Mercati azionari, la settimana di Draghi

Mercati azionari

Questo corso utilizza la piattaforma gratuita Il modo migliore per imparare il trading è fare pratica, ti consigliamo di (tempo richiesto 1 minuto)

Eccoci qui cari amici del sito Osservatoriofinanza.it, oggi stiamo per affrontare la settimana più importante prima della fine dell’anno.

Giovedì 3 è il grande giorno che tutti aspettano per vedere finalmente quale sia il piano operativo di Draghi, rivediamo insieme le possibili opzioni sul tavolo:

-Allungamento del periodo di quantitative easing, che quindi non durerà sino a fine 2016, ma per un periodo più lungo.

-Importi aumentati, voci parlano che gli acquisti mensili possano già aumentare con l’inizio dell’anno nuovo.

-Tassi di sconto in negativo, con buona probabilità verranno portati da -0.20 -0.40, abbiamo già dei rendimenti di Bund che seguono questa logica.

-Possibili manovre a soppesa non preventivate, qui e il punto più caldo in cui sperano gli operatori, che di fatto hanno già inglobato tutto nelle aspettative di prezzo attualmente.

Quella trascorsa dal punto di vista degli indici è stata una settimana invece molto tranquilla, grazie alla festività americana del tacchino. Praticamente di scambi reali abbiamo visto i mercati lavorare sino a Mercoledì perché poi Giovedì era festa e Venerdì Wall Street è stata aperta a seduta ridotta. La cosa che meno ci è piaciuta del listino italiano, in particolare è legata al fatto che abbia fatto il suo sprint maggiore andando sui massimi proprio nel momento di minimo dei volumi e questo tipo di movimento sa tanto di trappola, più che di occasione interessante, ma lo vedremo meglio nei numeri, durante l’analisi specifica per singoli indici.La borsa americana invece è stata sui massimi come uno zombie, in attesa di veder che cosa farà questa settimana la Be, ma soprattutto la settimana successiva come si comporterà la Fed.

Veniamo ora a vedere due numeri relativi ai due indici che noi seguiamo maggiormente ossia il Ftse ed Sp500.

-Ftse Mib a 22500 ha la sua resistenza e come vi dicevamo, nella seduta di Giovedì i prezzi si sono portati sui massimi con tentativo di rottura rialzata al momento ancora da confermare. Molto da riflettere lo danno i bancari, che con la tesi di tassi fortemente in negativo rimangono molto deboli e sembra difficile vedere grosse salite dell’indice italiano se loro non prendono forza.Quindi il nostro coniglio al momento è di essere moderatamente positivi, ma senza esagerazione,  in attesa di vedere come reagirà il mercato alle news di Giovedì.

-Sp500 rimane sempre al palo, vicino ai massimi, ma senza spunti operativi degni d’interesse.Qui la nostra impostazione rimane strong short.

Passa subito all'azione: e inizia a sperimentare il trading di CFD (tempo richiesto 1 minuto)

Miglior broker per CFD

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
Plus500
  • Spread bassi
  • Conto demo gratis
100€ Inizia
Markets
  • Conto demo gratuito
  • Quotato London Stock Exchange
100€ Inizia