanche al suo listino.

Quindi le nuove considerazioni che noi dobbiamo fare sui listini mondiali alla luce delle nuove decisioni prese dalla Fed, sono le seguenti:

-Indici europei visti in forte rialzo.

Listini americani in difficoltà o comunque con una forza relativa inferiore rispetto a quelli europei.

Passa subito all'azione: e inizia a sperimentare il trading di CFD (tempo richiesto 1 minuto)

Miglior broker per CFD

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
Plus500
  • Spread bassi
  • Conto demo gratis
100€ Inizia
Markets
  • Conto demo gratuito
  • Quotato London Stock Exchange
100€ Inizia