Piattaforme finanziarie

Con il termine “piattaforme finanziarie” si intendono comunemente dei software che consentono di avere accesso al mercato finanziario e quindi poter negoziare su titoli come ad esempio azioni, ma anche su altri come cambi valutari, materie prime, indici e fondi d’investimento. Esistono numerose tipologie di piattaforme finanziarie, di cui offriremo una panoramica complessiva nel presente articolo.

Scarica qui la piattaforma gratuita Plus500 (*Your capital is at risk)

(**CFD service).

Piattaforme per Opzioni Binarie

Una tipologia di piattaforma finanziaria molto popolare e molto in voga negli ultimi anni è quella per le opzioni binarie. Queste sono costituite da particolari strumenti finanziari derivati che consentono di ottenere profitto pronosticando sulla direzione del prezzo di un asset. Per asset nelle opzioni binarie si può intendere un titolo azionario, una materia prima, una coppia valutaria o un indice. Pronosticare la direzione del prezzo significa indicare se entro una data scadenza lo stesso sarà aumentato o diminuito, ovvero se avràottenuto un rialzo o subìto un ribasso.

piattaforma opzioni binarie
Esempio di piattaforma per opzioni binarie

La semplicità della negoziazione delle opzioni binarie ha reso tali piattaforme finanziarie le più utilizzate sul web, proprio perché attirano molti utenti che non hanno esperienza nella finanza e che in questo modo accedono alla possibilità di sfruttare poche nozioni e ottenere alti profitti. A proposito dei profitti, con le opzioni binarie i guadagni sono a percentuale fissa, ovvero predeterminata prima dell’apertura di una posizione. L’utente, quindi, potrà sapere da subito quanto potrà guadagnare con una certa opzione.

I broker delle piattaforme binarie guadagnano dalle posizioni che si chiudono “out of the money”, ovvero quelle perdenti.

Piattaforme per CFD

Un’altra tipologia di piattaforma finanziaria molto conosciuta e utilizzata è quella per i CFD. I Contracts For Difference sono anch’essi strumenti finanziari derivati il cui valore deriva da quello di altri strumenti quali azioni, materie prime, valute, indici e fondi d’investimento, ma a differenza delle opzioni binarie non vi è né scadenza, né profitto fisso. La scadenza la decide l’utente, che può chiudere una posizione quando lo ritiene più opportuno. Per il profitto, invece, questo è proporzionale alla variazione dei prezzi tra apertura e chiusura della posizione. Perciò, se l’utente acquista un CFD e lo rivende e chiude la posizione rivendendolo a prezzo più basso, avrà ottenuto un profitto.

Piattaforma finanziaria
Esempio di piattaforma finanziaria autorizzata Consob

I profitti con i CFD tuttavia sono possibili anche con aperture di posizione al ribasso, le cosiddette posizioni “short”, che consentono di ottenere profitti pronsticando direzioni al ribasso di un determinato titolo.

Un’altra differenza tra le piattaforme finanziarie con CFD e quelle con opzioni binarie sta nella modalità di fruizione della piattaforma. Infatti, mentre per le opzioni binarie si può operare soltanto raggiungendo il sito ufficiale tramite browser (sia dal computer che da mobile), le piattaforme CFD solitamente prevedono la possibilità di scaricare il sofware della piattaforma finanziaria sul proprio computer, avendo così accesso alla stessa con un semplice clic sul desktop e avendo altresì una connessione più stabile e lunga.

I broker di CFD guadagnano in base allo spread, ovvero la differenza tra prezzo di acquisto e prezzo di vendita, visibile sin da prima dell’apertura di una posizione. I broker più popolari offrono spread più bassi, ma può capitare che un particolare broker offra degli spread migliori per un particolare asset.

Piattaforme ECN

Nelle piattaforme finanziarie ECN (Electronic Communications Network ), gli ordini degli utenti sono inviati direttamente i liquidity provider (fornitori di liquidità) e le banche che negoziano sul circuito interbancario. I fornitori dei broker ECN possono essere anche molto numerosi e solitamente sono molto professionali.

Una particolarità delle piattaforme ECN è data dalla posssibilità di consultare la cosiddetta “Profondità del mercato” in uno speciale book di quotazioni. Praticamente ogni utente del mercato immette i propri ordini bid e ask (offerte e richieste) in un regime di perfetta concorrenza con gli altri operatori.

Ciò considerato, è semplice intuire che le piattaforme finanziarie di tipo ECN sono un po’ più complicate da capire e utilizzare, tuttavia una volta oltrepassato questo ostacolo possono dare ottime soddisfazioni.

Il guadagno degli ECN è dato da una commissione che il trader paga all’apertura e alla chiusura di una posizione, quindi non dallo spread.

Piattaforme Finanziarie a Confronto

Chi desidera iniziare a fare trading finanziario da casa, quindi, può utilizzare una di queste tre tipologie di piattaforma. Chi è alle prime armi e intendiamo chi non ha mai masticato la finanza, sa a malapena cosa è una coppia valutaria o un’azione, può cominciare dalle opzioni binarie. Per fare trading con le oopzioni binarie basterà focalizzarsi su pochi asset e quindi seguire le news di mercato che possono influenzare il loro andamento. Un trading molto veloce, ad esempio da 60 secondi, prevede un esito abbastanza random, ovvero casuale. Invece, per chi segue le news finanziarie in tempo reale possono rivelarsi ottime le opzioni binarie con scadenza a 1 ora o più.

Chi ha già 1 o più anni di esperienza può aprire un conto con un broker CFD e operare con una piattaforma finanziaria più complessa e che consente di effettuare guadagni sostanziosi e anche rapidi. Più saranno alti gli investimenti per singola operazione, più saranno sostanziosi i risultati. Tuttavia, anche con piccoli budget si possono avere ottimi risultati, per via dell’effetto leva finanziaria, che consente di muovere alte quantità di titoli con un budget limitato.

Chi ha 3 o più anni di esperienza nel trading, invece, può provare la piattaforme ECN, sicuramente rivolte ad un pubblico più preparato. Un ottimo punto a favore delle piattaforme finanziarie ECN che sono decisi dai trader e non dal broker, perciò si può operare più proficuamente con lo scalping (chiusure veloci delle posizioni) con spread molto bassi.