Azioni Intesa Sanpaolo, il crollo è vicino?

INTESA SANPAOLO

Questo corso utilizza la piattaforma gratuita Il modo migliore per imparare il trading è fare pratica, ti consigliamo di (tempo richiesto 1 minuto)

Azioni Intesa Sanpaolo, sono state sino a oggi tra le azioni più forti, ma oggi qualcosa sembra essere cambiato.

Prima di entrare nel vivo dell’analisi tecnica delle banca torinese cerchiamo di capire il quadro macroeconomico e il sentiment di mercato. Ovviamente come tutti avrete potuto notare la situazione non è delle migliori, le ragioni sono tanti, ma dal punto di vista pratico ci sono due temi davvero molto forti che vanno analizzati:

-Il prezzo delle materie prime sta mettendo sotto pressione i mercati, soprattutto le aziende a esse legate.Questo contribuisce a rendere il sentiment fortemente negativo. Il sentiment di mercato, attenzione, perché è una componente non secondaria nella nostra attività di trader.

-La Bce non ha fatto manovre considerate importanti per il settore bancario. Ha invece confermato l’abbassamento del tasso di sconto dal livello i -0.20 a -0.30 di fatto quindi e come se avesse messo una tassa al sistema bancario che ha disposizione una grande liquidità, ma non sa come impiegarla quindi di fatto deve pagare i tassi in negativo.

Quindi, ecco spiegato il motivo per cui nonostante siamo in una fase espansiva da parte delle Bce, ma Banca Intesa rischia di crollare.

-Le quotazioni di Banca Intesa sono salite forte sino al livello di 3.6, poi i prezzi e come se si fossero Inceppate e sono scese. Ora si sono racchiuse in una lunga fase laterale che oscilla tra 3.3 e 3. Attenzione all lunghezza di questa fase laterale che trovandosi dopo una lunga fase di salita sembra tanto, possa essere considerata una fase distributiva, non certa accumulativa.

Quindi ora dal punto di vista operativo, la situazione si presenta abbastanza semplice, bisogna attendere la rottura per più seduta del livello di 3 euro per poi intervenire con una operatività short. Il target di prezzo che può essere raggiunto è di 2.6 che rappresenta la nostra proiezione di prezzo. Attenzione a un’ altra variabile da tenere in forte considerazione, ossia la data del 16 Dicembre, giorno in cui la Fed deciderà che cosa fare con i tassi d’interesse. La nostra idea di trading indipendentemente dal prezzo, rimane comunque quella di attendere quella data che rappresenta un evento troppo importante per non essere centrale e mancano poi solo tre giorni…

Passa subito all'azione: e inizia a sperimentare il trading di CFD (tempo richiesto 1 minuto)

Miglior broker per CFD

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
Plus500
  • Serietà del brand
  • Piattaforma potente e flessibile
100€ Inizia
Markets
  • Conto demo gratuito
  • Quotato London Stock Exchange
100€ Inizia